Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «retta», il significato, curiosità, forma dell'aggettivo «retto», sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Retta

Forma di un Aggettivo
"retta" è il femminile singolare dell'aggettivo qualificativo retto.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola retta è formata da cinque lettere, due vocali e tre consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: tt.
È una parola bifronte senza capo, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (atte).
Divisione in sillabe: rèt-ta. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: ratte (scambio di vocali), tetra (scambio di consonanti).
Componendo le lettere di retta con quelle di un'altra parola si ottiene: +bio = abortite; +oda = adatterò; +oda = adottare; +oda = adotterà; +odo = adotterò; +ala = alterata; +alé = alterate; +[ali, ila, lai] = alterati; +[lao, ola] = alterato; +[ali, ila, lai] = alterità; +[ami, mai, mia] = amaretti; +[amo, moa] = amaretto; +mio = amoretti; +noi = anortite; +pop = appretto; +chi = archetti; +[adì, dai, dia] = aridetta; +dei = aridette; +idi = aridetti; +[dio, odi] = aridetto; +[sai, sia] = aristate; ...
Vedi anche: Anagrammi per retta
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: betta, detta, fetta, getta, letta, metta, netta, ratta, reità, resta, rette, retti, retto, ritta, rotta, setta, tetta, vetta.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: dette, detti, detto, dettò, fette, getti, getto, gettò, lette, letti, letto, mette, metti, metto, nette, netti, netto, nettò, petti, petto, sette, setto, tette, tetti, tetto, vette.
Con il cambio di doppia si ha: regga, renna, ressa.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: eretta, fretta, gretta, oretta, pretta, retata.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: batte, catte, fatte, gatte, latte, matte, natte, patte, ratte.
Parole con "retta"
Iniziano con "retta": rettale, rettali, rettamente, rettangoli, rettangolo, rettangolare, rettangolari, rettangoloide, rettangoloidi.
Finiscono con "retta": eretta, fretta, gretta, oretta, pretta, auretta, beretta, buretta, ceretta, diretta, duretta, garetta, liretta, maretta, moretta, peretta, puretta, stretta, affretta, ambretta, aspretta, avaretta, barretta, berretta, birretta, capretta, carretta, cifretta, corretta, ladretta, ...
Contengono "retta": affrettai, berrettai, carrettai, affrettano, affrettare, affrettata, affrettate, affrettati, affrettato, affrettava, affrettavi, affrettavo, berrettaia, berrettaie, berrettaio, carrettaia, carrettaie, carrettaio, carrettata, carrettate, morettacce, morettacci, quadrettai, serrettame, serrettami, verrettata, verrettate, affrettammo, affrettando, affrettante, ...
»» Vedi parole che contengono retta per la lista completa
Parole contenute in "retta"
Contenute all'inverso: ter, atte.
Incastri
Inserito nella parola cari dà CARrettaI; in caria dà CARrettaIA; in carie dà CARrettaIE; in carta dà CARrettaTA; in carte dà CARrettaTE; in verta dà VERrettaTA; in verte dà VERrettaTE; in moccio dà MOrettaCCIO; in quadre dà QUADrettaRE.
Inserendo al suo interno abbi si ha RabbiETTA; con gole si ha REgoleTTA; con roda si ha RETrodaTA; con rodata si ha RETrodataTA; con tifica si ha RETtificaTA; con pubbliche si ha REpubblicheTTA.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "retta" si può ottenere dalle seguenti coppie: rea/atta, reale/aletta, reca/catta, recano/canotta, recasse/cassetta, reco/cotta, redime/dimetta, refe/fetta, refi/fitta, regole/goletta, relè/letta, rema/matta, remare/maretta, remore/moretta, rena/natta, renane/nanetta, rene/netta, rese/setta, rete/tetta, retro/trotta, rete/eta...
Usando "retta" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: bare * = batta; bere * = betta; bure * = butta; care * = catta; core * = cotta; dire * = ditta; fare * = fatta; gare * = gatta; gore * = gotta; lare * = latta; mare * = matta; mere * = metta; nere * = netta; pare * = patta; rare * = ratta; * taro = retro; sere * = setta; ture * = tutta; vere * = vetta; boere * = boetta; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "retta" si può ottenere dalle seguenti coppie: real/latta, reef/fetta.
Usando "retta" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * atro = retro.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "retta" si può ottenere dalle seguenti coppie: reti/tai, retro/taro.
Usando "retta" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: butta * = bure; catta * = care; fatta * = fare; gatta * = gare; gotta * = gore; latta * = lare; matta * = mare; patta * = pare; ratta * = rare; * catta = reca; * fitta = refi; * matta = rema; * natta = rena; tutta * = ture; * trotta = retro; rete * = tetta; baratta * = barare; calotta * = calore; canotta * = canore; chiatta * = chiare; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "retta" (*) con un'altra parola si può ottenere: ai * = arietta; * sa = restata; un * = urnetta; con * = cornetta; pio * = piroetta; poi * = proietta; * sei = resettai; * idi = ridettai; * ile = rieletta; tav * = travetta; arsa * = arrestata; arra * = arretrata; bevi * = brevettai; cina * = cretinata; mach * = marchetta; peci * = precettai; * assi = rassettai; * cina = recintata; * sere = resettare; * seta = resettata; ...
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "retta"
»» Vedi anche la pagina frasi con retta per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • E' necessario far comprendere ai figli qual è la retta via.
  • Per la retta dell'università di mia figlia ho dovuto sborsare parecchio denaro.
Proverbi
  • Un uccello ammaliziato non dà retta alla civetta.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Dozzina, Retta - La Dozzina, nella frase Stare a dozzina, è quando altri sta in una casa di persone estranee a mangiare e a dormire, pagando per ciò un tanto il mese; e si dice così, perchè in tali case spesso si raccolgono a convivere a tali condizioni più persone. - « Tiene a dozzina alcuni scolari; e così va avanti assai bene. » - La Retta è invece quel tanto che si paga o l'anno o il mese, per esser mantenuti di tutto punto o in una casa particolare o in un convitto. - « La retta di quel convitto è di mille lire l'anno. » [immagine]
Retta, Dare retta, Ubbidire - Dare retta, che viene dalla voce disusata Retta per Sosta, significa Attendere a ciò che altri ci dice, od anche Fare secondo che ci dice. - Ubbidire o Obbedire, è Mettere in atto l'altrui comandamento. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Provvisione, Pensione, Retta - «Provvisione, la paga che dà lo Stato agl'impiegati che attualmente lo servono; pensione, quella che a coloro i quali hanno servito, ed ora sono in riposo. Così l'uso. Dalle provvisioni mal giudichereste del merito degl'impiegati. Le pensioni non dovrebbero darsi se non a chi ha servito utilmente. Retta è quel tanto che pagano i collegiali o i seminaristi per convivere in collegio o in seminario. E' voce che non si scambia giammai con nessun altro affine (1). Pensione poi è anche quell'aggravio che mette il vescovo su qualche benefizio». Meini.

(1) Forse dal dare il necessario a regger la spesa. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Retta - S. f. (Geom.) [Luv.] La più corta delle linee che si possano tirare tra due punti. Anco gli Aur. lat. Recta s. f. per ell.
Retta - S. f. Verb. Da REGGERE. (C)

2. Dare retta. Attendere a ciò che altri dice. [Val.] Fag. Rim. 1. 276. V'è chi non ci dà retta. E 7. 27. Alle parole ella non vuol dar retta. [G.M.] E Commed. Se voi date retta a Federigo, non concluderete mai nulla. V. DARE RETTA.

3. Far retta, vale Far resistenza. Non com. dal com. Reggere, Resistere. G. V. 11. 103. 1. (C) Al bisogno non feciono retta nè difesa, ch'avieno pegno l'armi e' cavalli. E cap. 110. 1. Assalire que' di Bruggia, i quali feciono alcuna retta, e morinne più di cinque cento. Cron. Morell. 236. Pure fece gran retta, e la nicistà della vettuaglia gli fece perdere la terra.

4. Fare buona retta. Far buona riuscita, detto di frutti. Non com. Vettor in Pros. fior. par. 4. v. 4. p. 6. (Gh.) De' fichi indottati abbiamo ancor qui, che fanno buona retta. T. O che reggono fino a maturità, o che diano assai da mantenersi o da guadagnare.

[T.] Dar retta suppone un consenso, una adesione della volontà. Il modo usuale familiariss. Da' retta, significa, Bada a me che ti parlo. L'attenzione è un dirigere e sorreggere la mente ad un fine, che sono i due sensi di reggere.

T. Anche coll'agg. Dà poca retta, e iron. Dànno di molta retta!

T. Non mi dava retta, e semplicem. del non ascoltare il senso delle parole che altri dice, del non curarsi d'intenderle; e, anco ascoltate e intese e in parte sentile nell'animo, non ci badare, non fare conforme a quelle. Il dare o no retta può essere un atto in tale o tal caso, e può essere disattenzione, o noncuranza, o disubbidienza abit.

T. Dar retta a parole, a cose e a persone. Quando vuol chiamarsi l'attenzione altrui, o che sentano: Date retta.

II. T. Senso che più tiene del mor. Dar retta alle lusinghe di una falsa amica. – Dar retta a' giovanastri (in amore). Il Dar retta, di donna, può essere il primo dimostrar di por mente alle parole e all'affezione altrui, e può essere purtroppo anche il non reggere al cimento. Mi dia retta una volta (ascolti le preghiere, i consigli).

T. Fam. Accennando ad altri, che non pigli sul serio i discorsi che un terzo gli fa o le profferte: Che! gli dai retta?

T. Prov. Tosc. 74. Chi dà retta al cervello degli altri, butti via il suo.

T. Non dia tanta retta ai medici.

III. T. Quasi fig. Non dia retta al male. – Mi sentivo certi brividi; non gli davo retta.

IV. T. D'anim. Prov. Tosc. 118. Un uccello ammalizzito non dà retta alla civetta.

V. T. L'uso seg., di senso molto diverso, si reca alla medesima radice del Reggere. La pensione che pagasi da alunni o alunne di collegio, o luogo sim., per avere il vitto coll'alloggio, e quella che pare istruzione e che dovrebb'essere educazione, dicesi Retta, perchè serve a reggere in quel tempo materialmente e spiritualmente la vita. Ma c'è delle Rette che non ci si regge; e anche taluna alla quale i Rettori non reggono. – Quanto di retta? – Oltre alla retta, il corredo. – E anco chi non paga la retta, gli costa caro il corredo; senza le spese di giunta: dove certi reggenti si mostrano ingegnosi quanto sette ingegneri. – Pagare la retta. – Due mesi di retta.

T. Mezza retta, quasi tutt'una voce, quando per grazia o per benefizio della istituzione, l'alunno deve solo la metà di quanto gli altri debbono. Entrare, Stare a mezza retta. Men com. il plur. – Dozzina ha altro senso. Pensione lo ha più gen. Ma noi lo pigliamo da' Fr. per Dozzina e per Retta.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: retrovirus, retrovisiva, retrovisive, retrovisivi, retrovisivo, retrovisore, retrovisori « retta » rettale, rettali, rettamente, rettangolare, rettangolari, rettangoli, rettangolo
Parole di cinque lettere: retro « retta » rette
Vocabolario inverso (per trovare le rime): aspetta, rispetta, circospetta, prospetta, sospetta, lupetta, pupetta « retta (atter) » garetta, sigaretta, chiaretta, scolaretta, maretta, somaretta, marinaretta
Indice parole che: iniziano con R, con RE, iniziano con RET, finiscono con A

Commenti sulla voce «retta» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze