Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «cavallo», il significato, curiosità, associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Cavallo

Parole Collegate
»» Aggettivi per descrivere cavallo (veloce, bianco, nero, pezzato, ...)
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
equino (9%), battaglia (8%), pazzo (8%), sella (8%), asino (6%), cavaliere (5%), corsa (4%), dondolo (4%), troia (3%), trotto (3%), fantino (3%), ippica (2%), mulo (2%), galoppo (2%), purosangue (2%), puledro (2%), animale (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Pezzi nel gioco degli scacchi [Pedone « * » Alfiere]

Foto taggate cavallo

Cavalli di razza murgese

controventocontroluce

Dioscuri
Tag correlati: statua, monumento, cavaliere, piazza, palazzo, equestre, statue, cavalli, alberi, prato, oro, finestre, erba, acqua, luci, animali, notturno, pascolo, fantino, palazzi, muro, spada, torre, cavallino, chiesa, criniera, notte, neve, tramonto, legno
Giochi di Parole
La parola cavallo è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: ll.
Divisione in sillabe: ca-vàl-lo. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: collava.
cavallo si può ottenere combinando le lettere di: col + lava.
Componendo le lettere di cavallo con quelle di un'altra parola si ottiene: +moa = allocavamo; +[eta, tea] = allocavate; +din = cavillando; +sos = collassavo; +udì = collaudavi; +duo = collaudavo; +tir = coltivarla; +[est, set] = costellava; +rom = crollavamo; +tre = crollavate; +[est, set] = scollavate; +tar = tracollava; +tir = tracollavi; +din = vacillando; +anca = accavallano; +[acre, care, cera, ...] = accavallerò; +[acni, cani, cina, ...] = accavallino; +[coma, moca] = accollavamo; +[tace, teca] = accollavate; ...
Vedi anche: Anagrammi per cavallo
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: cavalco, cavalli, cavillo.
Con il cambio di doppia si ha: cavammo.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: avallo.
Altri scarti con resto non consecutivo: cavo, callo, calo.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: bollava, collava, mollava, rollava.
Parole con "cavallo"
Iniziano con "cavallo": cavallona, cavallone, cavalloni, cavallotti, cavallotto, cavallottini, cavallottino.
Finiscono con "cavallo": accavallo, accavallò, caciocavallo, mazzacavallo.
»» Vedi parole che contengono cavallo per la lista completa
Parole contenute in "cavallo"
ava, allo, cava, vallo, avallo. Contenute all'inverso: lava, olla.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "cavallo" si può ottenere dalle seguenti coppie: cavasti/stillo, cavata/tallo, cavati/tillo, cavatine/tinello, cavatore/torello, cavava/vallo, cavavi/villo, cavalca/calo, cavalcavo/cavolo, cavalchi/chilo, cavalco/colo.
Usando "cavallo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * vallone = cane; * valloni = cani; bucava * = bullo; brucava * = brullo; * loca = cavalca; * loco = cavalco; * locai = cavalcai; * lochi = cavalchi; mantecava * = mantello; * locano = cavalcano; * locare = cavalcare; * locata = cavalcata; * locate = cavalcate; * locati = cavalcati; * locato = cavalcato; * locava = cavalcava; * locavi = cavalcavi; * locavo = cavalcavo; * locammo = cavalcammo; * locando = cavalcando; ...
Lucchetti Riflessi
Usando "cavallo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * oliere = cavaliere.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "cavallo" si può ottenere dalle seguenti coppie: cane/vallone, cani/valloni, cavalca/loca, cavalcai/locai, cavalcammo/locammo, cavalcando/locando, cavalcano/locano, cavalcante/locante, cavalcare/locare, cavalcarono/locarono, cavalcasse/locasse, cavalcassero/locassero, cavalcassi/locassi, cavalcassimo/locassimo, cavalcaste/locaste, cavalcasti/locasti, cavalcata/locata, cavalcate/locate, cavalcati/locati, cavalcato/locato, cavalcatore/locatore...
Usando "cavallo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: bullo * = bucava; * tillo = cavati; * villo = cavavi; brullo * = brucava; * calo = cavalca; * colo = cavalco; * stillo = cavasti; * chilo = cavalchi; * tinello = cavatine; * torello = cavatore; * cavolo = cavalcavo; mantello * = mantecava.
Sciarade incatenate
La parola "cavallo" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: cava+allo, cava+vallo, cava+avallo.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "cavallo"
»» Vedi anche la pagina frasi con cavallo per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Una passeggiata a cavallo tra i campi è la miglior medicina contro lo stress.
  • La carne di cavallo ha un odore particolare ed intenso; non a tutti piace.
  • A cavallo della sua scopa la strega Nocciola arrivò a destinazione.
Proverbi
  • L'occhio del padrone ingrassa il cavallo.
  • Mal si giudica il cavallo dalla sella.
  • Guardati da tre cose: da cavallo focoso, da uomo infido e da donna svergognata.
  • A buon cavallo non manca sella.
  • A cavallo giovane, cavaliere vecchio.
  • A buon cavallo non occorre dir trotta.
  • La superbia va a cavallo e torna a piedi.
  • A cavalier novizio, cavallo senza vizio.
  • Chi porta la moglie a ogni festa e il cavallo a bere a ogni fontana, alla fine dell'anno avrà il cavallo bolso e la moglie puttana.
  • A cavallo di fuoco, uomo di paglia, a uomo di fuoco, cavallo di paglia.
  • Campa cavallo che l'erba cresce.
  • A cavallo d'altri non si dice zoppo.
  • Cavallo vecchio, tardi muta ambiatura.
  • Uomo a cavallo, sepoltura aperta.
  • Letame di cavallo non fa fallo, quello di bue fa quello che può, quello di pecora fa moltissimo.
Espressioni e Modi di Dire
  • Cavallo di battaglia
  • Il mio regno per un cavallo
  • Cavallo di Troia
  • Cavallo di razza
  • Andare con il cavallo di San Francesco
  • Febbre da cavallo
Libri
  • Le cronache di Narnia: Il cavallo e il ragazzo (Scritto da: Clive Staples Lewis; Anno 1954)
Titoli di Film
  • Il cavallo d'acciaio (Regia di John Ford; Anno 1924)
  • Un uomo chiamato Cavallo (Regia di Elliot Silverstein; Anno 1970)
  • La vendetta dell'uomo chiamato Cavallo (Regia di Irvin Kershner; Anno 1976)
Canzoni
  • A cavallo della luna (Cantata da: As Meninas; Anno 1985)
  • Lui andava a cavallo (Cantata da: Gino Bramieri e Aurelio Fierro; Anno 1962)
  • Cavallo bianco (Cantata da: Paolo Riviera; Anno 1980)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
A cavallo, A cavalluccio, A cavalcioni, A cavaliere - A cavallo esprime il senso proprio dello stare o andare della persona su d'un cavallo: sul cavallo invece puossi mettere e adattare qualunque cosa, o anche persona non sana, o morta. A cavalluccio vale stare sulle spalle d'altra persona con una gamba di qua e una di là del collo. A cavalcioni significa stare a cavallo su qualche cosa, come un bastone, un muricciuolo, o anche su persona, ma in tutt'altra posizione che sul collo, chè allora, come s'è veduto, dicesi a cavalluccio. A cavaliere dicesi propriamente di casa, fortezza o sito che trovisi sul culmine d'una montagna o collina, e da dove per conseguenza la vista domini di qua e di là della stessa. [immagine]
Palafreno, Destriero, Corsiero, Corridore, Cavallo, Ronzino, Ginetto, Cavalcatura; Palafreniere, Staffiere - «Cavallo è la specie: un cavallo può essere destriere, corsiere, ronzino, ma un destriere non è corsiero, un ronzino non è palafreno. Queste differenze erano più chiare ne' tempi vecchi: ora l'uso talvolta le appiana». Grassi.

Destriero era grande e forte cavallo di battaglia a ciò forse addestrato: corsiere, cavallo leggiero e resistente al corso; palafreno, è meno di destriere e corsiere, ma pure dice cavallo assai bello e buono; corridore è aggettivo sostantivato, come corsiere, ed è cavallo da corsa specialmente: ronzino, cavallo di poco pregio; non è molto distante, anche nel suono, da rozza.

«Ginetto, cavallo spagnuolo». Cioni.

La cavalcatura è la bestia, qualunque ella siasi, che si ha fra le gambe e ci porta: buona, grama cavalcatura dicesi per significarne il valore, la qualità. Il palafreniere ha cura de' cavalli, e segue il padrone a cavallo egli pure: lo staffiere è più servo attinente alla carrozza, e sta alla staffa della medesima quando vi montano o ne scendono i padroni. [immagine]
Dizionario compendiato di antichità del 1821/1822
Cavallo - Questo Animale, che nella sua aria, nella sua incollatura, nel suo camminare ha un non so che di guerriero, fino dalla più remota antichità servì per i combattimenti. Non si cominciò per altro a impiegarlo in quel che dicesi Cavalleria; ma furono i Cavalli attaccati a dei Carri, d'onde slanciavansi dardi e freccie contro degli inimici. L'uso però della Cavalleria come ai tempi nostri è nonostante antichissimo.

In molti Paesi i Cavalieri e i Cavalli erano tutti coperti di ferro, e però si dicevano Cataphracti equites. Ma ciò che si dura fatica a comprendere si è, che i Cavalli presso di tutti i Popoli antichi non avevano nè sella, nè staffe, ed i Cavalieri non aveano stivali. Avanti l'anno 385. della nostra era i Cavalli da cavalcare non eran coperti che di gualdrappe o tappeti in vece di selle; ma da una Legge di quell'anno l'uso rilevasi delle selle. L'educazione, l'esercizio, l'abitudine aveva accostumato a far di meno di questi soccorsi, ed anche a non avvedersi che ne mancassero. Eranvi i Numidi, che non conoscevano l'uso delle briglie per guidare i loro Cavalli, ma che col solo tuon della voce, o toccandoli col calcagno, o collo sprone, li facevano andare avanti o rinculare o fermare o voltare a dritta o a sinistra; in una parola eseguivansi così tutti i movimenti dei Cavalli meglio disciplinati. Talora conducendo insieme due Cavalli, saltavano dall'uno sull'altro nel forte della mischia; e ciò per sollevare il primo allorchè sembrava loro che fosse stanco.

Il modo, con cui gl'Antichi attaccavano i Cavalli ad un Carro, era molto differente dal nostro. Per il solito non ne mettevano nè meno di due nè più di quattro, e sempre di fronte. Si fecero da principio i Carri a due timoni, ma talmente disposti che ogni timone era tra due Cavalli; di modo che tra i due timoni vi erano due Cavalli, e al di fuori un Cavallo a diritta ed uno a sinistra. Clistene di Sicione fu il primo, che per rimediare a questo incomodo inventò i Carri ad un solo timone, al quale si cominciò ad attaccare due Cavalli uno a diritta l'altro a sinistra, e gli altri due che vi si aggiungevano, uno per parte, non erano uniti al timone se non se come lo sono i nostri bilancini; ma sempre in maniera che i quattro Cavalli fossero di fronte, e che il Cocchiere tenesse le redini dei freni di tutti i Cavalli. Erano Carri di questa specie quelli, che si adopravano nei Giuochi del Circo.

Si ferravano i Cavalli fin dal tempo d'Omero; e se è necessario prendere alla lettera l'espression del Poeta ciò facevasi col rame lavorato in forma di mezza Luna, sì Come Eustazio lo spiega. La Sig. Dacier osserva altresì che fin da quel tempo l'Arte di cavalcare e di addestrare i Cavalli era giunta ad una sì gran perfezione, che un uomo solo conducea più Cavalli, e montava ora sull'uno ora su l'altro mentre correva, come dicesi, a briglia sciolta. Eravi presso gli Antichi una maniera di montare a Cavallo, che dicevasi slanciarsi dalla picca, e consisteva nel modo che appresso. L'Uomo, che doveva montare a Cavallo, prendeva una picca, cui era attaccato un rampino ad una certa altezza, che teneva luogo di staffa: vi metteva il piede sopra, prendendo nel tempo istesso colla mano sinistra la briglia più vicino al morso che mai poteva; e si slanciava così sul Cavallo.

Il Cavallo era consacrato a Nettuno; ed era costume antichissimo, che durò lungo tempo, quello cioè di gettare dei Cavalli vivi nel mare. (Vedi CarroEquitazione)
Gran Dizionario Teorico-Militare del 1847
Cavallo - s.m. Cheval. Animale quadrupede da tiro o da sella, il quale serve a molti usi di guerra. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: cavalletti, cavalletto, cavalli, cavallina, cavalline, cavallini, cavallino « cavallo » cavallona, cavallone, cavalloni, cavallotti, cavallottini, cavallottino, cavallotto
Parole di sette lettere: cavalli « cavallo » cavammo
Vocabolario inverso (per trovare le rime): reinstallò, reinstallo, disinstallò, disinstallo, vallo, avallò, avallo « cavallo (ollavac) » mazzacavallo, accavallo, accavallò, caciocavallo, intervallo, intervallò, bello
Indice parole che: iniziano con C, con CA, iniziano con CAV, finiscono con O

Commenti sulla voce «cavallo» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


foto vincitrice contest cavallo


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze