Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «acqua», il significato, curiosità, associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Acqua

Parole Collegate
»» Aggettivi per descrivere acqua (fresca, chiara, limpida, potabile, ...)
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
vino (11%), potabile (9%), fuoco (8%), vita (6%), liquido (5%), sete (4%), mare (4%), fresca (4%), fiume (3%), bere (3%), corrente (3%), cheta (2%), deserto (2%), sapone (2%), calda (2%), terra (2%), chiara (2%), dolce (2%), fonte (2%), pura (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Articoli interessanti e pagine web
Salute Italia: Quanta acqua bere al giorno
Liste a cui appartiene
Parole con un dittongo [ * » Ateniese]

Foto taggate acqua

Cannelle

la cannella

sci d'acqua
Tag correlati: mare, alberi, lago, fiume, montagna, montagne, fontana, barca, tramonto, rocce, cascata, onde, case, spiaggia, barche, scogli, ponte, sole, luci, sassi, spruzzi, roccia, albero, schiuma, foglie, neve, erba, notturno, notte, rami
Giochi di Parole
La parola acqua è formata da cinque lettere, tre vocali e due consonanti.
Divisione in sillabe: àc-qua. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di acqua con quelle di un'altra parola si ottiene: +non = annacquo; +dir = quadrica; +sol = qualcosa; +tir = quartica; +sir = squarcia; +coli = acquicola; +ferì = acquifera; +[iris, risi] = acquisirà; +[siti, tisi] = acquisita; +[svii, visi] = acquisiva; +[siti, tisi] = acquistai; +[lino, nilo] = acquolina; +[osti, sito, tosi] = acquosità; +loti = loquacità; +fili = qualifica; +[iris, risi] = squarciai; +etino = acquietano; +otite = acquietato; +[avite, evita, ivate, ...] = acquietava; +[eviti, vieti] = acquietavi; +[evito, vieto] = acquietavo; +[miosi, omisi] = acquisiamo; +esiti = acquisiate; ...
Vedi anche: Anagrammi per acqua
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: acque.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: acquai, acquea.
Parole con "acqua"
Iniziano con "acqua": acquai, acquaia, acquaie, acquaio, acquario, acquaiola, acquaiole, acquaioli, acquaiolo, acquapark, acquatica, acquatici, acquatico, acquavite, acquaviti, acquaforte, acquanauta, acquanaute, acquanauti, acquaplani, acquaplano, acquaragia, acquarelli, acquarello, acquasanta, acquatiche, acquatinta, acquattare, acquattata, acquattate, ...
Finiscono con "acqua": annacqua, paracqua, sciacqua, sottacqua, risciacqua, scaldacqua, scialacqua, scaldaacqua.
Contengono "acqua": adacquare, annacquai, sciacquai, annacquano, annacquare, annacquata, annacquate, annacquati, annacquato, annacquava, annacquavi, annacquavo, sciacquano, sciacquare, sciacquata, sciacquate, sciacquato, sciacquava, sciacquavi, sciacquavo, annacquammo, annacquando, annacquante, annacquanti, annacquasse, annacquassi, annacquaste, annacquasti, risciacquai, sciacquammo, ...
»» Vedi parole che contengono acqua per la lista completa
Parole contenute in "acqua"
qua.
Incastri
Inserito nella parola anni dà ANNacquaI; in scii dà SCIacquaI; in scindo dà SCIacquaNDO; in scisse dà SCIacquaSSE; in scissi dà SCIacquaSSI; in scisti dà SCIacquaSTI; in sciali dà SCIALacquaI; in scissero dà SCIacquaSSERO.
Inserendo al suo interno istat si ha ACQUistatA.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "acqua" si può ottenere dalle seguenti coppie: ace/equa, acini/iniqua.
Lucchetti Riflessi
Usando "acqua" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: pasca * = pasqua; ubica * = ubiqua.
Lucchetti Alterni
Usando "acqua" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * iniqua = acini.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "acqua" (*) con un'altra parola si può ottenere: terre * = terracquea; annerì * = annacquerai; sciite * = sciacquiate.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "acqua"
»» Vedi anche la pagina frasi con acqua per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • È molto salutare bere tanta acqua nelle bollenti giornate estive.
  • Non sentirti l'acqua alla gola: ragiona e cerca di fare tutto con calma.
  • L'elemento fondamentale per molti esseri viventi è proprio l'acqua.
Proverbi
  • L'acqua non si rifiuta neanche al peggior nemico.
  • Sotto la neve pane, sotto l'acqua fame.
  • L'acqua corre al mare.
  • Chi semina con l'acqua, raccoglie col paniere.
  • L'acqua fa venire le rane nella pancia.
  • Dove non va acqua ci vuol la zappa.
  • L'acqua fa marcire i pali.
  • Cielo a pecorelle acqua a catinelle.
  • L'acqua fa marcire la pancia e fa venire i vermi.
  • L'acqua cheta rovina i ponti.
  • Acqua cheta rompe i ponti.
  • L'acqua lontana non spegne il fuoco.
  • L'acqua fa l'orto.
  • La classe non è acqua.
  • L'acqua di maggio inganna il villano, par che non piova e si bagna il gabbano.
  • La prima acqua è quella che bagna.
  • Acqua passata non macina più.
  • L'acqua non è fatta per sposarsi.
  • Chi si è scottato con l'acqua calda, ha paura anche di quella fredda.
  • Con il tempo l'acqua buca anche le rocce.
  • Ognuno tira l'acqua al suo mulino quando c'è di mezzo il grano.
Espressioni e Modi di Dire
  • Avere bevuto l'acqua di Fontebranda
  • Acqua in bocca
  • Acqua e sapone
  • Scoprire l'acqua calda
  • Mettere a pane e acqua
  • Portare acqua al proprio mulino
  • Gettare il bambino con l'acqua sporca
  • Friggere con l'acqua
  • Gettare acqua sul fuoco
  • Specchio d'acqua
  • Facile come bere un bicchier d'acqua
  • Perdersi in un bicchiere d'acqua
  • Buco nell'acqua
  • Avere l'acqua alla gola
  • Fare acqua da tutte le parti
  • Somigliarsi come due gocce d'acqua
  • All’acqua di rose
Libri
  • Il paese dell'acqua (Scritto da: Graham Swift; Anno 1987)
  • Il custode dell'acqua (Scritto da: Franco Scaglia; Anno 2002)
Canzoni
  • Con l'acqua alla gola (Cantata da: Nino Buonocore; Anno 1988)
  • Acqua azzurra, acqua chiara (Cantata da: Lucio Battisti; Anno 1969)
  • Sull'acqua (Cantata da: Emilio Pericoli e Sergio Bruni; Anno 1963)
  • Fiori sull'acqua (Cantata da: Wanda Romanelli e Nelly Fioramonti; Anno 1962)
  • Acqua (Cantata da: Loredana Bertè; Anno 1985)
  • Acqua di mare (Cantata da: Romina Power; Anno 1969)
  • Nell'acqua (Cantata da: Eugenio Finardi; Anno 1992)
  • Acqua e sapone (Cantata da: I Califfi; Anno 1970)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Flutto, Cavallone, Onda, Acqua, Ondata, Maroso - Acqua è nome generico. - Onda è il muoversi dell'acqua battuta dal vento, onde ben disse Dante: Il mar senz'onda giace, per significare la calma. - Flutto è moto più forte, e quasi tempestoso. - Il Cavallone è ciascuna delle masse di acqua sospinte dal vento, che vanno a falcate come i cavalli, e di qui l'ardita metafora del Manzoni: E l'onda de' cavalli. - Ondata è l'urto del cavallone. - Maroso è l'impeto di flutti e cavalloni del mare in burrasca. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Onda, Acqua, Linfa - Acqua, uno de' così detti quattro elementi; acqua alla pioggia, un'acqua a un torrente, a un fiumicello; in riva all'acqua, dicesi, sia del mare, di un lago, di un fiume. Onda è acervo, monte, dirò così, d'acqua innalzato e agitato, spinto dal vento: le acque del mare o di un lago in burrasca si sollevano a onde. Onda ha eziandio senso traslato; onda di popolo: assecondare l'onda è non resistere e lasciarsi andare anzi a quello che gli altri fanno: l'onda delle passioni mi sa un po' del seicento, ma non manca di leggiadria e di forza. Linfa, in poesia, l'acqua cristallina e zampillante delle sorgenti, de' rigagnoli; da linfa a ninfa il passo è breve. Linfa, gli umori sierosi del corpo umano: qual differenza fra la poesia e la scienza! [immagine]
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Bombe da acqua - Inventate da Fallewarth, meccanista del re d'Inghilterra, per estinguere gl'incendj. Lanciate da un mortajo, scoppiano, e versano sulle fiamme l'enorme loro quantità d'acqua. [immagine]
Istrumenti per ricerche in fondo all’acqua - Leslie ha immaginato di recente per questo uso un istrumento d'ottica. E' un tubo conico, di lunghezza variabile, largo circa un pollice in cima e due alla base. Ambo le estremità hanno un vetro a ciascuna. Quando l'estremità larga è tuffata in fondo all'acqua, e si applica l'occhio a quella opposta, siccome la luce non prova veruna interruzione nello spazio dei due vetri, così si può scorgere facilmente ciò che v'è in fondo all'acqua. Per adoprare di notte un tale arnese, si adatta lateralmente una lampada all'estremità larga del tubo; la lampada sta in un cilindro corto, a cui comunicano due condotti, uno per isvaporare l'aria abbruciata ed il fumo, l'altro per dare l'aria fresca. La luce della lampada projettandosi sul suolo, permette di distinguere agevolmente tutte le parti quando si guarda nel tubo. [immagine]
Acqua - L'acqua fu considerata per lungo tempo come una sostanza semplice, ed in questo aspetto gli antichi filosofi ne formavano uno dei quattro elementi che davano origine a tutti i corpi della natura, cioè: il fuoco, l'acqua, l'aria e la terra. Una tale opinione, sebbene lontana dal vero, aveva il vantaggio di far concorrere alla formazione di tutti gli altri corpi quelli che più generalmente esistono nell'universo. La chimica moderna ha sostituito a quei sistemi, nati da considerazioni astratte, teorie fondate sopra dei fatti. Lavoisier è uno fra i primi, che mediante le loro esperienze dimostrarono come l'acqua non sia un essere semplice, e pervenne a far conoscere i principii che la compongono ed i rapporti ch'essi hanno fra di loro. Sino dal 1776, Macquer e Sigaud-Lafond osservarono che si depositava dell'acqua sulle pareti dei vasi al disotto dei quali si faceva ardere il gaz idrogeno. Sul principio dell'anno 1781, Priesley avendo fatto infiammare un mescuglio di gaz idrogeno e di gaz ossigeno in un vaso di cristallo, osservò pure che dopo l'inflammazione l'interno del vaso era umido. Ma nessuno di loro ne conchiuse che l'acqua fosse composta d'idrogeno e d'ossigeno. Il primo a dedurre questa conseguenza fu Cavendish, il quale nell'estate dello stesso anno 1781, ripetuto con grande attenzione l'esperimento di Priesley, si procurò così alcune gramme di acqua. Era però necessario, onde convincersi del fatto, di abbruciare grandi quantità di gaz idrogeno, misurare le proporzioni dei gaz idrogeno e ossigeno che si combinavano, e provare che il loro peso fosse precisamente lo stesso che quello dell'acqua formatasi: e ciò fu tentato da Lavoisier nel 1783, e da esso con Meunier eseguito nel 1785, per mezzo dei gazometri in un gran pallone di cristallo. Fra i chimici che ripeterono le esperienze di Lavoisier, debbono citarsi specialmente Lefebvre Gineau, professore al collegio di Francia, Fourcroy, Vauquelin e Seguin: costoro ottenevano fino a cinque ectogrammi di acqua perfettamente pura. Oggidì la composizione dell'acqua è ben conosciuta. Essa è formata di 88 parti 29 di ossigeno e di 11 parti d'idrogeno in peso, o di 1 volume di gaz ossigeno e 2 volumi di gaz idrogeno.

Rimarrebbe qui da far conoscere l'origine delle acque minerali, lo che ci porterebbe troppo in lungo. Ci basterà indicare una sorgente, di cui si è arricchita la scienza e l'umanità raccoglie il frutto. Le sorgenti termali note anteriormente a Plinio porgevano digià ai tempi di questo scrittore il loro aiuto alla medicina. Le loro proprietà provenendo dal suolo che traversano, bisognerebbe farle venire con grave spesa da paesi spesse volte lontanissimi, o prenderle sul luogo, se la chimica non fosse giunta ad imitare la natura in questa circostanza. Bergmann nel 1778, e Kirwan nel 1799 pubblicarono delle dissertazioni generali sull'analisi delle acque minerali. Il saggio dato in luce da Bouillon Lagrange nel 1810, i lavori dei Vauquelin, Fourcroy, Deyeux, e di vari altri chimici, non lasciano più dubbio sui vantaggi che possono trarsi dalle acque minerali artificiali nelle malattie in cui queste acque naturali procurano qualche sollievo. [immagine]
Acqua Benedetta - L'uso dell'acqua benedetta è molto antico nella Chiesa, secondo può vedersi in S. Girolamo nella vita di S. Ilario, ed in Gretser. L'istituzione dell'acqua benedetta è attribuita al papa S. Alessandro martorizzato sotto Adriano. [immagine]
Acqua ossigenata - Nel 1818. Thenard scuoprì questo nuovo corpo, il quale è composto per tal modo, che un volume d'acqua comune può contenere sino a 475 volte il suo volume di ossigeno. Questo corpo può impiegarsi nella medicina a sviluppare rapidamente una irritazione alla pelle, e può servire a togliere le macchie nere di solfato di piombo che spesso si veggono sulle stampe. [immagine]
Dizionario compendiato di antichità del 1821/1822
Acqua lustrale - Era acqua, in cui era stato spento un tizzone ardente preso dall'ara ove si offriva il sagrifizio. Gli antichi avevano una estrema venerazione per quell'acqua, di cui si servivano nelle loro purificazioni. (V. purificazione).
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: aconito, acori, acoria, acorie, acoro, acotiledone, acotiledoni « acqua » acquacedrata, acquacoltore, acquacoltori, acquacoltrice, acquacoltrici, acquacoltura, acquacolture
Parole di cinque lettere: acoro « acqua » acque
Vocabolario inverso (per trovare le rime): insinua, continua, semicontinua, discontinua, annua, precipua, qua « acqua (auqca) » scaldaacqua, scaldacqua, sciacqua, risciacqua, scialacqua, annacqua, paracqua
Indice parole che: iniziano con A, con AC, iniziano con ACQ, finiscono con A

Commenti sulla voce «acqua» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


foto vincitrice contest acqua


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze