Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «secondo», il significato, curiosità, aggettivo numerale, associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Secondo

Aggettivo
Secondo è un aggettivo numerale. Forme per genere e per numero: seconda (femminile singolare); secondi (maschile plurale); seconde (femminile plurale).
Parole Collegate
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
primo (19%), minuto (11%), tempo (8%), me (5%), piatto (5%), argento (5%), terzo (5%), carne (4%), arrivato (4%), contorno (3%), attimo (3%), momento (3%), posto (2%), eterno (2%), breve (2%), ora (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Misure del tempo [ * » Minuto]
Unità di misura fondamentali [Mole (mol) « * ]

Foto taggate secondo

Bistecca alla bismark
  
Giochi di Parole
La parola secondo è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: se-cón-do. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
secondo si può ottenere combinando le lettere di: seno + doc; don + [cose, esco].
Componendo le lettere di secondo con quelle di un'altra parola si ottiene: +[ari, ira, ria] = aderiscono; +ara = adescarono; +aie = coadesione; +pil = colpendosi; +tan = condensato; +van = condensavo; +[csi, ics, sci, ...] = condisceso; +sir = condissero; +san = condonasse; +tan = condonaste; +din = discendono; +[csi, ics, sci, ...] = disconosce; +sir = discorsone; +[fai, ifa] = endofasico; +api = endoscopia; +poi = endoscopio; +uri = erudiscono; +[ter, tre] = estorcendo; +[ari, ira, ria] = indecorosa; +[eri, ire, rei] = indecorose; +rii = indecorosi; +[ori, rio] = indecoroso; +mal = mescolando; ...
Vedi anche: Anagrammi per secondo
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: fecondo, seconda, seconde, secondi.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: feconda, feconde, fecondi.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: seno, sedo, scodo, sondo, sono, sodo, cono.
Parole con "secondo"
Iniziano con "secondo": secondogenita, secondogenite, secondogeniti, secondogenito, secondogenitura, secondogeniture.
Finiscono con "secondo": assecondo, assecondò, nanosecondo, picosecondo, wattsecondo, microsecondo, millisecondo.
»» Vedi parole che contengono secondo per la lista completa
Parole contenute in "secondo"
con, eco, seco. Contenute all'inverso: noce.
Incastri
Si può ottenere da sedo e con (SEconDO).
Inserendo al suo interno ari si ha SECONDariO.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "secondo" si può ottenere dalle seguenti coppie: severe/verecondo, secoli/lindo.
Usando "secondo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * condoni = seni; * condono = seno; * condotta = setta; * condotte = sette; * condotti = setti; * condotto = setto; * condomini = semini; * condomino = semino; * condonati = senati; * condonato = senato; * condominio = seminio; nasse * = nascondo.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "secondo" si può ottenere dalle seguenti coppie: semini/condomini, seminio/condominio, semino/condomino, senati/condonati, senato/condonato, seni/condoni, seno/condono, setta/condotta, sette/condotte, setto/condotto.
Usando "secondo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: nascondo * = nasse; * lindo = secoli.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "secondo" (*) con un'altra parola si può ottenere: * atre = secondatore; * atri = secondatori.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "secondo"
»» Vedi anche le pagine frasi con secondo e canzoni con secondo per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Secondo uno studioso, la Terra potrebbe scontrarsi con un asteroide.
  • Ho avuto modo di conoscere un vecchio signore di nome Secondo.
  • Nel secondo municipio di Roma si trovano le catacombe di Santa Priscilla e Sant'Agnese.
Proverbi
  • Amico mio cortese, secondo le entrate, fate le spese.
  • Dio manda il freddo secondo i panni.
Libri
  • Il secondo sesso (Scritto da: Simone de Beauvoir; Anno 1949)
Titoli di Film
  • Secondo amore (Regia di Douglas Sirk; Anno 1955)
Canzoni
  • Il mio secondo tempo (Cantata da: Max Pezzali; Anno 2011)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
»» Vedi tutte le definizioni
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Conforme, Giusto, Secondo, Secondo che, A seconda - Conforme, quando è avverbio, accenna il modo di operar nella forma medesima, o secondo la forma da altri assegnata. - «Conforme a ciò che mi impone la sua lettera.» - Quando si dice Giusta, pare che si voglia dire anche più, pare cioè che valga: Senza punto scostarsi dal precetto, dalla volontà, dal desiderio altrui. - Secondo e Secondo che viene a dire, così in generale, che si seconda l'altrui desiderio, si ubbidisce al precetto e simili. - A seconda, come usano molti in questo significato, non è in tutto proprio: perchè, essendo questa una metafora dall'Andare a seconda di un fiume, piuttosto che la buona volontà di chi seconda gli altrui desiderii o comandi, accenna a qualche cosa come di piacenterìa; usandosi appunto la frase Andare a seconda dell'altrui volontà o desiderio, per ciò che i Latini dicevano Gerere morem. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Uguale, Conforme, Simile, Uniforme, Somigliante, Congruente, Corrispondente, Consono, Concorde, Secondo; Conformità, Somiglianza - Nell'articolo precedente non si considerarono che uguaglianze morali o politiche, cioè astratte e convenzionali, poichè di assolute e materiali veramente non ve ne sono. Due persone, due alberi, due animali, due atti, due fatti, due caratteri perfettamente uguali non si danno: ciò prova in parte la ricchezza della natura; ma ciò dimostra altresì l'impotenza della materia organizzata o no, che non può in cose, in individui, in forme perfette costituirsi, poichè in esse sole può concepirsi l'eguaglianza assoluta. Di somiglianti, molte, di simili, alcune se ne possono trovare; ma la somiglianza è sempre più apparente che reale o almeno più esterna che intrinseca. Conforme vale che ritrae delle premesse, che meno se ne allontana; uniforme, somigliante nei caratteri, ne' colori ad un tipo, ad un originale: nella conformità v'ha somiglianza, nell'uniformità una intrinseca uguaglianza affatto materiale: uniformi, per antonomasia, le vestimenta de' militari. Congruente, che conviene logicamente coi principii generali da cui deriva; corrispondente, ciò che risponde alle premesse; consono, ciò che ha un significato quasi identico ad altra cosa; congruente una risposta a tuono e calzante; corrispondente un tuono ad un altro, un membro di una proposizione ad un altro, con cui si alterna: consono un vocabolo, o una frase che valgano o suonino presso a poco lo stesso. Fra conformità e somiglianza vedo queste differenze: 1° che questa è casuale ordinariamente, e l'altra è studiata o altrimenti prodotta: 2° che questa sta direttamente a fronte del tipo; l'altra passa per certe norme che possono renderla a questo più o meno somigliante: si dirà per esempio le massime di Confucio o del tal altro filosofo sono somiglianti ai proverbi di Salomone: pure nello spirito, ne' principii che animavano questi o quegli non era grande conformità. Agire conforme, e agire secondo le regole, i precetti o simili, si dicono entrambi; ma nel primo modo è alquanto più arbitrio, moderato però dalla saggezza; nel secondo più servilità alla parola della legge. [immagine]
Secondo, Giusta - Secondo esprime motivi d'imitazione, di connivenza, e proprio di assecondanza; giusta motivi di opportunità, di dovere, di necessità, e proprio di giustizia: fare, dire, andare secondo l'uso, secondo fa, dice, va chi ha preminenza qualunque; agire, fare, dire giusta i dettami della coscienza, giusta l'equità naturale, giusta i principii del diritto. Lo scambiare negli esempi addotti i due vocaboli sarebbe esprimersi meno propriamente. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Secondo - Prep. che serve al quarto caso, e vale Conforme. Lat. aureo Secundum. Dant. Par. 4. (C) Parer tornarsi l'anime alle stelle, Secondo la sentenza di Platone. Bocc. Nov. 2. g. 5. Aggiugnendo che con sua licenza intendeva secondo la nostra legge di sposarla. E nov. 6. g. 5. Essi furono, secondo il comandamento del Re, menati in Palermo. Amet. 37. Consentì a questo la lieta madre, e trovato un giovane secondo il suo cuore, il cui nome grazioso mi piacque, a lui per isposa mi diede. Cas. Lett. 28. Permetta che detto mandato abbia sua esecuzione secondo gli ordini della città. Segr. Fior. Mandr. 4. 9. (M.) Vuolsi mandare innanzi uno esploratore, e scoprire chi egli è; e secondo ci riferirà, secondo faremo. [Camp.] Bib. Maccab. II. 6. Sostengo duri tormenti al mio corpo; ma secondo l'anima (secundum animam), per lo timore tuo, volentieri queste cose sostengo. [Cast.] Salv. Lett. al Borgh. n. XXXV. Presso al Decamerone seguono l'altre opere, secondo l'avviso mio, con questo ordine: Corbaccio, Fiammetta, Filocolo, Ameto.

2. [Cont.] Nella direzione. Non com. G. G. Mis. vist. Fermatici nel luogo C, traguarderemo con una costa dello strumento l'altezza A, come si vede secondo la costa CDA.

3. Talora accenna Cagione o Ragione. Gr. S. Gir. 9. (M.) Tutti uomini sono fratelli, e secondo il primo padre; e tutti i Cristiani sono fratelli di Cristo, secondo il battesimo.

4. Secondo, in corrispondenza di Quanto. Vit. SS. Pad. 1. 196. (M.) Quanto alla vista, parea molto umile; ma secondo la verità, era molto superba.

5. Vale anche Per, in signif. di Per quanto importa o si può. Bocc. Nov. 5. g. 2. (C) Io ti saprò bene, secondo donna, fare un poco d'onore. E nov. 5. g. 9. Era ben vestita, e, secondo sua pari, assai costumata e ben parlante. E nov. 9. g. 10. E quivi, secondo cena sprovveduta, furono assai bene e ordinatamente serviti. Cron. Morell. 219. E, secondo contadini, sono orrevoli persone, assettati e puliti nel loro mestiero. E 256. Avrai riguardo ch'ella sia donna pacifica, e non altera o superba, e ch'ella sia secondo donna, ragionevole e intendente. G. V. 9. 65. 1. Buon uomo era, secondo laico.

6. † Per Dopo. Giambon. Mis. Uom. 111. (M) Dopo Santa Maria ama più gli angioli, perchè secondo lei sono più amati da Dio. G. V. 7. 36. Nelli anni di Cristo 1300, secondo la natività di Cristo.

7. Secondo che, per Rispettivamente, nel qual senso dagli Scolastici dicesi Secundum quid. Ott. Com. Par. 13. 322. (M.) E se guardi rispettivamente, perchè egli fosse singulare in senno più privilegiato d'Adamo, non fu meglio d'Adam negli altri privilegi a lui dati da Dio nella perfezione della umanitade, e così parla secondo che, e non assolutamente. T. Sarebbe meglio dichiarato Secondo il che, cioè Non assolutamente, ma secondo una qualità speciale, o certe circostanze.

8. [G.M.] Secondo come. Non so se domani potrò venire da voi: secondo come mi sentirò. Forse domani finirò il lavoro; secondo come avrò tempo. (Secondo il tempo che avrò.)

[G.M.] E con ell. Andrete domani al teatro? – Secondo! – Vi adattereste a esser deputato? – Secondo! (Secondo che converrà alla mia coscienza.)

[T.] Secondo, che segue appresso il primo, in numero, in ordine, in dignità.

Ordine del moto. [Pol.] D. 1. 4. Or discendiam quaggiù… Io sarò primo, e tu sarai secondo. Così si mise, e così mi fe 'ntrare Nel primo cerchio.

II. Di numero. T. Filippo secondo (re o imperatore di questo nome).

† Ass. T. Ar. Sat. La grand'ira di Secondo (Giulio papa).

III. D'atto. T. Ap. Evitare l'uomo eretico dopo la prima e la seconda ammonizione.

T. Prov. Tosc. 275. De' secondi consigli son piene le case, e de' primi ve n'è carestia (corrisponde all'altro Del senno di poi son piene le fosse).

IV. Di tempo. T. La casa fu appigionata il secondo giorno appena chiesta licenza. Ap. Nel secondo giudizio (il finale: il primo è all'uscire che fa l'anima di questa vita) D. 1. 1. Ove udirai le disperate strida, Vedrai gli antichi spiriti dolenti, Che la seconda morte ciascun grida (piange la propria dannazione, la morte dell'anima al Bene sommo). E 3. 21. Alla morte seconda (nel senso pr. – Traiano, per un atto di carità) immaginavasi risuscitato alle preghiere di Papa Gregorio, perchè credesse, e morendo daccapo, fosse salvo. Qui seconda ha il senso del num. I.

T. Seconda serie di pagamenti. Seconda Lega contro Federigo secondo.

V. Di valore e importanza. T. Hor. Nil majus generatur ipso (di Giove), Nec viget quidquam simile aut secundum: Proximos illi tamen occupavit Pallas honores. Può la pers. e la cosa essere seconda a più o meno intervallo; e così quanto al numero e al tempo e all'atto. Ma quando diciamo Non secondo a veruno, intendiamo parità; e talora, con locuz. modestamente altera, anche qualcosa di più. Non mi credo secondo a verun altro nel volervi bene, nell'amare la patria.

VI. T. Altra idea sim. d'importanza: Negli uffizii della Chiesa cattolica. Di prima, di seconda classe. Cerracch. Dubb. Rubr. 1. 7. Può concorrere co' primi vespri d'un altro doppio di seconda classe.

T. Di scuole e d'altro, seconda classe, vale, per contr., che, succedendo alla prima più element., è più alta.

T. Nel ling. filos. Defend. Pac. Già sia che (benchè) le cause primitive siano più delle seconde. In questo senso posponesi al nome. La seconda causa è la numerata dopo la prima, talvolta più importante di quella.

T. Prov. Tosc. 251. I danari sono il secondo sangue (ma non servono alla vita vera di chi non ha sangue o l'ha guasto).

T. Prime e seconde parti sulla scena. Ma, perchè dalla scena traevansi anche presso i Lat. metaf., quasichè sia destino della politica essere teatrale, Rappresentare, Fare, Avere, Recitare le prime, le seconde parti, vale in qualsiasi uffizio priv. o pubbl., Essere o no il principale. E la seconda parte può in teatro, e più ancora fuor di teatro, essere quella che parla e opera più. – Secondo basso. Baller no per le seconde parti. Hor. Partes mimum tractare secundas.

VII. T. Usi di senso mor. L'abito è una seconda natura (ma si può vincere anch'esso, come anco i naturali istinti possonsi con la virtù e con la Grazia. In questo signif. Seconda è una natura sovrapposta e insinuantesi nella prima; e la seconda è forse più prepotente).

T. Ci sarà qualche secondo fine. Il secondo fine è sempre indiretto e non buono, che l'uomo tenta nascondere sotto il primo, e sostituire a quello, e farlo principale. Anche plur. I secondi fini. – Ma può essere locuz. innocente, quando accenna l'ordine regolare de' fini: Allora però non s'adopra in modo ass.

VIII. Senso soc. e civ. T. Il secondo fratello, secondogenito.

T. Seconda moglie, sposata dopo la prima. Moglie in seconde nozze del… Figliuoli del primo, del secondo letto.

T. Secondo elettore, laddove le elezioni si fanno a due gradi; e i primi eleggenti in maggior numero, eleggono quelli ch'e' credono, o si suppone che credano, più adatti a eleggere il deputato che rappresenti i comuni diritti.

T. Di seconda mano, ha senso gen. a pers., e cose e atti. Mercanzie di seconda mano. Fig. Avere di seconda mano le nuove; troppo sovente le idee, – Idee, erudizione di seconda, di terza mano. – Autori di terza mano e di quarta e di duodecima, che tanto più si spacciano per originali quanto son più dozzinali.

IX. T. Usi letter. e scientif. Secondo caso o Genitivo. Si costruisce col secondo caso. Secondo caso plurale.

(Alg.) T. Potenza di secondo, di terzo grado. Seconda, terza potenza. Radici seconde, quadrate, cubiche.

X. † T. Latinismo che ha orig. nella rad. Sequor. [Pol.] Bemb. Asol. lib. 2. Quasi che le navi che affondano nel mare, de' venti che loro dal porto aspirano secondi e favorevoli… si debbano rammaricare. T. Favorevole, rende superfluo il Secondo. Hor. Non agimur tumidis velis aquilone secundo; Non tamen adversis aetatem ducimus austris. Il vento favorevole pare che segua il corso della nave e il desiderio de' naviganti.
Secondo - Agg. Quello che seguita dopo il primo. Aureo lat. Dant. Par. 3. (C) Della gran Gostanza, Che del secondo vento (imperatore) di Soave Generò 'l terzo, e l'ultima possanza. Bocc. Introd. Delle quali la prima, e quella che di più età era, Pampinea chiameremo, e la seconda Fiammetta, Filomena la terza… E nov. 1. g. 7. E, stando un poco, Federigo picchiò la seconda volta. Petr. Canz. 8. 5. part. II. Vergine sola al mondo senza esempio, Che 'l ciel di tue bellezze innamorasti, Cui nè simil fu prima, nè seconda (cioè, nè maggiore, nè prossima). Tac. Dav. Ann. 4. 84. Alla memoria di Druso si ordinarono gli onori di Germanico, e più altri, come vuole adulazion seconda (il testo lat. ha: posterior). [Cam.] Borgh. Selv. Tert. 72. Contuttociò mi piace ancora in questa vostra religione verso la maestà degli Imperatori che vengono dopo gli Dei, per cui come d'un sacrilegio di secondo ordine siamo noi cristiani riconvenuti, perchè non celebriamo con voi le solennità dei Cesari.

[Cont.] Sod. Arb. 7. Primieramente si scrisse nelle foglie delle palme, dipoi nell'Indie nelle sottilissime seconde scorze degli arbori. Cit. Tipocosm. 387. Piano, o primo, o secondo, o terzo.

[Cont.] Stella di seconda grandezza. Sass. F. Lett. 213. Quel Crusero, che si vede da mezzogiorno con 60 gradi di declinazione dalla banda di mezzogiorno, sono 4 stelle; due della seconda grandezza, una della terza che è nel piè della croce, e una della quarta che è nel braccio di ponente.

[Cont.] Olio secondo, che si ottiene con più gagliarda pressione del primo. Pall. R. Agr. XII. 19. Il secondo olio similmente fa stringendo colla macina più fortemente; ma sarà per lo rompere de' noccioli non così dolce.

[Cont.] Seconda di cambio. Sass. Fr. Not. fam. XXX. In casa nostra, in potere di me Francesco Sassetti, si conserva una lettera, seconda di cambio, fatta in Lisbona del 1360 da Niccolò Sassetti suddetto, che traeva in Avignone a Chiaro del Rosso e compagni, fiorini 2370. E XXXI. Se per la sopradetta prima lettera non gli aveste pagati, pagateli per questa seconda (di cambio), pagandoli tra per la detta prima e questa seconda una volta e non più.

[G.M.] Fig. fam. Di nuovo fallo, o di cosa che inopportunamente si ripeta: Ecco la seconda di cambio. Ha fatto la seconda di cambio. Fag. Commed. Ecco la seconda di cambio!

(Vet.) [Valla.] Diconsi di Secondo morso i denti permanenti, d'adulto, o di rimpiazzamento degli animali spettanti all'equina specie.

2. Per Favorevole. Aureo lat. Non è del ling. com. Petr. cap. 5. (C) Tal venía contro amore, e 'n sì secondo Favor del Cielo. Bocc. Nov. 6. g. 4. Quantunque i sogni a quelle pajono favorevoli, e con seconde dimostrazioni chi gli vede confortino. Fiamm. 4. 106. Ma esse non vennero mai al suo intendimento seconde. Car. En. 3. 746. (Man.) E perchè 'l vento, Che secondo fería, non punto indarno Spirasse, ordine avea di scior le vele Già dato Anchise.

3. (Mus.) [Ross.] Seconda donna. Donna che nel melodramma eseguisce una seconda parte. Marc. 2. 21. Se la seconda donna si lamentasse nella parte d'aver manco note della prima, procurerà consolarla…

[Ross.] Seconda parte. Nel melodramma è l'Attore che sostiene una parte non principale. Sarebbe naturalmente il deuteragonista de' Greci: ma poichè v'ha due gradi di prime parti, l'assoluta e la comprimaria, assegnata la qualità di protagonista all'assoluta, di deuteragonista alla comprimaria, siegue che la nostra seconda parte risponda all'antico tritagonista. Tach. 8. 73. Vengono poi per lo più il basso, il tenore, la prima donna, e seconde parti.

[Ross.] Detto di due parti o strumenti o voci eguali, indica la più bassa.

[Ross.] Aggiunto di Numero, vale Composto. V. NUMERO.

4. Altri modi.

A nessun'altro secondo, o Secondo a nessuno, o sim., vale Che non è inferiore a nessuno. Petr. Canz. 3. 2. part. II. (C) Poco spazio asconde L'alte ricchezze a null'altre seconde. Benv. Cell. Vit. 2. 332. (M.) Io non volevo esser fatto secondo a nessuno di quelli che lui teneva della mia professione. Dant. Par. 13. Che non ebbe secondo Lo ben che nella quinta luce è chiuso. (Salomone in sapienza.)

5. [Camp.] Aspetto secondo, fig., per Immagine riflessa, riverberata. Dant. Par. 18. Finchè 'l piacere eterno che diretto Raggiava in Beatrice dal bel viso Mi contentava col secondo aspetto.

6. Cause o Cagioni seconde, diconsi gli Esseri creati, considerati come aventi da Dio, causa prima, la facoltà di produrre degli effetti. Segner. Pred. Pal. Ap. 2. 9. (M.) I difetti delle opere che si fanno, tutti provengono dalle cagioni seconde.

7. [Camp.] Essere secondo da alcuno, per Essergli secondo in autorità. Guid. G. A. Lib. 31. In tutto quello riame… Antenore era secundo dallo re in officio e potestate.

8. Le seconde mense, diconsi Le vivande che si portano nella seconda mandata, cioè Le frutte. Alam. Colt. 3. 67. (C) Per far più adorne le seconde mense. Hor. Pensilis uva secundas Et nux ornabat mensas cum duplice ficu.

9. Minuti secondi, si dicono Quelli, ognuno de' quali è la sessantesima parte del primo; e si dicono talora assolutam. Secondi, senz'altro sost. Lib. Astrol. (C) Quei gradi debbono esser partiti per minuti, e per secondi. [Cont.] Danti, Astrol. 11. Ciascun grado è diviso in 60 minuti, ciascun minuto in 60 secondi; e ciascun secondo in 60 terzi. G. G. Sist. I. 241. Non contento d'investigar tali movimenti in tempi orarj, gli trova anco in un minuto d'ora; nè contento del minuto, lo ritrova sino a uno scrupolo secondo. = Bellin. Disc. 1. 70. (M.) Si divide, come sapete, ogni minuto primo in sessanta secondi, ogni secondo in sessanta minuti terzi…

[Cont.] Suddivisione del minuto primo considerato come lunghezza lineare. Lom. Pitt. Scul. Arch. 95. Ciascuno delle dita partirono in quattro minuti… sì che il miglio veniva ad essere… trecentoventi mille minuti, dodici volte cento mille secondi e ottanta mille.
Secondo - Avv. In secondo luogo, Secondariamente. Lat. aureo Secundo. Petr. Son. 199. part. I. (C) Quando Amor porse, quasi a dir, che pensi? Quell'onorata man che secondo amo.

2. Vale talora In proporzione. Libr. Ruth, 12. (Man.) Prego Iddio che ti renda secondo l'operazione tua, e sì ne riceva piena mercede.

3. Per Secondochè. G. V. 11. 129. 3. (C) Ben ve n'ebbe alcuni tra loro innocenti, secondo si disse. E 12. 57. 7. Si trovò, secondo si dice, che 'l detto frate Pietro inquisitore avea dato licenza di portarla (l'arme) a più di 250 cittadini. Ar. Fur. 17. 85. (M.) Per gioco insomma qui facean secondo Fan li nimici capitali, eccetto Che potea il Re partirgli a suo diletto.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: secondatori, secondatrice, secondatrici, seconde, secondi, secondini, secondino « secondo » secondogenita, secondogenite, secondogeniti, secondogenito, secondogenitura, secondogeniture, secreta
Parole di sette lettere: secondi « secondo » secreta
Lista Aggettivi: secolarizzato, secondario « secondo » sedativo, sedentario
Vocabolario inverso (per trovare le rime): fecondò, fecondo, rifecondò, rifecondo, infecondo, verecondo, inverecondo « secondo (odnoces) » millisecondo, picosecondo, nanosecondo, microsecondo, assecondo, assecondò, wattsecondo
Indice parole che: iniziano con S, con SE, parole che iniziano con SEC, finiscono con O

Commenti sulla voce «secondo» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2020 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze