Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «monaco», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Monaco

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Capitali Europee [Minsk « * » Mosca]

Foto taggate monaco

Doppio altare

Frate

Dall'alto
Giochi di Parole
La parola monaco è formata da sei lettere, tre vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: mò-na-co. È un trisillabo sdrucciolo (accento sulla terzultima sillaba).
Anagrammi
monaco si può ottenere combinando le lettere di: con + [amo, moa].
Componendo le lettere di monaco con quelle di un'altra parola si ottiene: +sim = ammonisco; +sim = ammoscino; +tai = anatomico; +[ari, ira] = ancoriamo; +[are, era, rea] = anemocora; +[ere, ree] = anemocore; +[eri, ire, rei] = anemocori; +[ero, ore, reo] = anemocoro; +bis = boscimano; +rap = camparono; +dna = comandano; +bit = combinato; +tum = commutano; +[ari, ira] = comoriana; +[eri, ire, rei] = comoriane; +rii = comoriani; +rio = comoriano; +[pio, poi] = compaiono; +rap = comparano; +gip = compiango; +vip = compivano; ...
Vedi anche: Anagrammi per monaco
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: monaca, monaci.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si può avere: tonaca.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: monco.
Altri scarti con resto non consecutivo: mono.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si può avere: locano.
Parole contenute in "monaco"
Contenute all'inverso: ano, can, oca.
Incastri
Inserendo al suo interno disti si ha MONAdistiCO.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "monaco" si può ottenere dalle seguenti coppie: monili/iliaco, monadisti/distico, monasteri/sterico.
Usando "monaco" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * code = monade; * ohe = monache; * cotti = monatti; * cotto = monatto; * codici = monadici; * conterà = monantera; * conterò = monantero; * costerò = monastero.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "monaco" si può ottenere dalle seguenti coppie: limona/coli, simona/cosi.
Usando "monaco" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * limona = coli; * simona = cosi; coli * = limona; cosi * = simona.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "monaco" si può ottenere dalle seguenti coppie: monade/code, monadici/codici, monantera/conterà, monantero/conterò, monastero/costerò, monatti/cotti, monatto/cotto.
Usando "monaco" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * iliaco = monili; * distico = monadisti; * sterico = monasteri.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "monaco" (*) con un'altra parola si può ottenere: ami * = ammoniaco; dei * = demoniaco; sii * = simoniaco.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "monaco"
»» Vedi anche la pagina frasi con monaco per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Si dice che questa miniatura sia opera di un famoso monaco benedettino.
  • Una mattina d'inverno, nella nebbia mattutina, un monaco si dirigeva verso il monastero.
  • Il monaco coltivava, nell'orto della Certosa di Pavia, le erbe officinali con le quali i confratelli producevano un ottimo infuso digestivo.
Proverbi
  • L'abito non fa il monaco.
  • L'abito non fa il monaco, ma lo veste.
Libri
  • Il monaco nero (Scritto da: Anton Čechov; Anno 1894)
  • Il monaco (Scritto da: Matthew Gregory Lewis; Anno 1796)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
»» Vedi tutte le definizioni
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Cenobita, Monaco, Frate, Eremita, Romito, Anacoreta, Solitario - Cenobita è colui che vive vita religiosa in comune, ed è per conseguenza lo stesso che Frate, se non quanto questo è più generico, e accenna più la persona che la professione. - Monaco è propriamente colui che vive solo nella propria cella, e sotto una regola, come i Certosini e i Camaldolesi; ma ora si estende a significare frati di istituti più nobili, come i Benedettini. - Eremita è colui che si apparta dal mondo, e vive in penitenza e in contemplazione in luoghi remoti dall'abitato: il popolo dice Romito. - Anacoreta è lo stesso, se non quanto gli Anacoreti vivevano nel deserto e facevano vita più austera. - Solitario è chi vive lontano dalla conversazione civile, per fuggire occasione di peccare, ma anche per altro fine che la vita di orazione e di penitenza. [immagine]
Frate, Monaco - Frate è ciascuno di coloro che compongono famiglie di religiosi che vivono in comune: Frate francescano, domenicano. - La voce Monaco, sonerebbe veramente Membro di un Ordine religioso, dove non si fa vita comune, ma ciascuno sta nella propria cella, come i Certosini; ma si chiamano Monaci anche i frati di certi Ordini, diciamo così, aristocratici: Monaco benedettino, Monaco camaldolense. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Eremita, Solitario, Monaco, Cenobita, Anacoreta; Eremo, Solitudine, Ritiro - «I monaci un tempo vivevano soli nella loro cella, come indica il nome (Μόνος): poi furono radunati sotto una regola. Ora i monaci non vivono più nè solitarii, nè soli. Cenobiti piuttosto sono i monaci d'oggidì; perchè cenobita è colui che vive con altri nel luogo stesso, e in comune (κοινòς). Solitario, chiunque vive in solitudine più o meno assoluta, in città o in deserto, per pietà religiosa, o per capriccio, o per altra ragione qualsiasi. Eremita, chi vive nell'eremo, cioè in solitudine deserta ed incolta ('Eρημoς). Anacoreta, chi vive lontano dall'abitato ('Aνἀ χωρή), lontano dagli agi della vita civile, in mortificazioni e digiuni. L'eremita ha cella propria: l'anacoreta non ha certa dimora. Il solitario può far vita agiata in solitudine deliziosa: il monaco non è più solitario: anacoreta ed eremita sono oramai termini storici, il primo segnatamente». Romani e Gatti.

Eremo è il luogo, ma proprio in sito deserto e selvaggio; solitudine è il luogo, e il fatto dello star solo; onde si dice di chi si compiace starsene da sè, anche vivendo in paesi o città: il tale ama la solitudine. Ritiro è luogo qualunque ove uno vive appartato dalla società, abitualmente o soltanto in alcune ore del giorno: nel ritiro, e lontano dai profani rumori del mondo, si pensa, si medita, si studia, si scrive, si prega meglio che non in mezzo al trambusto e alle distrazioni. [immagine]
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Monaco - Città d'Italia, capitale del principato dello stesso nome, poco distante da Nizza, sulla piattaforma di uno scoglio scosceso che si avanza nel Mediterraneo. E' cinta da muraglie, difesa da un forte, e contiene solo case vecchie. La sua popolazione non eccede mille duecento anime.

Monaco possedeva un tempio di Ercole soprannominato Monaecus, forse perchè era il solo che si onorasse; si attribuiva la fondazione della città a quel nume mentre esso andava in Ispagna per combattere Gerione.

Il principato di Monaco ha tre leghe e mezza di lunghezza da tramontana-levante a mezzo giorno ponente, due leghe di larghezza, e sei leghe quadrate, e comprende una popolazione di settemila abitanti. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Monaco - Agg. e S. m. Nel pl. Monaci e Monachi. Gr. Μοναχός. Persona che nel ritiro, nella solitudine, nella contemplazione delle verità eterne, morto al mondo, vive unicamente a Dio. (Fanf.) Monachus in S. Girol., agg. in S. Paol. Nol. – Bocc. Nov. 9. g. 10. (C) Il quale l'abate, e' monaci veggendo fuggire, si maravigliarono. Dant. Par. 22. Che fa il cuor de' monaci sì folle. Coll. Ab. Isaac. 13. Monaco è colui, che siede fuori del secolo e sempre prega Iddio, acciocchè egli acquisti i beni futuri. Vit. SS. Pad. 2. 21. Ecco che ha fatto questo monaco, lo quale tu cotanto ci lodavi.

T. Prov. Tosc. 157. Tale abate, tali monaci (dal superiore giudicansi i sottoposti; da uno i i molti. O dice somiglianza in gen.).

Diciamo in proverb. L'abito non fa il monaco; che vale che l'apparenza esteriore non è indizio delle qualità intrinseche. Flos. 314. Bellinc. Son. 188. (C) L'abito non fa 'l monaco fu detto. T. Prov. Tosc. 121. [Val.] Fag. Rim. 2. 312. Giacchè l'abito il monaco non fa. E 5. 176. Non mai l'oro il piombo agguaglia, E non fa l'abito il monaco.

2. T. Del tal ordine. Monaco di S. Benedetto, Di San Basilio. E agg. Benedettino, Basiliano.

T. Del paese. I monaci d'Oriente, d'Occidente. – Monaco greco, latino.

T. Del monastero. Monaco di Badía. – Monaco negli Angeli.

[Camp.] Darsi alla durezza de' monaci, per Darsi a vita di dura penitenza in un chiostro. S. Gir. Pist. 90. S'era dato alla durezza de' monaci, sollecito nell'orazione…

3. Vestirsi monaco, vale Entrare in un ordine monastico, Farsi monaco. Serd. Suffr. An. Purg. 80. (Man.) Si vestì monaco d'aspra vita, e visse e morì con grande perfezione.

4. T. Entrar monaco, è più che Entrare nel monastero; è Farsi monaco.

T. Fare altri monaco, indurvelo, consacrarlo.

5. (Zool.) Monaco, è anche una Sorta d'uccelletto; lo stesso che Monachino. Morg. 14. 59. (C) Quivi era la calandra, e 'l calderino, Il monaco ch'è tutto rosso, e nero…
Monaco - S. m. (Archi.) Quella travetta corta di mezzo d'un cavalletto, che, passando fra li due puntoni, piomba sopra l'asticciuola. Forse dall'esser li sola. Vas. Op. Vit. 3. 206. (Man.) Dove gli altri cavalli hanno un monaco solo, tutti quelli di questa sala n'hanno tre per ciascuno. [Cont.] Zab. Cast. Ponti, 3. L. Trave armata con tre monachi, nella quale possono farsi ancora cosce o paradossi annestati.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: monachetta, monachette, monachetti, monachetto, monachina, monachine, monaci « monaco » monacucce, monacuccia, monade, monadelfa, monadelfe, monadelfi, monadelfo
Parole di sei lettere: monaci « monaco » monade
Vocabolario inverso (per trovare le rime): controstomaco, farmaco, parafarmaco, quadrifarmaco, psicofarmaco, fitofarmaco, opopanaco « monaco (ocanom) » opoponaco, intonaco, opaco, radiopaco, semiopaco, pentabraco, anfibraco
Indice parole che: iniziano con M, con MO, parole che iniziano con MON, finiscono con O

Commenti sulla voce «monaco» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2020 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze