Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «palazzo», il significato, curiosità, associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Palazzo

Parole Collegate
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
edificio (11%), potere (9%), reale (8%), casa (6%), condominio (4%), ducale (4%), antico (4%), stabile (4%), piani (4%), grattacielo (4%), governo (3%), re (2%), grande (2%), città (2%), abitazione (2%), epoca (2%), politica (2%), appartamento (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Articoli interessanti e pagine web
Almanacco: Posta la prima pietra per il Palazzo di Westminster
Liste a cui appartiene
Tipologie di abitazione [Palazzina « * » Palazzone]

Foto taggate palazzo

Finalmente una verde

giochi geometrici

Villino Ruggeri
Tag correlati: finestre, balcone, vetri, liberty, balconi, piazza, colonne, acqua, archi, facciata, vetro, ringhiera, luci, grattacielo, persiane, finestra, alberi, palazzi, casa, statue, statua, lampione, decorazioni, fontana, muro, notturno, monumento, notte, lampioni, piante
Giochi di Parole
La parola palazzo è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: zz.
Divisione in sillabe: pa-làz-zo. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di palazzo con quelle di un'altra parola si ottiene: +tai = opalizzata; +ito = opalizzato; +lui = palazzuoli; +rii = polarizzai; +tre = prezzolata; +[sai, sia] = spazzolaia; +sei = spazzolaie; +osi = spazzolaio; +sta = spazzolata; +[est, set] = spazzolate; +sto = spazzolato; +cere = capezzolare; +[ceri, crei] = capezzolari; +citi = capitalizzo; +[dire, idre, ride] = depolarizza; +sedi = ospedalizza; +[caci, ciac, cica] = palazzaccio; +iran = palazzinaro; +cuci = palazzuccio; +iran = paralizzano; +[arti, atri, irta, ...] = paralizzato; +[riva, vari, vira] = paralizzavo; +erri = paralizzerò; ...
Vedi anche: Anagrammi per palazzo
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: palazzi.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: palo, pazzo, alzo, lazo.
Parole con "palazzo"
Iniziano con "palazzo": palazzone, palazzoni, palazzotti, palazzotto.
Parole contenute in "palazzo"
ala, pala, lazzo.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "palazzo" si può ottenere dalle seguenti coppie: palchi/chiazzo, palpi/piazzo, palamiti/mitizzo, palato/tozzo.
Lucchetti Alterni
Usando "palazzo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * piazzo = palpi; * tozzo = palato; * chiazzo = palchi; * mitizzo = palamiti.
Sciarade incatenate
La parola "palazzo" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: pala+lazzo.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "palazzo"
»» Vedi anche la pagina frasi con palazzo per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Nel palazzo accanto, abita una famiglia di stirpe nobile, le cui origini risalgono addirittura ai primi decenni del Duecento.
  • Per la costruzione del nuovo palazzo, purtroppo verrà distrutto il giardino pubblico.
  • Il palazzo in cui abito ha una cinquantina di anni.
Scioglilingua
  • Con la tazza un mezzo pazzo vuota il pozzo del palazzo.
Espressioni e Modi di Dire
Libri
  • Palazzo Yacoubian (Scritto da: Ala Al-Aswami; Anno 2007)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Palazzo, Palazzotto, Palazzina - Palazzo è casa signorile, grande, e di nobile architettura. - Palazzotto è palazzo, non grande molto, ma nobile e ben murato. - Palazzina è casa elegante, in luogo ameno, con giardino dinanzi, e lontana dal centro della città, o da ceppi di altre case; che si chiama pure Casino se alla eleganza si unisce il lusso, come è, o era, il Casino della Livia là da San Marco. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Edifizio, Casa, Palazzo, Monumento - Casa di o da particolari, di o da borghesi: palazzo da re, da gran signori. Il monumento può esser un edifizio, ma può essere una semplice statua su d'un piedestallo, una colonna, un busto, un'iscrizione sul marmo o sul bronzo; monumenti dell'arte, della scienza, della letteratura antica sono sì i libri, i frammenti di opere perdute, che gli edifizii, le statue mutilate, i geroglifici, ecc.: le rovine stesse sono monumenti parlanti dell'antica grandezza, delle civiltà che precedettero la nostra. L'edifizio ha da essere almeno un tempietto, un arco, una cappella, o altro che di congenere: monumento però, quando s'applica a cosa edificata, è capace di più grande significazione: S. Pietro di Roma è il monumento più grande che la cristianità abbia elevato a Dio. [immagine]
Palagio, Palazzo - Palagio ha più del ricercato, dell'affettato forse; ma nella poesia o prosa poetica può avere bel luogo; palazzo è dell'uso comune. [immagine]
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Palazzo - Dal latino palatium. Augusto avendo fatto costruire sul Palatium, o Monte Palatino, ch'era uno dei sette colli di Roma, una magnifica casa, fu a questa dato il nome del colle; e dipoi, la voce palatium significò presso i Romani un'abitazione fabbricata con magnificenza.

La parola palazzo, italiana, ha per equivalente in francese quella di hotel. Questa anticamente si diceva in Francia per la casa del re; per cui seguita a dirsi tuttora le grand prevòt de l'hòtel, le maitre des requètes de l'hòtel. [immagine]
Maire del palazzo - Magister palatii, oppure major domus regiae. Era anticamente in Francia la prima dignità del regno. Questo ufficio corrispondeva assai a quello che presso i Romani chiamavasi Prefetto del pretorio. I maire di palazzo avevano anche il titolo di principi, o duchi del palazzo e di duchi di Francia. La storia non fa menzione dell'istituzione di codesta carica, antica quasi quanto la monarchia. Vero si è che non n'è discorso sotto Clovigi 1.° ed i suoi figli; ma quando Gregorio di Tours e Fredegaire ne parlano, sotto il regno dei nepoti di quel principe, la citano come dignità digià stabilita. Quei maire da principio erano creati soltanto per un dato tempo, indi a vita, ed alla fine divennero ereditarj. Pepino, figlio di Carlo Martel, il quale dopo suo padre adempiè tali funzioni, essendo pervenuto alla corona nel 752, pose termine al loro governo. Coloro che li sostituirono si chiamarono gran siniscalchi, e poi gran-maestri di Francia, o gran-maestri della casa del re. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Palazzo - S. m. Palagio. Lat. aur. Palatium. Petr. Son. 2. part. III. (C) Qui non palazzi, non tëatro o loggia, Ma 'n lor vece un abete, un faggio, un pino. Bocc. Nov. 5. g. 2. Lasciate le terre, e li palazzi, in questa terra ne rifuggimmo. T. Bianchin. Lez. 39. In veggendo un palazzo, il quale adorno sia di statue di ricco marmo, di preziosi paramenti, di maravigliose dipinture, e di mille altri riguardevoli addobbi corredato. [Cont.] Sansov. Ven. descr. 141. v. Non è città in Europa che abbia più palazzi… di Venezia, i quali noi chiamiamo case per modestia, non avendo nome di palazzo altro che quello del doge.

2. T. Palazzo, Senz'art. per Tribunale. Andare a palazzo. Prov. Tosc. 156. Pane in piazza, giustizia in palazzo, sicurezza per tutto.

T. Quel di Firenze, ch'era del Com., dicesi: Passare da Palazzo Vecchio, le scale di P. V. non del nè dal.

[Cont.] Palazzo della Signoria. Mart. Arch. III. 1. Il palazzo della signoria, o signore, sia più degli altri elevato ed espedito intorno, più vicino e propinquo alla principale piazza è possibile, per la comodità dell'udienze e congregazioni civili.

3. In senso di Corte principesca. Cospirazioni di palazzo. Prov. Tosc. 152. Chi non ha visaccio non vada a palazzo. (Chi non è sfacciato, non si metta a stare in corte.) Ma può intendersi anco di Tribunale; Non faccia l'avvocato, non litighi.

Dat. Lepid. 20. (Man.) Questa risposta parve strana a palazzo, ma poi si rinvenne. Red. Lett. 2. 108. Stanotte sono stato tutta notte a palazzo senza dormire.

4. T. Prefetto di palazzo, Maestro di palazzo, dignità di Corte. = Boez. Varch. 3. pros. 4. (C) d'esser maestro del palazzo era anticamente potestà rande; oggi non è altro che un nome vano (coll'art. nen com.).

T. Maestro del Sacro Palazzo; Il frate domenicano censore in Roma.

5. T. Palazzo pretorio, del Potestà, del Comune.

6. Donna di palazzo, vale Cortigiana.

7. [Camp.] Palazzo eterno, fig. per Corte celeste, Paradiso. D. 3. 21. Chè la bellezza mia, che per le scale Dell'eterno palazzo più s'accende, Com'hai veduto, quanto più si sale…
Palazzo di Lepre - (Bot.) Sorta di erba, detta altrimenti Sparaghella. (M.)
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: palazzinara, palazzinare, palazzinari, palazzinaro, palazzine, palazzini, palazzino « palazzo » palazzone, palazzoni, palazzotti, palazzotto, palazzucci, palazzuccio, palazzuoli
Parole di sette lettere: palazzi « palazzo » paleini
Vocabolario inverso (per trovare le rime): rimpiazzò, rimpiazzo, scopiazzò, scopiazzo, spiazzò, spiazzo, lazzo « palazzo (ozzalap) » intrallazzo, intrallazzò, sollazzo, svolazzo, svolazzò, mazzo, schiamazzo
Indice parole che: iniziano con P, con PA, iniziano con PAL, finiscono con O

Commenti sulla voce «palazzo» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze