Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «preso», il significato, curiosità, forma del verbo «prendere» aggettivo qualificativo, associazioni, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Preso

Forma verbale
Preso è una forma del verbo prendere (participio passato). Vedi anche: Coniugazione di prendere.
Aggettivo
Preso è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: presa (femminile singolare); presi (maschile plurale); prese (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di preso (assorbito, impegnato, affaccendato, indaffarato, ...)
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
catturato (18%), afferrato (12%), acchiappato (10%), lasciato (5%), volo (4%), partito (4%), ladro (4%), voto (3%), fuggitivo (2%), possesso (2%), acciuffato (2%), occupato (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Treccani
Giochi di Parole
La parola preso è formata da cinque lettere, due vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: pré-so. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: perso (spostamento di una lettera), porse, prose (scambio di vocali), spero, sperò, spore.
Componendo le lettere di preso con quelle di un'altra parola si ottiene: +tai = apertosi; +ape = appesero; +poa = apposero; +spa = appresso; +tap = appresto; +[ari, ira, ria] = aspirerò; +[sai, sia] = assopire; +tac = capestro; +[csi, ics, sci] = cipresso; +[csi, ics, sci] = coprisse; +tic = copriste; +tac = crespato; +ode = deposero; +[adì, dai] = diaspore; +dei = dipesero; +tai = espatrio; +ani = espirano; +tai = espirato; +[avi, iva, vai, ...] = espiravo; +[eri, rei] = espirerò; +[ali, ila, lai] = esplorai; +[ari, ira, ria] = esporrai; +ire = esporrei; +osé = esposero; ...
Vedi anche: Anagrammi per preso
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: prego, premo, presa, prese, presi.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: fresa, frese.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere le seguenti parole: reso, peso.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: presso, presto.
Antipodi (con o senza cambio)
Antipodi inversi: se si sposta l'ultima lettera all'inizio (con eventuale cambio) e si inverte il tutto si possono ottenere: serpa, serpe, serpi.
Parole con "preso"
Iniziano con "preso": presona, presone, presocratica, presocratici, presocratico, presocratiche.
Finiscono con "preso": appreso, ripreso, compreso, rappreso, sorpreso, incompreso, intrapreso, ricompreso.
Contengono "preso": sorpresona.
»» Vedi parole che contengono preso per la lista completa
Parole contenute in "preso"
reso. Contenute all'inverso: osé.
Incastri
Inserendo al suo interno agi si ha PRESagiO; con idi si ha PRESidiO; con san si ha PRESsanO; con tan si ha PREStanO; con tav si ha PREStavO; con zio si ha PREzioSO; con gres si ha PREgresSO; con muro si ha PREmuroSO; con siam si ha PRESsiamO; con alari si ha PRESalariO.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "preso" si può ottenere dalle seguenti coppie: prebellico/bellicoso, preconcetto/concettoso, precorro/corroso, prega/gaso, pregiudizio/giudizioso, pregusto/gustoso, prema/maso, prete/teso, prevarico/varicoso, previ/viso, previsto/vistoso.
Usando "preso" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: aspre * = asso; capre * = caso; copre * = coso; lepre * = leso; * soda = preda; * sode = prede; * soma = prema; * somi = premi; * sogna = pregna; * sogni = pregni; * sogno = pregno; * sonda = prenda; * sonde = prende; * sondi = prendi; * sondo = prendo; * osa = pressa; * osé = presse; * osi = pressi; * oso = presso; * sosta = presta; ...
Lucchetti Riflessi
Usando "preso" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * oste = prete; * osti = preti; * osmio = premio; * ossidi = presidi; * ossina = presina; * ossine = presine; * ostina = pretina; * osserva = preserva; * osservi = preservi; * osservo = preservo; * osservai = preservai; * ossidino = presidino; * osservano = preservano; * osservare = preservare; * osservata = preservata; * osservate = preservate; * osservati = preservati; * osservato = preservato; * osservava = preservava; * osservavi = preservavi; ...
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "preso" si può ottenere dalle seguenti coppie: lepre/sole, pipre/sopì.
Usando "preso" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * lepre = sole; * pipre = sopì; sole * = lepre; sopì * = pipre.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "preso" si può ottenere dalle seguenti coppie: preda/soda, prede/sode, predica/sodica, prediche/sodiche, predici/sodici, predico/sodico, pregna/sogna, pregnante/sognante, pregnanti/sognanti, pregni/sogni, pregno/sogno, prelazione/solazione, prelazioni/solazioni, preleva/soleva, prelevano/solevano, prelevi/solevi, prelevo/solevo, prema/soma, premetta/sometta, premette/somette, premi/somi...
Usando "preso" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: asso * = aspre; caso * = capre; * gaso = prega; * maso = prema; * viso = previ; * presta = sosta; * presti = sosti; * presto = sosto; presta * = staso; * staso = presta; * prestai = sostai; * agio = presagi; * ideo = preside; * saio = pressai; * prestano = sostano; * prestare = sostare; * prestata = sostata; * prestate = sostate; * prestati = sostati; * prestato = sostato; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "preso" (*) con un'altra parola si può ottenere: * si = pressoi; * sarno = pressarono; * sfusa = pressofusa; * sfuse = pressofuse; * sfusi = pressofusi; * sfuso = pressofuso; desini * = depressioni; resine * = repressione; * clastica = prescolastica; * clastici = prescolastici; * clastico = prescolastico; * clastiche = prescolastiche.
Frasi con "preso"
»» Vedi anche la pagina frasi con preso per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Dopo aver preso parte alla manifestazione di beneficenza, è tornato a casa stanco ma soddisfatto.
  • Pensavo di averlo preso all'amo invece sono stato beffato.
  • Ho preso un invito al volo e sono contento di passare una bella serata.
Espressioni e Modi di Dire
  • Preso dai turchi
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Preso - Part. pass. Da PRENDERE. (C) Prensus, aureo lat.

[Cont.] Baldi, Ant. Er. 35. v. I gangheri longhi arriveranno a basso di maniera che presi da piedi, e fatti girare, le partite s'aprano e si chiudano. Mont. Dial. Vort. 219. Le tele si contorcono, ma di nuovo si spiegano, e solo i metalli ripiegati restano nella figura presa.

2. Per Occupato. [Val.] Pucc. Centil. 13. 77. E trovan tutti quanti i passi presi.

3. Per Posseduto, Preoccupato. Car. En. 6. 114. (M.) Ella già presa, ma non doma ancora Da febeo nume. [Camp.] D. 2. 9. E che la mente nostra, pellegrina Più della carne e men da' pensier presa, Alle sue visïon quasi è divina (indovina).

4. Per Legato, Imprigionato e sim. Dant. Purg. 19. (M.) Così giustizia qui stretti ne tiene Ne' piedi e nelle man legati e presi. [Camp.] Pol. M. Mil. Prol. Lo quale (Marco Polo) poi stando nella prigione di Genova, fece mettere in iscritto tutte queste cose a messere Rustico da Pisa, lo quale era preso in quelle medesime carceri negli anni di Cristo 1295.

(Mil.) [Cont.] Mann. Pist. Arch. St. It. App. 7. 166. Se, per dono di Dio, avvengnia l'armata nimica di qua da Talamone pigliare, tornate in Porto Pisano coll'armata presa, nè più oltre passate.

E a modo di sost. in senso di Legato. Dittam. 2. 3. (C) Appresso i presi stretti a nodo a nodo Venian legati. Fior. Virt. 92. (Man.) Fu mandato Marco a Roma per iscambiare gli presi. [Camp.] Ditt. I. 4. Vidi la faccia sua livida e smorta, Qual preso pare a cui le man si lega.

E sost. nel fem. Ovid. Pist. 4. (C) Or ecco la presa viene su per lo mezzo della cittade.

5. Fig. Amet. 96. (C) Ameto così adorno d'ogni parte, preso delle vedute bellezze, di quello libero cognoscimento a sè sentendo, lieto in mezzo di tutte si vede sedere.

6. (Vet.) [Valla.] Preso o Rappreso di spalle, a spalle fredde od intirizzite, oppure Aggranchito. Suol dirsi del cavallo, che offre rigidezza, difficoltà, e poca estensione nei movimenti della spalla e del braccio. Brugnone. Mascalc. Il cavallo preso di spalle rade continuamente il suolo, inciampa, e ad ogni passo rischia d'inginocchiarsi.

7. Determinato, Assegnato. M. V. (M.) Costoro a un giorno preso, dovieno correre la piazza. Dep. Decam. 105. Uomo, preso provenzalmente,… (cioè la parola Uomo, come è intesa da' Provenzali).

8. Senso intellett. Sagg. nat. esp. 108. (C) Parve ad alcuno di poter fermare, che quest'opinione del premer più languido, che fa l'aria per gli angustissimi seni, presa così assolutamente, non sia per sè sola bastante a spiegar questi, ed altri simili effetti. E 245. Presa la metà del tempo scorso dal nostro cenno all'arrivo della risposta, si averà precisamente la metà del cammino del suono.

[Cont.] Doc. Arte San. M. II. 219. Una cassetta di rame non finita nè salda, la quale è in concistoro stimata per quatro orafi di per sè l'uno da l'altro: e fatto di tutti e quattro somma, e preso il quarto.

Fig. Preso, ass. o Preso d'amore, vale Innamorato. Dant. Rim. 1. (M.) A ciascun'alma presa, e gentil core, Nel cui cospetto viene il dir presente. [Camp.] D. 2. 18. Così l'animo preso entra in disire, Ch'è moto spiritale, e mai non posa, Finchè la cosa amata il fa gioire. = Ovid. Simint. 2. 131. (Man.) Ma lo toro che t'ingenerò, fu vero e crudele, e non preso d'amore d'alcuna.

Onde Esser preso, o Esser preso d'amore d'alcuno, vale Esserne innamorato. Fr. Jac. Ces. 2. 2. 20. (M.) Veggendo sedere Lucrezia…, incontanente fu preso di lei. Ovid. Pist. 190. (Man.) Ogni altra cosa potrei meglio sofferire, che tu fossi preso d'amore d'alcuna altra vaga donna. Fortig. Ricciard. 21. 24. E triste molto e sventurate quelle, Che d'alcun giovinetto prese fôro.

9. Per Impreso, Incominciato. Amet. 36. (C) Emilia, cara figliuola, e unica agli anni miei, lascia i presi studii.

[T.] Nel senso corp. gen. T. Prèsagli la mano, lo condusse fuori. Vang. Correndo, un di loro, presa una spugna, l'empiè d'aceto.

T. Vang. Presi i cinque pani e i due pesci, guardò al cielo, e li benedisse. E: Preso il calice, rendendo grazie, ne diede loro.

II. Del mangiare e del bere. T. Cocch. Cons. 1. 61. Latte preso cotidianamente. – Preso un boccone. – Preso tabacco.

III. Di spazio. T. Posto preso. Di palco pagato per quella sera: Preso.

IV. Di pers., per Condurre seco. T. Vang. Preso Pietro e i due.

Per lo più dice atto violento. T. Vang. Preso, lo condussero alla casa del capo sacerdote. E: Presolo, lo scacciarono fuori della vigna. – Presolo, lo uccisero.

T. Preso a sassate.

T. Preso alla gola, fig., Sforzato. – Preso alla sprovvista, non seppe che dire.

V. Prigione. T. Ant. Pucc. Centil. 59. 56. E molti ne menò presi a Milano.

VI. Del sentimento dell'uomo e della passione. Senso corp. T. Franc. Vannoz. Canz. 1. 4. Dal sonno presi. – Preso da dolori della podagra.

VII. In altro senso, di affezione corp. T. Costipazione presa, Febbre, Malattia, segnatam. epidemica o contagiosa.

T. Prese da un dolce delirio. – Da malinconia.

VIII. Sentim. mor. T. Preso da sdegno. – Da disperazione. – D'ammirazione. I primi due, meglio col Da; col Di, l'ultimo. Ma se un sentimento buono s'accoppia col Da, dice più. Preso di maraviglia non direbbe che l'uomo ne sia tanto occupato e quasi sorpreso quanto dire Preso da maraviglia.

Ass. [Pol.] Poliz. Stanz. 1. 41. Ma tutto preso dal vago splendore, Non s'accorge il meschin che quivi è amore. T. Ne rimase preso, segnatam. d'amore, o altro affetto, che può sin trascorrere a passione.

IX. Senso intell. T. Prov. Tosc. 267. La parola non è maldetta se non è mal presa (intesa in mal senso).

T. Uomo preso di mira, più per nuocergli che per altro. Ma anco in gen. Scopo preso in o a mira, meglio che Di.

IX. T. Preso il suo partito, La sua risoluzione, in maniera più o men ferma. Prov. Tosc. 281. Preso il partito, cessato l'affanno.

T. Opera presa a fare, Libro preso a comporre (cominciato in gen.).
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: presine, presistole, presistoli, presistolica, presistoliche, presistolici, presistolico « preso » presocratica, presocratiche, presocratici, presocratico, presona, presone, pressa
Parole di cinque lettere: presi « preso » prete
Lista Aggettivi: presidenziale, presidenzialista « preso » pressante, pressorio
Vocabolario inverso (per trovare le rime): sovrappeso, soppesò, soppeso, speso, rispeso, sospeso, reso « preso (oserp) » intrapreso, ripreso, compreso, ricompreso, incompreso, appreso, rappreso
Indice parole che: iniziano con P, con PR, iniziano con PRE, finiscono con O

Commenti sulla voce «preso» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze