Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «piatto», il significato, curiosità, aggettivo qualificativo, associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Piatto

Aggettivo
Piatto è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: piatta (femminile singolare); piatti (maschile plurale); piatte (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di piatto (spianato, pianeggiante, piano, livellato, ...)
Nomi Alterati e Derivati
Avverbio: piattamente.
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
fondo (8%), portata (7%), forte (6%), ricco (6%), primo (5%), piano (4%), cibo (4%), bicchiere (3%), rotto (3%), pieno (3%), piede (3%), pietanza (3%), unico (3%), forchetta (2%), angolo (2%), mare (2%), caldo (2%), posate (2%), vuoto (2%), stoviglia (2%), ceramica (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Calcio [Passaggio « * » Porta]

Foto taggate piatto

Il piatto italiano.

Civitanova

Bianco su sfondo rosso
Tag correlati: cibo, pasta, frutta, pomodori, tovaglia, dolci, dolce, posate, forchetta, verdure, pomodoro, prezzemolo, zucchero, uva, pesce, formaggio, pane, uova, vassoio, melograno, tre, bicchieri, spaghetti, carne, tagliatelle, insalata, fragola, biscotti, mare, basilico
Giochi di Parole
La parola piatto è formata da sei lettere, tre vocali e tre consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: tt.
Divisione in sillabe: piàt-to. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: optati, patito (spostamento di una lettera), potati.
piatto si può ottenere combinando le lettere di: tot + api; top + tai; ito + tap.
Componendo le lettere di piatto con quelle di un'altra parola si ottiene: +[nas, san] = antipasto; +rna = antiporta; +[par, rap] = apportati; +spa = appostati; +ras = asportati; +[sua, usa] = autopista; +sue = autopiste; +cui = autoptici; +caf = capofitta; +cra = captatori; +[ceo, eco] = cooptiate; +[csi, ics, sci, ...] = costipati; +sud = disputato; +ace = epatocita; +[fai, ifa] = fitopatia; +ife = fitopatie; +mas = impastato; +ram = importata; +rem = importate; +rom = importato; +mas = impostata; +sim = impostati; ...
Vedi anche: Anagrammi per piatto
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: pianto, piatta, piatte, piatti.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si può avere: riatti.
Con il cambio di doppia si ha: piallo, piazzo.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere le seguenti parole: patto, pitto. Togliendo tutte le lettere in posizione dispari si ha: ito.
Altri scarti con resto non consecutivo: iato, itto.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: bottai, lottai.
Parole con "piatto"
Iniziano con "piatto": piattola, piattole, piattone, piattoni, piattolina, piattoline, piattolona, piattolone, piattoloni, piattonata, piattonate.
Finiscono con "piatto": soppiatto, sottopiatto, ultrapiatto.
»» Vedi parole che contengono piatto per la lista completa
Parole contenute in "piatto"
pia, atto. Contenute all'inverso: tai.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "piatto" si può ottenere dalle seguenti coppie: pisci/sciatto, piacerò/cerotto, piade/detto, piaga/gatto, piaghe/ghetto, piane/netto, piastre/stretto.
Usando "piatto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * attori = piri; copia * = cotto; rupia * = rutto; copi * = coatto; * attonite = pinite; * attoniti = piniti; disopia * = disotto.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "piatto" si può ottenere dalle seguenti coppie: picca/accatto, pivo/ovatto.
Usando "piatto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * ottale = pile; * ottani = pini; * ottano = pino; * ottava = piva; * ottave = pive; * ottavi = pivi; * ottavo = pivo; * ottanta = pinta; * ottante = pinte; chip * = chatto; grip * = gratto.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "piatto" si può ottenere dalle seguenti coppie: pinite/attonite, piniti/attoniti, piri/attori.
Usando "piatto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: coatto * = copi; * detto = piade; * netto = piane; rutto * = rupia; * ghetto = piaghe; disotto * = disopia; * cerotto = piacerò; * stretto = piastre.
Sciarade incatenate
La parola "piatto" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: pia+atto.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "piatto" (*) con un'altra parola si può ottenere: * nona = piantonato; * neroli = pianerottoli; stella * = spiattellato.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "piatto"
»» Vedi anche le pagine frasi con piatto e canzoni con piatto per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Una fantasiosa decorazione rende la pietanza nel piatto più attraente.
  • La maggior parte delle persone preferisce utilizzare un piatto di ceramica rispetto a quello di vetro.
  • Ottavio rigirò a lungo la minestra nel piatto, assorto nei suoi pensieri non si era nemmeno accorto che questa si era ormai raffreddata da tempo.
Proverbi
  • La speranza è un piatto magro.
Espressioni e Modi di Dire
Libri
  • Il piatto piange (Scritto da: Piero Chiara; Anno 1974)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
»» Vedi tutte le definizioni
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Scodella, Cuparella, Piatto, Piattino, Vassojo - La Scodella è cupa, cioè un poco fonda, e però a Siena la chiamano la Cuparella. Serve per la minestra.
- Il Piatto è quello su cui mettesi la chicchera da caffè o da cioccolata.
- Il Vassojo è grande assai, generalmente bislungo, ed è quello sul quale si portano in tavola le vivande. Ci sono i vassoj di metallo, e su quelli si portano paste, più chicchere, sorbetti, rinfreschi. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Piano, Piatto - Cosa piana non è erta, nè scabra, nè difficile; cosa piatta non è nè concava, nè convessa, nè tanto meno acuminata: i piatti, malgrado il nome, sono però concavi a una loro maniera particolare, dovendo contenere minestra e salse. [immagine]
Tagliere, Desco, Piatto, Deschetto, Bischetto - Tagliere è quell'asse di legno forte sul quale si tagliano o triturano le carni per cuocerle e accomodarle in pietanze. Tagliere dicevasi il piatto dagli antichi, perchè ivi si trinciavano, tagliavano i camangiari: sedere a tagliere è frase grossolana e rustica. Desco è la tavola dove si mangia; onde meglio sedere a desco. Desco quello ove i macellai trinciano le carni per venderle: deschi, le tavole che si tengono in cucina per sovrapporvi le vivande crude e cotte. Deschetto, piccolo desco: onde bischetto, con leggera alterazione e ironia, il piccolo banco de' ciabattini ove manipolano pece e mangiano spago. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Piatto - S. m. Vaso quasi piano nel quale si portano in tavola le vivande. Appunto da Piano. Rammenta Patina. = Nov. ant. 19. 4. (C) Fece venire oro, e ariento in piatti, e vasella. Buon. Fier 1. 2. 2. No 'l dite a me, che 'l so, che tante volte vidi per aria andare i pani e i piatti. [Cont.] Fal. Vas. quadri, I. 3. Piatti di stagno, gavette di legno, ed altre cose necessarie per la cucina. [G.M.] Segner. Quares. 3. 7. Ne' gran conviti solenni avrete osservato stare alcuni talora di que' famigli, che vi assistono intorno a guisa d'arpie, con avidità di rimuovere presto il piatto che avete innanzi. Fag. Rim Pare il mio piatto un zibaldone, o pozza Di variati intingoli composta. E Commed. Tondini, cioè piatti. Dicendo Piatti s'intende e i tondini e le scodelle. Mettere i piatti in tavola. Ma propriam. la scodella è per la minestra; e il tondino o piatto, per le vivande.

T. Vang. Voi farisei, mondate quel ch'è di fuori del bicchiere e del piatto.

T. Prov. Tosc. 20. Chi lecca i piatti deve leccare in terra (la ghiottonería va punita).

2. Piatto, dicesi anche La pietanza, La vivanda ch'è dentro il piatto, onde Regalare i piatti, che vale Condire le vivande con condimenti, sapori, ecc. V. REGALARE. [G.M.] Segner. Quares. 3. 6. Si abbandona vorace sopra ogni piatto.

T. Un piatto d'erbe, di lente, d'insalata. – Piatto alla casalinga. – Minestra e tre piatti.

3. † Far buon piatto ad uno. Dargli ben da mangiare. Ciriff. Calv. 3. 94. (Man.) Mentre ched ella aveva provveduto Circa alla cena, e per tal modo ha fatto, Che per la sera ella fe' lor buon piatto.

4. [Val.] Ripulire i piatti, fig. Divorare più che mangiare. Fag. Rim. 1. 90. I tozzi Veggio sparire, e ripulire i piatti.

5. Trasl. La provvisione del vitto. Fir. Disc. an. 32. (C) Il signore comandò subito, che fussero preparate alcune stanze per la persona sua, e per tre servitori, con la larga e copiosa provvisione pel suo piatto. Benv. Cell. Vit. 2. 490. Quel gran re (Francesco) mi dava milla scudi d'oro per il mio piatto. [Val.] Fortig. Ricciard. 9. 98. Con patto Che mandassero a Carlo ogni anno un piatto.

6. Per Appannaggio. Segni Stor. Fior. 2. 147. (Gh.) E ch'ei (Cosimo) non avesse ad aver di piatto Se non dodici mila scudi l'anno. (Oggi si direbbe alla fr. Lista civile). [Cont.] Zaz. Narr. Arch. St. It. IX. 579. Concedendo a ciascuni di questi (visitatori generali) cento ducati di piatto ogni giorno.

T. Piatto di cardinale, di principe, l'assegnamento annuo che gli si fa dallo Stato.

7. Dicesi in modo usitatissimo, Piatto di buon viso, e vale Buona accoglienza. Baldov. Comp. Dramm. 2. 25. (M.) A quel poco ch'è in casa Aggiungeremo un piatto di buon viso, E ne sarà ciascun più che contento. Torello Vangelisti in Not. Malm. v. 1. p. 157. (Gh.) Vi faran due frittate, una co' zoccoli, L'altra in peduli, e un piatto di buon viso.

[G.M.] Anco: Il piatto del buon cuore. – Se verrete a trovarmi in campagna, non vi farò un pranzo suntuoso; ma il piatto del buon cuore non mancherà.

8. Della bilancia, o stadera. Bellinc. Disc. 1. 173. (M.) Se vo' mettete il romano accanto all'ago, dico quel romano che pesa tre o quattr'once, o poco più o poco manco, e' non vi contrappesa a peso nessuno che sia nel piatto della stadera. E appresso: In quella lontananza dall'ago fa forza quanto il peso del piatto. Salvin. Cas. 168. Saturam lancem; piatto satollo, cioè piatto pieno d'ogni cosa.

9. [Cont.] Quelle forme di bronzo, nelle quali si rodono i vetri per farne lenti. Manzini, Diop. prat. 90. Del piano necessario per pianarvi sopra i cristalli, e delle misure de' piatti o forme per lavorarvi dentro gli occhiali o lenti. Lana. Canoc, 182. Piatti overo forme, sopra le quali si lavorano poscia i vetri, dandoli figure convesse sopra li piatti concavi, e la figura concava sopra li piatti convessi, overo sopra palle o mezze palle rotonde.

10. (Mus.) Piatti, o Piattiturchi, diconsi Due istrumenti di rame, fatti a guisa di piatti, aventi nel centro una piccola concavità, ed un buco in cui s'introduce una doppia coreggia, e si suonano battendo i piatti uno contro l'altro. Salvin. Disc. 3. 117. (M.) I cavi piatti, detti dagli antichi cimbali dalla figura, i corni delle Baccanti, tutti tendevano a por furore ne' cuori. E Pros. Tosc. 1. 356. (Man.) Vi sono i cimbali o piatti concavi, che tanto a Cibele dànnosi, quanto a Bacco. [G.M.] I piatti, il treppiede, e il cappello chinese.
† Piatto - Agg. Quasi Appiattato, Nascosto, Celato, perchè di quel che vuole celarsi evitasi che apparisca ogni rilievo. Piuttosto che da Plicare, quasi Plicitare. Sen. Pist. (C) Io ho chiuso l'uscio mio, e sono stato piatto, e nascosto. E altrove: Debbono la lor vita per modo piatto e nascosto passare. Dant. Inf. 19. Di sotto al capo mio son gli altri tratti, Che precedetter me simoneggiando Per la fessura della pietra piatti. Stor. Pist. 16. E certi rimasono piatti in casa de' loro amici. [Laz.] Coll. SS. PP. 24. 24. Morsi degli avvelenati serpenti, o vero scorpioni, che vi stanno piatti. [Cont.] Bandi Lucch 50. E che lo fiorino dell'oro, che fusse infra moneta piccola o altre cose piatto, che non si vedesse per quelli che fussero intorno al giuoco, vallia solamente per uno grosso. T. Prov. Tosc. 302. Gatta piatta, chi non la vede, graffia.

2. Spianato, Schiacciato, Di forma piana a guisa di piattello. Bocc. Nov. 5. g. 6. (C) Essendo di persona piccolo e sformato, con viso piatto e ricagnato. Boez. Varch. 5. Rim. 3. Di molte e varie forme Calcan la terra diversi animali, Questi con piatto steso corpo enorme Spazza strisciando col petto la polve. Galat. 73. Il naso piccolo, e le guance paffute, e la bocca piatta. Red. Ins. 90. (C) Con lunga coda piatta, e, per così dire tagliente. [Cont.] Matt. Disc. Diosc. III. Produce (la lunaria) un sol fusto tondo, nervoso e sottile, dal cui mezzo esce alla banda una sola costola piatta; su per la quale sono da ogni banda le frondicelle scambievolmente attaccate, grosse, nervose, e dure. Spet. nat. II. 96. Rombi, e squadri, e ragni, e passere, e passerini, ed ogni sorta di pesce piatto, e bistondo, la cui carne è sì stimata, e preziosa. Vas. V. Pitt. Scul. Arch. III. 124. Quanto alla camera della volta piatta, che d'alfro per ora non mi ha dato carico, mi pare che essendo ella destinata per il letto della propria persona di Sua Sig. Illustriss. vi si debbano fare cose convenienti al luogo, e fuor dell'ordinario, sì quanto all'invenzione come quanto all'artificio.

[Cont.] Forma piatta. Più sovente scrivesi Piattaforma. Adr. A. Disci. mil. 450. Squadrerà l'ingegniero,… l'altezza de' baluardi, de' cavalieri, delle forme piatte. Tart. Ques. Inv. VI. 2. Fra baluardo, e baluardo, cioè nel mezzo di cadauna facciata vi è una forma piatta over cavaliero, le quali guardano li baluardi, e cadauna di queste forme piatte ha due cannoniere di dentro della nova muraglia.

[Cont.] Barca piatta. Che ha il fondo piatto. Spesso scrivesi ass. Piatta (V.). Lecchi, Can. nav. 503. Osserviamo una così svariata struttura di barche ne' canali navigabili della nostra Italia, altre piatte e che meno pescano, altre più lunghe e che poco si allargano, e tutte capaci soltanto d'un definito carico. Pant. Arm. nav. 52. Ma oltra li sudetti legni, avendosi a far lo sbarco dell'esercito in paese inimico, sono necessarie molte barche o barconi, o battelli piatti di fondo per accostarsi a terra. Lupic. Disc. mil. esp. 1. Sarebbono fracassate (le navi) dall'artiglieria delle zatte, le quali per avere il fondo piatto si eserciteranno in poca altezza d'acqua, e restando in secco si varranno dell'artiglieria, come se fussono mobili, per essere assicurate sopra le piattaforme. = Tac. Dav. Ann. 2. 6. (C) Altre (navi) in fondo piatte, per ben posare.

3. Fig. Per Basso, Umile. Leop. Cap. 36. (M.) Non m'incrusco a cantar d'arme e d'amore, Piglio certe materie così fatte, Che hanno come me poco tipore; Però son le mie rime piatte piatte.

4. Di piatto, Posto avverb., vale Colla parte piana dell'arme; contrario a Di taglio. Alleg. 44. (C) Dove queste (le squarcine) vanno sempre scoperte, e possono ir di piatto. Bern. Orl. 65. 24. Menava ad ambe mani, e per la fretta, Come Dio volse, il brando si voltava, Colse di piatto, e fu però sì crudo Il colpo, che gli fece il capo nudo. Ciriff. Calv. 1. 34. Costui mi par con la spada sì ardito, Che non è tempo a menargli di piatto. Franc. Sacch. Nov. 160. (M.) Con gli coltellacci di piatto, e con gli stangoni gli mazzicarono per tal forma, che quasi guasti rimasono. [B.] Ar. Fur. 40. 81. Ferire di taglio, di piatto. T. Lipp. Malm. 1. 11. Con due man di piatto Batte la spada sopr' ad una cassa. [Pol.] Fortig. Ricciard. 15. 99. Calò di piatto il ferro. [Cont.] Docc. Tratt. scherma, 58. Quanto al modo del tenere il pugnale in mano, dico che coloro, che lo tengono di piatto con appoggiare il dito grosso nel mezzo del detto pugnale… fanno grande errore.

5. Di piatto, fig., vale Nascosamente. [Cont.] Adr. A. Disci. mil. 403. Sotto specie di far sentinella, o spia, sentendo che i nimici abbiano assaltato il campo,… con tal fingimento se ne stia di piatto.

6. [Cont.] In piatto. Garz. M. Cav. I. 4. Il piede dev'esser posto in terra tutto in un tempo in piatto, e così l'appoggiare sarà secondo le regole.

7. [Cont.] Per piatto. G. G. N. sci. XIII. 118. Volendola romper per taglio (la riga), come nella prima figura, resisterà al gran peso T; ma posta per per piatto… non resisterà all'X minore del T. E L. III. 476. L'istessa macchia appar meno oscura intorno al centro che verso l'estremità, perchè qui vien veduta per coltello, e quivi per piatto.

8. Piatto a modo d'avv. vale in modo piatto; ed è opposto a Di taglio. Tass. Ger. 9. 84. (C) Senso aver parve, e fu dell'uom più umano Il ferro, che si volse, e piatto scese.

[Cont.] In forza di sost. Cit. Tipocosm. 405. I ferri da taglio in generale, il manico, la lamina, la costa, gli spighi, i canali, il piatto, la punta, il taglio. Santap. N. Cav. I. 2. Molti cozzoni addormentano li polledri, così all'ajuto di voce come di piattonate di piede, mentre ad ogni momento li danno; che però li ricordo non doversi dare, se non quando mancano, come s'impigriscono soccorrerli con la voce, e se s'afflosciano ed abbandonano soccorrerli con il piatto del piede.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: piatti, piattina, piattine, piattini, piattino, piattitudine, piattitudini « piatto » piattola, piattole, piattolina, piattoline, piattolona, piattolone, piattoloni
Parole di sei lettere: piatti « piatto » piazza
Lista Aggettivi: piano, piantato « piatto » piazzato, picaresco
Vocabolario inverso (per trovare le rime): chattò, chatto, cerbiatto, sciatto, chiatto, schiattò, schiatto « piatto (ottaip) » ultrapiatto, sottopiatto, soppiatto, allatto, allattò, riallatto, riallattò
Indice parole che: iniziano con P, con PI, parole che iniziano con PIA, finiscono con O

Commenti sulla voce «piatto» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


foto vincitrice contest piatto


 
Dizy © 2013 - 2020 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze