Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «aura», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Aura

Parole Collegate
Nomi Alterati e Derivati
Diminutivi: auretta.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Parole Monoconsonantiche [Aune « * » Aure]
Giochi di Parole
La parola aura è formata da quattro lettere, tre vocali e una consonante.
Divisione in sillabe: àu-ra. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di aura con quelle di un'altra parola si ottiene: +[del, led] = adulare; +[del, led] = adulerà; +tiè = aiutare; +tiè = aiuterà; +gin = anguria; +nel = anulare; +tap = apatura; +pet = apature; +[tar, tra] = aratura; +[ter, tre] = arature; +tac = arcuata; +tic = arcuati; +toc = arcuato; +giù = augurai; +olé = aureola; +[est, set] = austera; +bel = baulare; +pet = epurata; +sei = eurasia; +gin = guaranì; +pil = luparia; +psi = parusia; ...
Vedi anche: Anagrammi per aura
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: aera, afra, agra, apra, arra, atra, aula, auna, aure, avrà, cura, dura, mura, pura, tura.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: bure, buri, cure, curi, curo, curò, dure, duri, duro, durò, euro, guru, mure, muri, muro, murò, pure, puri, puro, purè, sure, surf, ture, turf, turi, turo, turò.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: ara.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: anura, aurea, laura, paura, saura.
Parole con "aura"
Iniziano con "aura": aurale, aurali.
Finiscono con "aura": laura, paura, saura, centaura, instaura, restaura, burosaura.
Contengono "aura": lauracea, lauracee, instaurai, restaurai, instaurano, instaurare, instaurata, instaurate, instaurati, instaurato, instaurava, instauravi, instauravo, monoaurale, monoaurali, restaurano, restaurare, restaurata, restaurate, restaurati, restaurato, restaurava, restauravi, restauravo, spauracchi, instaurammo, instaurando, instaurante, instaurarsi, instaurasse, ...
»» Vedi parole che contengono aura per la lista completa
Incastri
Inserito nella parola resti dà RESTauraI.
Inserendo al suo interno mente si ha AUmenteRA (aumenterà).
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "aura" si può ottenere dalle seguenti coppie: auf/fra, auguste/gusterà, aulette/lettera, aumenti/mentirà, aune/nera, auto/torà, autore/torera.
Usando "aura" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * rana = auna; * rane = aune; ana * = anura; * radio = audio; già * = giura; sta * = stura; usa * = usura; alta * = altura; arsa * = arsura; cala * = calura; caveau * = caverà; futa * = futura; nata * = natura; osca * = oscura; rada * = radura; arata * = aratura; * ratiere = autiere; banda * = bandura; batta * = battura; borda * = bordura; ...
Lucchetti Riflessi
Usando "aura" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * arto = auto; * armenti = aumenti; * armento = aumento; * artiere = autiere; * artieri = autieri; * artista = autista; * artiste = autiste; * artisti = autisti; accentua * = accentra; * arditore = auditore; * arditori = auditori; perpetua * = perpetra; * artistica = autistica; * artistici = autistici; * artistico = autistico; * artistiche = autistiche; * artisticamente = autisticamente.
Cerniere
Usando "aura" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * licia = uralici; * natia = uranati.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "aura" si può ottenere dalle seguenti coppie: audio/radio, audiofrequenza/radiofrequenza, audiofrequenze/radiofrequenze, audiogramma/radiogramma, audiogrammi/radiogrammi, audioguida/radioguida, audioguide/radioguide, audiologa/radiologa, audiologhe/radiologhe, audiologi/radiologi, audiologia/radiologia, audiologica/radiologica, audiologiche/radiologiche, audiologici/radiologici, audiologico/radiologico, audiologo/radiologo, audiometri/radiometri, audiometro/radiometro, auna/rana, aune/rane, autiere/ratiere.
Usando "aura" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * nera = aune; * torà = auto; * alea = aurale; * torera = autore; caverà * = caveau; * gusterà = auguste; * lettera = aulette; * mentirà = aumenti; * ricolerà = auricole; * riferirà = auriferi; auricole * = ricolerà; auriferi * = riferirà.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "aura" (*) con un'altra parola si può ottenere: * ci = acuirà; * ni = anuria; le * = laurea; lei * = laureai; pos * = paurosa; pin * = pianura; * bite = abituerà; * bite = abiurate; * bivi = abiuravi; * orli = aurorali; colt * = colatura; leva * = laureava; levi * = laureavi; levo * = laureavo; post * = posatura; slat * = salatura; spit * = spaurita; test * = tesatura; * bissi = abiurassi; * gusti = augurasti; ...
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "aura"
»» Vedi anche la pagina frasi con aura per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Aveva un'aura che esprimeva tutta la sua pace interiore, anche se stava passando un periodo non facile.
  • Una lieve aura giocava coi bei capelli biondi della fanciulla seduta tra i fiori.
  • L'aura, molto spesso, è confusa con l'aureola rappresentata nelle immagini sacre.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Aria, Aura, Aere, Atmosfera - Aria è quella che continuamente respiriamo, uno dei così detti quattro elementi: aria dicesi anche per l'espressione del volto; che aria! ironicamente vale, che superbia! che tuono! ecc.; aere è voce poetica; aura è aria leggermente agitata. Atmosfera è tutta la massa d'aria che circonda la Terra. Forse ogni corpo celeste ha un'atmosfera: ogni corpo da cui s'esalino emanazioni più o meno abbondanti ha un'atmosfera sua propria. [immagine]
Fiato, Flato, Alito, Spirito, Respiro, Respirazione, Soffio, Aura, Asolo - Fiato è quell'aria calda che esce dalla bocca e dalle narici degli animali, naturalmente respirando. Quando fa freddo di molto, il fiato si vede quasi fumo o vapore. Alito sembra un fiato più leggero; soffio invece, anche quando non v'è l'intenzione proprio di soffiare, è fiato più fortemente emesso: chi passeggia, dirò così, fiata; chi dorme tranquillo alita; chi lavora faticando, portando pesi gravi, soffia: spirito, è l'aria inspirata, volta per volta; respiro l'aria espirata: e siccome si respira a pressochè eguali intervalli, a certe riprese, respiro val pausa, tregua, sospensione: il respiro è un accidente della musica. Respirazione è l'atto e la facoltà del respirare. Aura, voce poetica per aria; leggiera aura di vento, dicesi quando l'aria è alquanto soavemente agitata. Flato è quell'aria che si sprigiona dai cibi, dalle bevande e che so io, e che scorrendo per gl'intestini o per le cavità dello stomaco, cagiona talvolta dolori di ventre finchè non riesca a sprigionarsi.

«La frase viva: dar asolo a un panno, a un vestito, è dargli aria perchè non intigni: e darsi asolo, per sollevarsi, ricrearsi un poco. Non c'è fiato, non c'è rimasto fiato, cioè nulla, è modo vivo anch'esso ». Meini. [immagine]
Venticello, Auretta, Aura, Vento - Il vento è forte, segue ordinariamente una direzione presso a poco costante; il venticello è leggero, è perciò più vago nel suo spirare: l'auretta pare più sottile, più tenue: il venticello è più fresco, e quando così si dice, parlando di vento, come parmi di averlo già fatto osservare in altro articolo, vale anche più forte: i marinai dicono fresco un vento, buona una brezza che li spinge avanti nel loro cammino con molta forza. Aura è poetico; vale venticello, vale atmosfera, vale aria come si vuole; poichè la lingua poetica è la meno esatta, la più indeterminata e generica di ogni altra. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Aura - S. f. Aff. al lat. Aura. Piacevole e leggerissimo venticello. Soder. Agric. 67. (Gh.) Quando l'aere… da qualunque umido o mezzano vento o da altro corpo è soavemente agitato e commosso, come da fronde, da ventagli o da roste, si genera questo venticello che aura domandiamo. Bocc. g. 7. f. 3. (C) Rinfrescati sempre da un'aura soave, che da quelle montagnette d'attorno nasceva. Petr. Son. 59. Più non mi può scampar l'aura, nè il rezzo. Dant. Purg. 28. Un'aura dolce, senza mutamento Aver in sè, mi feria per la fronte.

T. Not. Malm. 522. Brezza: aura fresca o gelata.

2. Per Vento. Tac. Dav. Vit. agr. 339. (Gh.) E l'armata nel medesimo tempo tutta salva, con felice aura e fama entrò nel porto di Trutule. Car. Eneid. l. 3. v.328. N'andavamo a vela Con second'aura. [Cam.] Bald. Naut. 55. E poi che tremolar le vele in atto Vedrà da l'aure mosse…

T. Aura di vento. È mancata di vento in tutto ogn'aura, Bald. – Virg. Omnes… Ventosi ceciderunt murmuris aurae.

[Camp.] Fare aura, per Far vento onde ricrearsi nella state. Volg. Art. Am. I. E giovò avere fatto aura con leggiera ventola (tenui vento movisse tabellam).

3. T. Nel ling. poet. Per l'aure, Nel vano dell'aria, Nel cielo aperto. Virg. Sonitum dedit hasta per auras. – Rege tela per auras.

4. T. Imagine di fugacità e leggerezza. Tass. Canz. Preghi che si portâr l'aure fugaci. Petr. Rim. 160. Beato in sogno, e di languir contento, D'abbracciar l'ombre e seguir l'aura estiva… E altrove: L'aura mi volge, e pur son quel ch'i' m'era (scherza sul lagrimato amor suo).

5. E in signif. di Aria. Dant. Inf. 4. 26. (C) Non avea pianto, ma che di sospiri Che l'aura eterna facevan tremare. But. Cioè, che facevan tremar l'aere infernale.

T. Marchett. Lucrez. volg. 296. Dall'ardenti aure, abbruciate Muojon le cose. Varch. Ercol. Dolcissime aure.

[Camp.] Aura morta, Fig. Per Aura infernale muta di luce. Dant. Purg. 1. Agli occhi miei ricominciò diletto Tosto ch'io uscii fuor dell'aura morta Che m'avea contristati gli occhi e 'l petto.

6. Per Alito, Fiato. Tass. Ger. 4. 30. (Mt.) Ma nella bocca, ond'esce aura amorosa, Sola rosseggia e semplice la rosa.

7. Aure di vita o vitali, per Spirito, Anima. [Cam.] Salvin. Disc. 1. 335. In faccia al primo uomo soffiando aure di vita, gl'infuse l'anima. Bald. Naut. 18. E sì nel petto Chiuda l'aure vital', che lungo tempo Star possa sotto al mar,…

[Val.] Spirar l'aura estrema, L'ultimo fiato, Morire. Fortig. Ricciard. 29. 15. In fin si muore, e spira l'aura estrema.

8. Sant'Aura fu detto lo Spirito Santo. Tass. Ger. 1. 32. (Mt.) Qui tacque il veglio. Or quai pensier, quai petti Son chiusi a te, Sant'Aura, e divo Ardore?

9. Fig. Per Rumore, Suono, Voce, Grido. Tass. Gerus. 4. 19. (Gh.) Ma di tant'opra a noi sì lunge Debil aura di fama a pena giunge. T. Virg. Ad nos vix tenuis famae perlabitur aura. [F.] Pindem. Odiss. 2. 470. Giura che alla madre, ov'aura altronde Non le ne giunga prima, e ten richieggia, Nulla dirai.

10. T. Trasl. Aura di bellezza, di grazia. Orazio a una Barine, Tua ne retardet Aura maritos.

T. D'asinità (Questo per cel.)

11. (Fis.) [Gher.] Aura elettrica. Si chiama quella singolare sensazione al tatto, quel titillamento, che provasi accostando il viso, il dorso della mano, ecc. ad un corpo elettrizzato, la quale sensazione va riposta fra gli effetti fisiologici dell'elettrico.

[Gher.] Significa eziandio quel Venticello nato nell'aria circostante ad un corpo elettrizzato, per attrazione e repulsione elettrica provate dalle particelle della medesima aria.

12. Per Ispruzzo. Red. Cons. 1. 263. (Man.) Queste vescichette son l'uova, le quali, quando… son fecondate dall'aura prolifica del seme maschile, cominciano subito a perder la loro trasparenza.

T. Aura dell'acqua (nebbierella che fa il getto d'acqua spillante).

T. Aura seminale, dicono gli scienziati.

13. (Med.) Coll'aggiunto di Epilettica: Specie di fremito, d'agitazione, che precede ed annunzia qualche volta l'epilessia, mantenuta da una ferma irritazione in su i nervi di un membro. (Mt.)

14. [Val.] Aura gioconda, fu detto per Tranquillità, ed anco Felicità Stato felice. Ros. Sat. 5. Come accordate sì diversi estremi, Che il giusto mai non abbia aura gioconda, E che mai del gastigo il reo non tremi?

15. E fig. nel signif. di Spirito, come Anima e Natura inclinata a qualche cosa. Tass. Ger. 1. 18. (Mt.) Non che 'l vedersi agli altri in ciel preporre D'aura d'ambizïon gli gonfii il petto.

16. E fig. [Cam.] Adr. Plut. Op. 1. 185. Stimano quel ragionamento non esser mosso dall'aura di benevolenza, ma dall'impetuoso fiato dell'ira, e non esser correzione, ma accusa.

17. Trasl. Favore, Grazia, Credito, Propizia influenza. La ragione di questo trasl. è nel seg. T. Chiabr. Rim. 1. 210. Il signor, de' miei versi All'onorate vele aura non spande, Male adescato da vaghezze avare.

Segner. Mann. Apr. 28. 1. (M.) Quell'applauso, quell'aura, que' passatempi, quelle dignità,… E Apr. 28. 2. Dov'è ora la gloria di quei superbi, che tu medesimo hai conosciuti a' tuoi giorni in tanto applauso, in tant'aura, in tanta grandezza? E Incred. 2. 5. 8. (Mt.) Sdegnavano l'aura popolare e gioivano tra gli scherni (i seguaci di G. C.). Salvin. Disc. 1. 4. Più sollecito e vago dell'aura popolare, che della vera e soda possessione del sapere. E 1. 360. (M.) Più volentieri s'apprendano gli uomini ad una certa aura popolare, la quale senza molta pena e in breve tempo col solo mostrar di sapere s'acquista. E 432. E riducendosi, per dir così, la loro gloria a un vento, a una leggerissima aura popolare, chi non vede quanto in ciò gli oratori si sopravanzano?

Dav. Tac. Post. 432. (Man.) Diceva: Ahimè che a Druso, suo padre, e a Marcello, suo zio, la popolare aura fu infelice. [Cam.] Magal. Lett. At. Part. 1. 33. Non vuol render conto del suo segreto, ma vuole, che si pigli in fede della grand'aura, che egli si è acquistata in tante cure famose della corrotta natura. Bald. Naut. 61. Mendicando l'aura E 'l grido popolar…

Aura popolare, vale anche Grido festevole d'approvazione mandato dal popolo. Tass. Gerus. 2. 105. (Gh.) Così diss'egli; e l'aure popolari Con applausi seguîr le voci estreme.

Dicesi Aver l'aura della Corte, del popolo o sim. di Chi ha l'applauso e la grazia della Corte, del popolo, ecc. Rucell. Dial. 118. (M.) Colui che si fonda sull'aura leggiera del vulgo, è canna menata dal vento.

18. Pigliare aura, vale Pigliar forza, Acquistar favore. Rucell. V. Tib. 4. 12. 309. (M.) In una città dove si prestino volentieri le orecchie all'invidia…, piglia facilmente grand'aura la maldicenza.

19. Dare aura, vale Render famoso. Ros. Sat. 6. (Mt.) Mira come dánno aura a Buonarroti Non men le carte, che le tele e i marmi.

20. (Mus.) Nome che alcuni dánno allo strumento più comunem. detto Scacciapensieri. V. Quasi aura che li dilegui.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: aumentiamoci, aumentiate, aumentino, aumentò, aumento, auna, aune « aura » aurale, aurali, aure, aurea, auree, aurei, aureo
Parole di quattro lettere: aune « aura » aure
Vocabolario inverso (per trovare le rime): perlustra, frustra, diottra, neutra, nutra, kamasutra, extra « aura (arua) » laura, paura, saura, burosaura, centaura, restaura, instaura
Indice parole che: iniziano con A, con AU, iniziano con AUR, finiscono con A

Commenti sulla voce «aura» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze