Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «mobile», il significato, curiosità, aggettivo qualificativo, associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Mobile

Aggettivo
Mobile è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: mobile (femminile singolare); mobili (maschile plurale); mobili (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di mobile (trasportabile, movibile, asportabile, spostabile, ...)
Associate (la prima parola che viene a mente, su 99 persone)
antico (11%), armadio (10%), donna (7%), legno (6%), immobile (6%), scala (5%), squadra (4%), auto (4%), arredo (3%), fisso (3%), casa (3%), bar (3%), cucina (3%), telefonia (2%), bene (2%), tavolo (2%), telefono (2%), aereo (2%), letto (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia

Foto taggate mobile

A Las Vegas

Ballerine

Dai scendi
Giochi di Parole
La parola mobile è formata da sei lettere, tre vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: mò-bi-le. È un trisillabo sdrucciolo (accento sulla terzultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: emboli.
mobile si può ottenere combinando le lettere di: mio + bel.
Componendo le lettere di mobile con quelle di un'altra parola si ottiene: +[aro, ora] = aboliremo; +[api, pia] = ambliopie; +alt = bimetallo; +ani = binomiale; +can = cembalino; +can = cembaloni; +oca = colombaie; +con = colombine; +sim = embolismi; +[far, fra] = formabile; +ram = lambiremo; +[ari, ira] = liberiamo; +sir = liberismo; +gal = lombalgie; +tan = lombatine; +[dan, dna] = mandibole; +tai = miliobate; +[ari, ira, ria] = mobiliare; +don = molibdeno; +[dan, dna] = mondabile; +[ero, ore, reo] = oblieremo; +rna = ombrinale; +[par, rap] = preamboli; +mas = sommabile; ...
Vedi anche: Anagrammi per mobile
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: mobili, monile, nobile.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si può avere: nobili.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: mole.
Parole con "mobile"
Iniziano con "mobile": mobiletti, mobiletto.
Finiscono con "mobile": immobile, aeromobile, automobile, casamobile, cinemobile, papamobile, radiomobile, soprammobile.
Contengono "mobile": automobiletta, automobilette.
»» Vedi parole che contengono mobile per la lista completa
Parole contenute in "mobile"
ile, bile.
Incastri
Inserendo al suo interno della si ha MOdellaBILE.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "mobile" si può ottenere dalle seguenti coppie: moa/abile, moabita/abitabile, modici/dicibile, moina/inabile, mola/labile, mono/nobile, mosci/scibile, moscia/sciabile, moviola/violabile.
Usando "mobile" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * bilenca = monca; * bilenco = monco; * bilenche = monche; * bilenchi = monchi; affamo * = affabile; odiamo * = odiabile; sciamo * = sciabile; deviamo * = deviabile; espiamo * = espiabile; inviamo * = inviabile; ovviamo * = ovviabile; saziamo * = saziabile; variamo * = variabile; ampliamo * = ampliabile; bruciamo * = bruciabile; cacciamo * = cacciabile; cambiamo * = cambiabile; forgiamo * = forgiabile; gonfiamo * = gonfiabile; graziamo * = graziabile; ...
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "mobile" si può ottenere dalle seguenti coppie: monca/bilenca, monche/bilenche, monchi/bilenchi, monco/bilenco.
Usando "mobile" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * labile = mola; * inabile = moina; * scibile = mosci; affabile * = affamo; * dicibile = modici; * sciabile = moscia; odiabile * = odiamo; sciabile * = sciamo; deviabile * = deviamo; espiabile * = espiamo; inviabile * = inviamo; * abitabile = moabita; * violabile = moviola; ovviabile * = ovviamo; saziabile * = saziamo; variabile * = variamo; ampliabile * = ampliamo; bruciabile * = bruciamo; cacciabile * = cacciamo; cambiabile * = cambiamo; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "mobile" (*) con un'altra parola si può ottenere: avi * = amovibile; * ire = mobiliere; mera * = memorabile; sitar * = smobilitare; accoda * = accomodabile.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "mobile"
»» Vedi anche la pagina frasi con mobile per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • La scala mobile del supermercato si è bloccata quando ero a metà percorso.
  • Come puoi pensare di vendere un mobile completamente tarlato?
Definizioni da Cruciverba con soluzione
»» Vedi tutte le definizioni
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Mobile - S. m. Facoltà, o Avere che si può muovere, e trasferire da un luogo ad un altro, come sono tutte le cose che cadono sotto l'appellazione di arnesi, suppellettili, masserizie, ecc.; opposto a Stabile. [Cont.] Bandi Fior. XI. 1. 24. Far subito inventario di tutto il mobile, e de' bestiami di tali delinquenti; e li dd. rettori del criminale sien tenuti farlo etiam dell'immobile, ed ogni cosa sequestrare e porre in custodia appresso di idonea persona. = G. V. 10. 16. 1. (C) Pagando certa cosa per centinajo del mobile, e certa cosa per centinajo dello stabile. Tes. Br. 1. 4. La seconda è iconomica, la quale c'insegna… a crescere le nostre possessioni, e nostre ereditadi, e avere, e mobili, e rendita per dispendere, e ritenere, secondochè 'l luogo, e tempo muove. E 3. 9. Nudrire poledri di cavalli, e crescere suo mobile. Dittam. 2. 6. Per mobile teneva, e per acquisto, Quanto donava, e presentava altrui. Car. Lett. 2. 260. (Man.) Parendomi che m'abbia fatto (il Varchi) un lascito d'altro che de' suoi mobili. Anguill. Metam. 4. 79. (Gh.) Intanto Tisbe aduna e mette insieme Quel poco mobil che portar disegna. (Per Mobile qui possiamo intendere vesti, gioje, e sim.)

T. Il letto con altri mobili. – Mobili di magogano. – Dei mobili non se ne vuole disfare.

2. † Per Corredo Tass. Dial. Pad. Fam. 1. 36. (M.) Con le tele, e le altre opere dell'arte del tessere, la buona madre di famiglia può fare alla figliuola ricco ed orrevol mobile.

3. † Il denaro, I capitali. Cecch. B. 242. (Fanf.) Così apertoci Casa, ci andai impiegando il mio mobile Sì ch'e' mi desse da poterci vivere Da par mio. T. Nov. Ant. 72. 1. Il soldano avendo bisogno di moneta, fu consigliato che cogliesse cagione a un ricco Giudeo, e poi gli togliesse il mobil suo.

† Far mobile. V. FARE MOBILE. Come Far roba. [Val.] Pucc. Centil. 16. 52. Disse, sentendo tal mobile fare: I Ghibellin… [Camp.] Somm. 41. E la fine di sua intenzione è tutta a ciò ch'elli sia ricco, e faccia mobile, e sia onorato.

4. (Astr.) Primo mobile chiamavano gli antichi astronomi Il nono cielo, che, secondo la falsa loro opinione, tenevano che si girasse dall'Oriente verso l'Occidente. [Cont.] Danti, Astrol. 7. Questo primo mobile con grandissima velocità fa il corso suo da levante e ponente per spazio di ventiquattr'ore sopra i duo punti o poli che dir vogliamo. = Dant. Par. 30. (C) Reflesso al sommo del mobile primo. But. ivi: Cioè ripiegato lo detto raggio alla prima parte di sopra del nono cielo, che è lo primo mobile, imperocchè in essa percuote per reflessione. E Purg. 4. 2. Lo primo mobile si gira dall'oriente inverso l'occidente, e tirasi dirieto l'ottava spera. Ott. Com. Inf. 7. 116. Costretto dalli principii di filosofia, che di necessità vuole un primo mobile semplicissimo. Gal. Sist. 114. Hanno ritrovata gli astronomi ed i filosofi un'altra sfera altissima senza stelle, alla quale naturalmente compete la conversione diurna, e questa hanno chiamato il primo mobile.

5. (Fis.) Ogni corpo considerato in quanto alla sua facollà di muoversi. (Mt.) [Cont.] G. G. N. sci. XIII. 225. La linea descritta dal mobile grave, che mentre discende con moto composto dell'equabile orizzontale e del naturale descendente, sia una semiparabola… Leo. da Vinci, Moto acque, II. 8. Sarà più potente il moto del mobile incidente, che il suo moto riflesso. = Galil. Lett. Stacc. 3. 12. (M.) Si è veduto, che nel tempo, che il mobile passa le 16 picche assegnate per la lunghezza del canal corto, nel lungo non si passano se non 16 mezze picche. T. Magal. Lett. At. 235. Il principio intrinseco dell'abilità del movente a muovere, par che sia impiantato nella dissimiglianza e nella disproporzione del mobile. Gal. Sist. 193. La propensione del mobile a discendere si va facendo in esso sempre più minore quanto egli si trova più vicino al primo termine della sua scesa, cioè allo stato di quiete.

T. Ass. plur. Gal. Dial. Nuov. scienz. 2. 533. Quel che operi il mezzo nel ritardar più i mobili, secondo che tra di loro sono in ispecie men gravi, già si è dichiarato, mostrando ciò accadere dalla sottrazione del peso.

6. E fig. per Cosa. Allegr. 62. (Man.) È stata (nella fiera di S. Martino) estrema la carestia delle mele, mobile principale ordinariamente di quel mercato. [L.B.] Non si direbbe che per cel. Così Gli s'è strappata la giubba, gli è il meglio mobile ch'egli abbia.

7. Tu se' un buon mobile! si dice ironicamente per dare ad uno del tristo; ed anche per proverbiarlo o di lordura, o di bruttezza: Tu se' un bel mobile! (Fanf.) T. E anche ass. Un buon mobile! (cattivo soggetto). – Bel mobile! (però dappoco). V. anche MOBOLE.
Mobile - Agg. com. Aff. al lat. aureo Mobilis. Che è atto a muoversi o a esser mosso. (C) T. Salvin. Disc. 3. 144. La voce latina mobile da noi adottata non suona in piano volgare altro che Movibile. [Laz.] B. Giord. da Riv. Pred. 61. Imperò sono le cose mobili, perchè hanno parti; ma Iddio imperocchè non ha parte nulla, ma è semplice, però non può essere in alcuno modo mobile.

[Cont.] G. G. Sist. I. 474. L'aria, come in se stessa tenuissima e leggierissima, è agevolissimamente mobile da qualsivoglia minima forza. Lana, Prodr. inv. 81. Un braccio RgS piegato in g e mobile nel medesimo g.

[Cont.] Di cosa che facilmente cede; a differenza di quella che, pur movibile, resiste maggiormente alla forza movente. Doc. Arte San. M. III. 89. Facendo di bisogno scalzare un poco di terra, si scoperse un altra maggiore (travata), e piena di sassi mobili ed a secco, talchè andando con diligenzia speculando cognoscemo la rocca esser fondata sopra un monte di sassi accumolati accaso e ricoperti da un poco di terreno, nè più nè manco come sopra un monte di noci coperte dalla polvere. Michel. Dir. fiumi, XXI. L'acqua corrente… rodendo il conseguente terreno mobile, verrà a formarvi un capace seno MNO, pe 'l quale indrizzandosi la corrente del fiume, lo farà divenire incurvato e tortuoso.

[Cont.] Carrucola mobile. Nella taglia che ha le superiori fisse, cioè girevoli intorno il loro asse di rotazione che è fisso, mentre nelle inferiori è mobile insieme alle loro casse. Spet. nat. X. 30. Chiamasi carrucola mobile, quando la cassa non è attaccata ad un punto fisso; e segue la direzione del peso che v'è attaccato.

T. Invenzione de' caratteri mobili per la stampa, attribuita a Panfilo Castaldi di Feltre.

(Mil.) Nell'arte della guerra è aggiunto delle macchine, come Torri, e sim., di legno che si possono inuovere, a differenza di quelle di terra, o di pietra, che diconsi stabili. Tass. Lett. poet. 18. (Man.) Fu tempo che io mi credetti che si potesse fare una torre, o altra macchina tale da oppungnare le mura, stabile o di legno; ho poi imparato che stabile e di legno nell'arte della guerra sono termini incompatibili, perchè le stabili si fanno di terra, o di pietra, e le mobili di legno.

2. Beni mobili, dicesi di Quelli che fissi non sono, e mutar si possono, come masserizie, contanti Bocc. Nov. 3. g. 2. (C) A loro, siccome a legittimi suoi eredi, ogni suo bene o mobile e stabile lasciò. [Cont.] Stat. Cav. S. Stef. 57. Tutti i beni, così mobili come semoventi, e ragioni di tutti i nostri cavalieri di qualunche condizione e qualità, i quali morranno tanto nel convento quanto fuori, i quai beni si chiamano spoglie, s'appartengono di piena ragione al tesoro comune, delle quali spoglie si deono comperare beni sodi. = Varch. Stor. 12. 462. (M.) Il danno che fece questa inondazione, o piuttosto diluvio, di tutte le grasce, come sono grano, vino, olio, e di tutti i beni mobili, come masserizie, e altri arnesi, fu inestimabile.

3. T. Imposta sulla ricchezza mobile, Computo imbrogliato, e però da parere più iniquo di quel ch'egli è.

4. [Cont.] Scala mobile. Lo stesso che Scala a mano. Mart. Arch. V. 9. O per via di pozzo salendo per scala mobile, o per via di ponte levatoio, o per sarracinesche, ovvero cateratte, si debba dare commodità di passare agli amici per quella (via) e l'incomodità e difficoltà agli avversarii.

[Cont.] Lo stesso che Scala variabile. G. G. Comp. XI. 227. Questa che è una scala stabile ci servirà per misurare i lati della proposta pianta; l'altra, che sarà per disegnare la nuova pianta, dee esser mobile, cioè dee potersi crescere e diminuire ad arbitrio nostro.

Fig. T. Scala mobile di tariffa.

3. T. Guardia mobile, Milizia cittadina, che, al bisogno può muoversi e deve al servizio milit. anche fuori.

6. (Eccl.) Feste mobili: Quelle che non si celebrano o non ricorrono sempre nello stesso giorno dell'anno, benchè sieno affisse ad un giorno medesimo della settimana. (Mt.) [Cont.] Cr. B. Naut. med. III. 339. Si ha d'avvertire che, per trovare le feste mobili, per la lettera dominicale nell'anno bisestile abbiamo sempre da pigliare la seconda lettera che comincia a servire di dominicale il giorno di S. Mattia. Garz. T. Piazza univ. 49. v. In che modo si trovi ora la Pasqua, e tutte le feste mobili, si può vedere tanto agevolmente da' calendarii nuovi, c'ho reputato quasi soverchio il metter cose tali.

7. (Mus.) [Ross.] Mobile. Aggiunto di Nota o Parte, che fa moto; contrario d'Immobile. Tigr. 2. 7. 30. È proprio della sesta maggiore andare all'ottava, e della minore più frequentemente andare alla quinta, con un solo movimento però, cioè stando una parte immobile, e l'altra mobile.

8. [Camp.] Per Inchinevole in morale signif. D. 2. 28. L'animo, ch'è creato ad amar presto, Ad ogni cosa è mobile, che piace Tosto che dal piacere in atto è desto.

9. Mobile, fig. vale Volubile, Incostante, Leggiero. [Laz.] B. Giord. da Riv. Pred. 76. E vedete mirabile cosa ch'è la volontade, la quale è la più mobile cosa che sia, più che foglia, che tuttodì si muta. = Petr. Son. 131. part. I. (C) Femmina è cosa mobil per natura. Bocc. Nov. 9. g. 2. Perciocchè universalmente le femmine sono più mobili. E Introd. (Man.) Noi siamo mobili, ritrose, sospettose, pusillanime, e paurose. [G.M.] Machiav. Stor. Fior. l. 5. Temevano i mobili animi della plebe.

[T.] Senso corp. T. Marchett. Nat. Com. 67. Mobili tutte circolarmente in diverse guise.

T. Fortini mobili, da trasportare secondo che l'esercito o la schiera ne ha di bisogno.

II. T. Facilissimo a muoversi. Bemb. Asol. 2. 118. Per le mobili acque. Hor. Mobilibus rivis.

T. Mobile come foglia a ogni vento. D. Conv. 74. La fama vive per essere mobile, e acquista grandezza per andare (mobilitate viget).

III. Mor. T. Mobili nature. Ar. Fur. 21. 21. E ben convenne al suo mobile ingegno Cangiar l'amore in subitano sdegno.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: mobbizzare, mobbizzata, mobbizzate, mobbizzati, mobbizzato, mobilacci, mobilaccio « mobile » mobiletti, mobiletto, mobili, mobilia, mobiliare, mobiliari, mobiliere
Parole di sei lettere: mixomi « mobile » mobili
Lista Aggettivi: mitteleuropeo, mnemonico « mobile » mobiliare, modaiolo
Vocabolario inverso (per trovare le rime): amovibile, inamovibile, irremovibile, rimovibile, commovibile, servibile, inservibile « mobile (elibom) » papamobile, casamobile, cinemobile, soprammobile, immobile, radiomobile, aeromobile
Indice parole che: iniziano con M, con MO, iniziano con MOB, finiscono con E

Commenti sulla voce «mobile» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze