Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «coro», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Coro

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Parole Monovocaliche [Corno « * » Corono]

Foto taggate coro

Cap12

orchestra e coro del San Carlo in attesa del Maestro Muti

Coro degli alpini
Giochi di Parole
La parola coro è formata da quattro lettere, due vocali (tutte uguali, è monovocalica) e due consonanti.
È una parola bifronte senza capo, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (oro).
Divisione in sillabe: cò-ro. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: orco (spostamento di una lettera), roco (scambio di consonanti).
Componendo le lettere di coro con quelle di un'altra parola si ottiene: +cap = accorpo; +cra = accorro; +tac = accorto; +[ami, mai, mia] = acromio; +tai = aortico; +cra = arrocco; +[abc, cab] = barocco; +fan = canforo; +san = carnoso; +tan = cartoon; +sta = castoro; +sir = cirroso; +nel = clonerò; +alt = clorato; +sol = cloroso; +sei = coesori; +[ali, ila, lai] = colorai; +ili = colorii; +pil = colpirò; ...
Vedi anche: Anagrammi per coro
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: boro, caro, cero, ciro, colo, como, cono, cora, core, cori, coso, covo, curo, doro, foro, loro, moro, poro, toro.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: bora, bort, dora, dori, fora, fori, gora, gore, lord, lori, mora, more, mori, morì, nord, pori, tori, tory, torà.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: oro.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: acoro, cloro, copro, cormo, corno, corpo, corro, corso, corto, corvo.
Antipodi (con o senza cambio)
Antipodi inversi: se si sposta l'ultima lettera all'inizio (con eventuale cambio) e si inverte il tutto si possono ottenere: roca, rock, roco.
Parole con "coro"
Iniziano con "coro": corona, corone, coroni, corono, coronò, corozi, corozo, coroide, coroidi, corolla, corolle, coronai, coroner, coroidea, coroidee, coroidei, coroideo, coronale, coronali, coronano, coronare, coronari, coronata, coronate, coronati, coronato, coronava, coronavi, coronavo, coronerà, ...
Finiscono con "coro": acoro, ancoro, ancorò, decoro, decorò, corcoro, isocoro, zoocoro, acrocoro, autocoro, edulcoro, edulcorò, euricoro, idrocoro, semicoro, anemocoro, disancoro, disancorò, stenocoro.
Contengono "coro": decorosa, decorose, decorosi, decoroso, incorona, incoroni, incorono, incoronò, pecorona, pecorone, pecoroni, ricorona, ricoroni, ricorono, ricoronò, ancorotti, ancorotto, incoronai, rancorosa, rancorose, rancorosi, rancoroso, ricoronai, scoronare, dacoromena, dacoromene, dacoromeni, dacoromeno, incoronano, incoronare, ...
»» Vedi parole che contengono coro per la lista completa
Parole contenute in "coro"
oro.
Incastri
Inserito nella parola inni dà INcoroNI; in inno dà INcoroNO; in pena dà PEcoroNA; in pene dà PEcoroNE; in peni dà PEcoroNI; in innata dà INcoroNATA; in innate dà INcoroNATE; in innati dà INcoroNATI; in innato dà INcoroNATO; in rinata dà RIcoroNATA; in rinate dà RIcoroNATE; in rinati dà RIcoroNATI; in rinato dà RIcoroNATO.
Inserendo al suo interno pie si ha COpieRO (copierò); con dai si ha CORdaiO; con din si ha CORdinO; con nut si ha CORnutO; con pin si ha CORpinO; con pos si ha CORposO; con sto si ha COstoRO; con come si ha COcomeRO; con glie si ha COglieRO (coglierò); con lori si ha COloriRO (colorirò); con stie si ha COstieRO; con gesti si ha COgestiRO (cogestirò); con opere si ha COopereRO (coopererò); con razze si ha COrazzeRO (corazzerò); con spire si ha COspireRO (cospirerò); con esiste si ha COesisteRO (coesisterò); con incide si ha COincideRO (coinciderò); con incise si ha COinciseRO; con ordine si ha COordineRO (coordinerò); con sparge si ha COspargeRO (cospargerò); ...
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "coro" si può ottenere dalle seguenti coppie: coabitasse/abitassero, coabiterebbe/abiterebbero, coatte/attero, coatti/attiro, coattive/attiverò, coazione/azionerò, coca/caro, coda/darò, codate/daterò, codeste/desterò, codette/dettero, codina/dinaro, codone/donerò, coefficiente/efficienterò, coesiste/esisterò, coesisterebbe/esisterebbero, coesistesse/esistessero, coesistette/esistettero, coevi/eviro, cofinanziasse/finanziassero, cofinanzierebbe/finanzierebbero...
Usando "coro" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: baco * = baro; caco * = caro; ceco * = cero; * roca = coca; * roda = coda; * rode = code; * roma = coma; * rosa = cosa; * rose = cose; * rosi = cosi; * roso = coso; * rote = cote; * rovi = covi; * rovo = covo; daco * = darò; dico * = dirò; loco * = loro; meco * = mero; muco * = muro; poco * = poro; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "coro" si può ottenere dalle seguenti coppie: coatte/ettaro, coca/acro, codina/anidro, coeso/oserò, coesore/erosero, cool/loro, coop/poro, cotali/ilatro, coupé/epuro, cova/avrò.
Usando "coro" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * orca = coca; * orda = coda; * orde = code; * orla = cola; * orli = coli; * orlo = colo; * orma = coma; * orme = come; * orni = coni; * orno = cono; * orsa = cosa; * orse = cose; * orsi = cosi; * orso = coso; * orti = coti; * orlai = colai; * ordina = codina; * ordine = codine; * ordini = codini; * ordino = codino; ...
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "coro" si può ottenere dalle seguenti coppie: baco/roba, caco/roca, daco/roda, dermico/rodermi, dico/rodi, dimentico/rodimenti, manico/romani, maniaco/romania, manistico/romanisti, ridico/roridi, seco/rose, sonico/rosoni, torico/rotori, vico/rovi.
Usando "coro" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: roba * = baco; roca * = caco; roda * = daco; rodi * = dico; * baco = roba; * caco = roca; * daco = roda; * dico = rodi; * seco = rose; * vico = rovi; rose * = seco; rovi * = vico; romani * = manico; roridi * = ridico; * manico = romani; * ridico = roridi; * sonico = rosoni; * torico = rotori; rosoni * = sonico; rotori * = torico; ...
Lucchetti Alterni
Usando "coro" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: cero * = ceco; * darò = coda; * laro = cola; * mero = come; * piro = copi; * tiro = coti; * viro = covi; darò * = daco; dirò * = dico; mero * = meco; muro * = muco; viro * = vico; ano * = ancor; cerro * = cerco; cirro * = circo; * eviro = coevi; * piero = copie; * beo = corbe; * mio = cormi; * pio = corpi; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "coro" (*) con un'altra parola si può ottenere: * pet = coperto; * psi = corposi; del * = decloro; sol * = scoloro; * aste = castoreo; * lesa = colerosa; * lese = colerose; * lesi = colerosi; * leso = coleroso; * ridi = corridoi; * vano = covarono; pera * = pecoraro; rive * = ricovero; calle * = calcolerò; * apina = caporiona; * apine = caporione; * latri = cloratori; * dissi = codirossi; * piano = copiarono; * acide = coracoide; ...
Rotazioni
Slittando le lettere in egual modo si ha: vini.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "coro"
»» Vedi anche la pagina frasi con coro per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Nella Nona, Beethoven introduce per la prima volta in una sinfonia le voci soliste ed il coro.
  • La decisione fu presa in tale sintonia da sembrare un coro unanime.
  • La decisione della Giunta comunale ha sollevato un coro di proteste da parte di tutti i cittadini.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Coro - Era presso i Greci ed i Latini una comitiva d'uomini o di donne, giovani e fanciulle, che danzavano cantando le lodi dei numi al suono d'istrumenti musicali. Questa cerimonia formava una ragguardevole parte del culto. [immagine]
Coro (poesia drammatica) - Presso gli antichi il coro era parte essenziale delle opere drammatiche. Avanti ad Eschilo formava anche solo, o quasi solo, una tragedia, la quale in origine era soltanto inni e danze in onore di Bacco. Tepisi fu il primo che aggiunse al coro un personaggio che declamasse. Ma in breve l'accessorio doventò il principale, i cantanti furono ridotti a fare la seconda parte, e nacque la tragedia. Comparve Eschilo, ed il teatro di Atene s'inalzò sopra una base eterna. Egli aggiunse un secondo personaggio; ma Sofocle ed Euripide ve ne unirono tanti quanti crederono necessarj per dare alla tragedia il grado di perfezione di cui era suscettibile. I cori non cantavano più che ad intervalli, e divennero parte interessata nell'azione benchè in un modo più lontano che i soggetti che vi concorrevano. Il coro così incorporato all'azione, parlava alcune volte sulle scene per labbro del suo capo, che chiamavasi Corifeo. Racine introdusse i cori in Ester ed in Atalia, ma un tentativo di questo genere fatto da Voltaire nel suo Edippo non ebbe buona riuscita. [immagine]
Coro (di chiesa) - Quando si costrussero le prime chiese, il coro era un terreno elevato posto dietro all'altare, dove si eseguivano nelle feste solenni i cori di canto. Se ne vedono ancora dei simili in Roma, nelle chiese di S.Clemente e di S.Pancrazio. Adesso il coro è il luogo ove si colloca il clero per cantare l'uffizio divino. [immagine]
Dizionario compendiato di antichità del 1821/1822
Coro - Era una parte essenziale della Tragedia degli antichi, ed anche avanti Eschilo faceva sola o quasi sola ciò che diceva si allora Tragedia; poichè non consisteva se non che in inni e danze ad onore di Bacco, e si dava in premio un capro o un otro di Vino. Tespi, per quanto si dice, fu il primo, che unì al Coro un personaggio, il qual declamava. Eschilo in seguito ve n'aggiunse un secondo; e ben presto dipoi Sofocle ed Euripide ve n'introdussero un numero sufficiente, onde dare una forma costante alla Tragedia, che questi due grandi Poeti portarono al più alto punto di perfezione, a cui potesse mai giungere. I Cori destinati in prima a cantar Bacco o qualche altro cospicuo soggetto, non cantarono più che in certi intervalli per sollevare lo spettatore, e dar luogo all'andamento dell'intreccio. D'inattivi che erano, divennero attivi; ora rappresentavano Ninfe, ora Furie, qualche volta Cortigiani, e sovente il Popolo, ma sempre interessati all'azione teatrale.

Il numero delle persone, che componevano il Coro, fu da principio di cinquanta; ma fu poscia ridotto a quindici. Il Corifeo, vale a dire la persona principale, che guidavalo, entrava nell'azione alla testa degli altri, in nome de' quali parlava, sia per dar utili consigli e salutari istruzioni, sia per prendere il partito dell'innocenza e della virtù, sia per essere il depositario di segreti, ed il vendicatore della religion dispregiata, sia finalmente per sostenere tutti quei caratteri insieme, come Orazio suppone. Effettivamente il Coro era l'Uomo onesto della Teatrale Rappresentanza.

Quanto all'altro incarico, che consisteva in cantare negl'intervalli, se ne disimpegnava come avanti, mescolando delle cantate gravi e maestose al canto di tutte le voci riunite; con questa differenza però che dopo dell'invenzione della vera Tragedia, o anche al tempo di Tespi, non cantava cosa alcuna, che a tutta l'Opera non fosse analoga e convenevole.

Esprimeva i suoi sentimenti, o quei presunti degli Spettatori, col desiderio sempre timido di preparare gli animi loro agli avvenimenti consecutivi. Così il Coro, senza cessare di essere affatto quel che era stato, cangiò solamente la materia dei suoi Canti, e non divenne che una parte d'un gran tutto.

Benchè sia molto difficile lo spiegare come i Cori ballassero, e cantassero nella Tragedia, ecco peraltro l'idea, che secondo il P. Brumoy possiamo formarcene. I personaggi del Coro si accordavano in guisa che quando erano in numero di quindici, comparivano in tre ordini di cinque l'uno o in cinque di tre, e parimente in proporzione allorchè si ridussero a dodici; poichè in tal caso la disposizione cadeva su' numeri tre e quattro. Facevano in seguito diverse evoluzioni, e prendevano aspetti diversi sia di gioja, sia di tristezza, conformemente all'impressione, che loro dava la guida o il Corifeo così detto. Il movimento più ordinario era molto misterioso, e proveniva dalla superstizione medesima, che regna anco in oggi presso dei Turchi, e consiste in imitare le revoluzioni dei Cieli e degli Astri, movendosi come quelli.

Il Coro andava da diritta a sinistra per esprimere il giornaliero corso del Firmamento, o primo Mobile, da Oriente in Occidente.

Questo giro chiamavasi Strofa. Declinava in seguito da sinistra a diritta rapporto ai Pianeti, che oltre al moto comune, hanno il loro particolare da Occidente verso l'Oriente. Questa era l'Antistrofe, ovvero il ritorno.

I Latini, gl'Italiani, ec. hanno conferiti questi nomi per significare le parti d'un'Ode, poichè le Odi nella loro origine erano fatte pel canto e la danza. Finalmente il Coro si soffermava nel mezzo del Teatro per cantarvi un pezzo che dicesi Epodo, ad indicare con tal situazione la stabilità o immobilità della Terra. Questi passaggi e contropassaggi accompagnati da canti e danze si variavano in mille differenti maniere, e dovevano rappresentare ne' vasti Teatri degli antichi uno spettacolo assai dilettevole.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: corno, cornucopia, cornucopie, cornuta, cornute, cornuti, cornuto « coro » corografia, coroide, coroidea, coroidee, coroidei, coroideo, coroidi
Parole di quattro lettere: cori « coro » cosa
Vocabolario inverso (per trovare le rime): rielaboro, collaborò, collaboro, elleboro, poliboro, corroborò, corroboro « coro (oroc) » acoro, decoro, decorò, semicoro, euricoro, edulcoro, edulcorò
Indice parole che: iniziano con C, con CO, iniziano con COR, finiscono con O

Commenti sulla voce «coro» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze