Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «fatto», il significato, curiosità, forma del verbo «fare» aggettivo qualificativo, associazioni, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Fatto

Forma verbale
Fatto è una forma del verbo fare (participio passato). Vedi anche: Coniugazione di fare.
Aggettivo
Fatto è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: fatta (femminile singolare); fatti (maschile plurale); fatte (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Aggettivi per descrivere fatto (brutto, quotidiano, strano, reale, ...)
»» Sinonimi e contrari di fatto (evento, episodio, avvenimento, accadimento, ...)
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
detto (27%), finito (13%), eseguito (6%), compiuto (4%), ecco (4%), rifatto (3%), disfatto (3%), lavoro (2%), bene (2%), subito (2%), quotidiano (2%), cronaca (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola fatto è formata da cinque lettere, due vocali e tre consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: tt.
Divisione in sillabe: fàt-to. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di fatto con quelle di un'altra parola si ottiene: +rna = anfratto; +nel = flettano; +ram = formatta; +rom = formatto; +uri = fortuita; +eco = fototeca; +ili = litofita; +tir = trafitto; +foga = affagotto; +[afte, fate, feta] = affettato; +fave = affettavo; +fine = affettino; +[fani, fina, naif] = affittano; +[fati, fiat, tifa] = affittato; +favi = affittavo; +ferì = affitterò; +fini = affittino; +[nera, rane, rena] = anforetta; +[nere, rene] = anforette; +sala = asfaltato; +scii = asfittico; +[euro, ureo] = autotrofe; ...
Vedi anche: Anagrammi per fatto
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: batto, fasto, fatta, fatte, fatti, fatuo, fitto, gatto, matto, patto, ratto, tatto.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: batta, batte, batti, batté, datti, gatta, gatte, gatti, latta, latte, matta, matte, matti, natta, natte, patta, patte, patti, ratta, ratte, ratti.
Con il cambio di doppia si ha: fallo, fanno, farro.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere le seguenti parole: atto, fato.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: fatato, fratto, sfatto.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: botta, cotta, dotta, gotta, lotta, rotta.
Parole con "fatto"
Iniziano con "fatto": fattoci, fattomi, fattore, fattori, fattoria, fattorie, fattorina, fattorine, fattorini, fattorino, fattoressa, fattoresse, fattoriale, fattoriali, fattorinaggi, fattorizzata, fattorizzate, fattorizzati, fattorizzato, fattorinaggio, fattorizzazione, fattorizzazioni.
Finiscono con "fatto": sfatto, affatto, olfatto, rifatto, benfatto, disfatto, malfatto, misfatto, siffatto, antefatto, artefatto, manufatto, rarefatto, strafatto, tumefatto, assuefatto, cosiffatto, liquefatto, putrefatto, stupefatto, torrefatto, soddisfatto, sopraffatto, contraffatto, esterrefatto, insoddisfatto.
Contengono "fatto": olfattori, malfattore, malfattori, olfattoria, olfattorie, olfattorii, olfattorio, benefattore, benefattori, manifattore, manifattori, olfattometri, olfattometro, torrefattore, torrefattori, olfattometria, olfattometrie, sopraffattore, sopraffattori, contraffattore, contraffattori, multifattoriale, multifattoriali.
»» Vedi parole che contengono fatto per la lista completa
Parole contenute in "fatto"
atto.
Incastri
Inserendo al suo interno cile si ha FAcileTTO; con tura si ha FATturaTO; con stelle si ha FAstelleTTO.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "fatto" si può ottenere dalle seguenti coppie: fai/itto, faine/inetto, falò/lotto, fama/matto, fame/metto, farà/ratto, fare/retto, fari/ritto, faro/rotto, fascia/sciatto, fase/setto, fata/tatto, fate/tetto, fatele/teletto, favi/vitto, favine/vinetto, fatali/alito, fatalità/alitato, fatevi/evito, fati/ito.
Usando "fatto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: fifa * = fitto; rifa' * = ritto; sofà * = sotto; * orice = fattrice; * orici = fattrici.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "fatto" si può ottenere dalle seguenti coppie: faide/editto.
Usando "fatto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * otica = fatica; * otico = fatico; * otiche = fatiche.
Lucchetti Alterni
Usando "fatto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * lotto = falò; * metto = fame; * retto = fare; * ritto = fari; * rotto = faro; * setto = fase; * vitto = favi; fitto * = fifa; ritto * = rifa'; ritto * = rifà; sotto * = sofà; * inetto = faine; fata * = tatto; fate * = tetto; * alito = fatali; * teletto = fatele; * evito = fatevi; * vinetto = favine; fattela * = telato; * telato = fattela; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "fatto" (*) con un'altra parola si può ottenere: sa * = sfatato; sia * = sfiatato; afre * = affaretto; sega * = sfegatato; sola * = solfatato; insidi * = infastidito; * nastica = fantasticato.
Frasi con "fatto"
»» Vedi anche la pagina frasi con fatto per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Il nuovo fatto che si aggiunse a tutta la storia era proprio terrificante.
  • Oltre al fatto che me ne sono dimenticata, c'è anche che non avevo più tempo a disposizione.
  • Hai fatto tutto quello che ti avevo chiesto o lo hai dimenticato?
Proverbi
  • Non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te stesso.
  • Quel che è fatto è reso.
  • Per essere un buon comandante, bisogna aver fatto una grande guerra.
  • La prima gallina che canta ha fatto l'uovo.
  • Vale più un fatto di mille parole.
  • Attacca la capra alla vigna, quello che ha fatto la mamma fà la figlia.
  • Mal può rendere ragion del proprio fatto chi lardo, o pesce lascia in guardia al gatto.
Espressioni e Modi di Dire
  • La goccia che ha fatto traboccare il vaso
Libri
  • Candido, ovvero un sogno fatto in Sicilia (Scritto da: Leonardo Sciascia; Anno 1977)
  • È fatto giorno (Scritto da: Rocco Scotellaro; Anno 1954)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Fatto, Di fatto, In fatti - Fatto è la cosa fatta, considerata materialmente e presente; onde il modo Di fatto indica la realtà dell'azione e la materiale e presente esistenza. - In fatti è modo speciale che lega l'uno e l'altro periodo, indicando che la proposizione seguente è prova della precedente. [immagine]
Dire la sua, Dire la sua opinione, Dire il fatto suo - Dire la sua opinione è significare come reputiamo debba procedersi in un dato caso, o qual è il nostro giudizio rispetto a certe cose. - Dire la sua non implica formale giudizio: è il parlare sopra un dato soggetto su cui altri hanno già parlato: e spesso ha dell'ironico o del dispettoso. - «Anch'egli volle dir la sua.» - La frase Dire il fatto suo significa risentimento o rimprovero. - «Anderò là, e gli dirò il fatto mio.» [immagine]
Fatto sta, Il fatto sta, Fatto è o il fatto è - Fatto sta è modo di accertare che una cosa è quale l'affermiamo, ed è generico.-Quando si dice Il fatto sta, determiniamo un poco più.-Fatto è o Il fatto è determina e afferma assolutamente.-«Tu hai a dir quel che vuoi; ma il fatto è che la carta la scrisse egli.» [immagine]
Effettivamente, In effetto, In fatto, Infatti, Difatto, Realmente, Veramente, Propriamente, Assolutamente, In verità - Effettivamente dà la cosa per vera ed esistente. - In effetto la mostra vera o non vera alla prova. - « Chi può dirsi effettivamente giusto ed onesto? chi è tale in effetto. » - In fatto è tutt'altra cosa che In ragione, o speculativamente. - « Molte belle teorie si trova che in fatto non reggono. » - Infatti pare voglia dire Secondo la verità del fatto e del detto: o che la cosa succedette come si era preveduto; infatti, si dice, la cosa succedette di qui fin qui. - Prova di fatto, è quella che, dell'asserzione, il fatto stesso porta con se. - « Contro le prove di fatto non vale l'argomentare. » - Realmente indica la realtà, cioè l'esistenza, e quasi l'identità della cosa. - « Non è realmente bello che il vero, il giusto, il buono. Egli è realmente quello che pare. » - Veramente significa la verità assoluta della cosa. - « Chi non sarà veramente mondo d'ogni macchia di colpa, non entrerà nel regno de' cieli. » - Propriamente dice la convenienza e l'aggiustatezza della cosa all'uso suo. - « Chi parla e scrive propriamente, si serve de' termini precisi ed esatti. » - Assolutamente non ammette alcuna dubbiezza o tergiversazione. Un padre dice a' suoi figli: « Voglio che ciò si faccia assolutamente. » - In verità è forma di sacramento, di giuramento: è forma quasi sacra, perchè traduce la parola così autorevole e così piena di celeste gravità che Gesù Cristo ripeteva, quando voleva inculcare qualche eterna verità negli Apostoli suoi: « Amen, amen, dico vobis, etc.: In verità, in verità vi dico che il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno giammai. » (Zecchini). [immagine]
Fatto, Fatto Pasqua, Dopo Pasqua, Passata la Pasqua - Quando si usa la voce Fatto a modo di avverbio di tempo, si accenna il tempo che succede al giorno nominato, e indica tempo immediato. - Fatto Pasqua, per esempio, si intende generalmente per il giorno appresso. - Dopo Pasqua si allarga un poco più, e può intendersi qualche giorno appresso. - Passata la Pasqua, si allarga più ancora, e può anche intendersi una o più settimane dopo. Questo dico per la stretta proprietà; ma l'uso confonde spesso tutte e tre queste maniere di dire. [immagine]
Fatto, Fare a fatto, Fare il fatto suo, o i fatti suoi, Badare ai fatti suoi - Fare a fatto è l'operare senza riguardo, tirando innanzi senza badare a qualità di cose o di persone, trattandosi specialmente di scelta da farsi, di cose da esaminare. - «Entrò in bottega e cominciò a fare a fatto.» - La frase Fare il fatto suo, accenna più specialmente a utilità e guadagno. - La frase Fare i fatti suoi è Attendere e dare spaccio alle cose proprie. - «Attese da sè all'opera e fece il fatto suo. - Chi fa i fatti suoi non fa opera servile.» - La frase Badare a' fatti suoi vale semplicemente Non ingerirsi delle cose altrui. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Azione, Fatto - Per costituire l'azione è necessaria la volontà; il fatto può anche essere opera del caso; l'azione può costituire soltanto un fatto morale, speculativo: il fatto è azione che ha, o ha avuto corpo; questo lascia sempre qualche traccia, qualche reliquia; quella, quando sia soltanto speculativa, può non lasciarne alcuna. Azione si dice per scaramuccia o maggior battaglia; e in questo senso dicesi anche fatto d'armi. [immagine]
Effettivamente, In effetto, In fatto, Infatti, Difatto, Realmente, Veramente, Propriamente, Assolutamente, In verità - Effettivamente dà la cosa per vera ed esistente; in effetto la mostra vera o non vera alla prova: chi può dirsi effettivamente giusto ed onesto? - colui che lo è in effetto. In fatto è tutt'altra cosa che in ragione, o speculativamente: moltre belle teorie si trova che in fatto non reggono. Infatti pare voglia dire: secondo la verità del fatto e del detto: o che la cosa succedette come si era preveduto; infatti, si dice, la cosa succedette di qui fin qui. Prova di fatto, è quella che, dell'asserzione, il fatto stesso porta con sè: contro le prove di fatto non vale l'argomentare. Realmente indica la realtà, cioè l'esistenza, e quasi l'identità della cosa: non è realmente bello che il vero, il giusto, il buono: egli è realmente quello che pare. Veramente significa la verità assoluta della cosa: chi non sarà veramente mondo d'ogni macchia di colpa, non entrerà nel regno de' cieli. Propriamente dice la convenienza e l'aggiustatezza della cosa all'uso suo: chi parla e scrive propriamente, si serve de' termini precisi ed esatti. Assolutamente non ammette alcuna dubbiezza o tergiversazione: un padre dice a' suoi figli: voglio che ciò si faccia assolutamente. In verità è forma di sacramento, di giuramento: è forma quasi sacra, perchè traduce la parola così autorevole e così piena di celeste gravità che G. Cristo ripeteva, quando voleva inculcare qualche eterna verità negli apostoli suoi: amen, amen, dico vobis ecc.: in verità, in verità vi dico che il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno giammai. [immagine]
Fatto, Adulto - Fatto è più, per la sua affinità con maturo; adulto è meno, per la relazione che ancora ha con adolescente. Giovane adulto, uomo fatto. [immagine]
Fatto, Maturo, Stagionato, Mezzo - Fatto, parlando di frutta, significa che hanno oltrepassato di un tantino il punto della loro vera maturità; mezze, che sono strafatte, e già pervenute a quello stato di mollezza per cui presto presto infracidiscono: vi sono però delle frutta che per essere buone hanno da diventar mezze, come le nespole, le susine e simili. Stagionato, dicesi meglio di altri comestibili, alla preparazione dei quali concorra per molta parte la mano dell'uomo e l'azione del tempo, che non delle frutta: nello stagionare, o meglio direi lasciare stagionare una cosa, molto vale la pratica, il colpo d'occhio, per cui uno sappia dire quando la sarà veramente buona, cioè stagionata. In senso traslato, e d'uomo parlando, fatto è meno di maturo; stagionato ha un certo senso ironico per cui può significare più che maturo: d'un uomo di età già alquanto avanzata che meni moglie, dicono gli amici: egli è stagionato, bene stagionato; e vogliono intendere, non che sia nella stagion vera, nel momento vero di ammogliarsi, ma che per lui questa stagione dovrebb'essere passata. Fatto, dicesi delle cose per cui maturo non cadrebbe bene; stagionato, del legno quando è buono da mettere in opera, o da bruciare; del fieno quando si è bene disseccato, e poi assodato nel fenile. [immagine]
Fatto, Affare - Un fatto è sempre compito, finito; un affare può esserlo, ma è affare tuttavia quand'è ancora in trattativa: che anzi potrebbe dirsi, come di dieci affari proposti, incominciati, è molto se uno o due si portano a felice compimento: un affare adunque è il più sovente un fatto ancora incompiuto (da fare). Affari ha più tratto alle transazioni commerciali o d'altro interesse: fatti, più alle cose domestiche ed altre abitudini della vita. Vi sono di quelli che si farebbero scrupolo di metter parola in un affare, per timore, dicono, di recar pregiudizio; e ne mettono poi cento, inconsideratamente, in fatti di maggior delicatezza, da cui può dipendere la pace delle famiglie, l'onore degl'individui. Fare i fatti suoi, vale, starsene da sè, non mischiarsi in brighe, in intrighi o altre cose di simil genere. [immagine]
Verità, Fatto - Il fatto è vero come fatto, ma può attestare un principio falso o dubbioso; la verità è assoluta, è una: è essa stessa un fatto indestruttibile nell'ordine delle idee, abbenchè possa venire talora nascosto o dimenticato: altro è dire, questa è la verità; altro, questo è il fatto: Il primo dire è una specie di giuramento; il secondo è una semplice asserzione. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: fattibilità, fattispecie, fattiva, fattivamente, fattive, fattivi, fattivo « fatto » fattoci, fattomi, fattore, fattoressa, fattoresse, fattori, fattoria
Parole di cinque lettere: fatti « fatto » fatua
Lista Aggettivi: fattibile, fattivo « fatto » fatturabile, faunistico
Vocabolario inverso (per trovare le rime): adattò, adatto, riadattò, riadatto, inadatto, disadatto, redatto « fatto (ottaf) » strafatto, tumefatto, stupefatto, rarefatto, esterrefatto, torrefatto, putrefatto
Indice parole che: iniziano con F, con FA, iniziano con FAT, finiscono con O

Commenti sulla voce «fatto» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze