Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «curo», il significato, curiosità, forma del verbo «curare», sillabazione, frasi di esempio, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Curo

Forma verbale
Curo è una forma del verbo curare (prima persona singolare dell'indicativo presente). Vedi anche: Coniugazione di curare.
Informazioni di base
La parola curo è formata da quattro lettere, due vocali e due consonanti. Divisione in sillabe: cù-ro. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Parole con la stessa grafia, ma accentate: curò.
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche la pagina frasi con curo per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Dopo anni di lavoro sono andato in pensione, così curo il mio hobby preferito: viaggiare.
Non ancora verificati:
  • Curo gli interessi di una nostra vicina anziana e disabile.
  • Tiro aventi per la mia strada e non mi curo minimamente delle critiche che ricevo.
Citazioni da opere letterarie
L'isola di Arturo di Elsa Morante (1957): Qua io decisi fosse tempo d'intervenire: - Eh, va', - dissi con disprezzo e alterigia, rivolto alla madre di N., - quando. starai zitta?! Tu mi fai ridere, e io nemmeno me ne curo, di spiegarti certe verità, perché non capiresti niente. Però, tutte queste femmine di qua, se credono ai diavoli, farebbero meglio a piantarla, allora, di venire sempre in visita. Fanno tante storie; ma poi, ogni giorno, rièccole! una appresso all'altra, ci vengono, a casa nostra!

Il chiodo di Adolfo Albertazzi (1918): — Gedeone in veste da camera! — Ridono per noi? — il conte chiese. — Sì — rispose Celso — ; ma non basta. — Hai ragione — confermò il filosofo sopra pensiero — . Non basta. Pochi giorni dopo evidentemente Gedeone era zoppo al piede destro, davanti. — Chiama subito il veterinario. — No — Celso disse — ; lo curo io.

L'amuleto di Neera (1897): Ma il contegno di mio cugino doveva mutare ancora. Non più iroso né sdegnoso, non più l'intenzione visibile di offendermi che era pure un modo di occuparsi di me; egli trovò un sistema di spensieratezza, di giocondità impudente che mi feriva molto di più e che mi disorientava. C'era in esso questo sottinteso: Povera donnicciuola che ti lusingasti per un istante di avermi allettato colla tua giovinezza appassita, la tua triste casa, il tuo piccolo cuore — vedi il volo della mia forte gioventù e fatti da parte. Nulla abbiamo di comune, io non mi curo di te.
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per curo
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: caro, cero, ciro, coro, cubo, culo, cupo, cura, cure, curi, duro, euro, muro, puro, turo.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: aura, aure, bure, buri, dura, dure, duri, guru, mura, mure, muri, pura, pure, puri, purè, sura, sure, surf, tura, ture, turf, turi.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: uro.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: curdo, curio, curvo, scuro.
Antipodi (con o senza cambio)
Antipodi inversi: se si sposta l'ultima lettera all'inizio (con eventuale cambio) e si inverte il tutto si può avere: ruca.
Parole con "curo"
Finiscono con "curo": scuro, oscuro, oscurò, sicuro, enicuro, procuro, procurò, assicuro, assicurò, insicuro, trascuro, trascurò, malsicuro, rassicuro, rassicurò, riassicuro, riassicurò, semioscuro, verdescuro, chiaroscuro.
Contengono "curo": mercurosa, mercurose, mercurosi, mercuroso, glucuronica, glucuronici, glucuronico, glucuroniche, mercurocromi, mercurocromo.
»» Vedi parole che contengono curo per la lista completa
Parole contenute in "curo"
uro.
Incastri
Inserendo al suo interno van si ha CURvanO; con cine si ha CUcineRO (cucinerò); con mule si ha CUmuleRO (cumulerò).
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "curo" si può ottenere dalle seguenti coppie: cuba/baro, cubi/biro, cubo/boro, cuce/cero, cuci/ciro, cucite/citerò, culo/loro, cumarina/marinaro, cumarine/marinerò, cumene/menerò, cunette/netterò, cupa/paro, cupe/pero, cupi/piro, cupo/poro.
Usando "curo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * roba = cuba; * rote = cute; * rocca = cucca; * rocce = cucce; * rocco = cucco; * rogna = cugna; * rogne = cugne; * rolla = culla; * rollè = culle; * rolli = culli; * rollo = cullo; * oda = curda; * ode = curde; * odi = curdi; * odo = curdo; * ove = curve; * rocchi = cucchi; * roccia = cuccia; * rollai = cullai; * romana = cumana; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "curo" si può ottenere dalle seguenti coppie: cuoca/acoro, cupa/apro.
Usando "curo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * orba = cuba; * orbi = cubi; * orbo = cubo; * orci = cuci; * orli = culi; * orlo = culo; * orcio = cucio; * orbiti = cubiti; * orbito = cubito; * orfica = cufica; * orfici = cufici; * orfico = cufico; * orfiche = cufiche; * orletti = culetti; * orletto = culetto; * orbitale = cubitale; * orbitali = cubitali; * orbicolari = cubicolari.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "curo" si può ottenere dalle seguenti coppie: cuba/roba, cucca/rocca, cucce/rocce, cucchi/rocchi, cuccia/roccia, cucco/rocco, cugna/rogna, cugne/rogne, culla/rolla, cullai/rollai, cullammo/rollammo, cullando/rollando, cullano/rollano, cullante/rollante, cullanti/rollanti, cullare/rollare, cullarono/rollarono, cullasse/rollasse, cullassero/rollassero, cullassi/rollassi, cullassimo/rollassimo...
Usando "curo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * biro = cubi; * boro = cubo; * cero = cuce; * ciro = cuci; * loro = culo; * paro = cupa; * pero = cupe; * piro = cupi; * poro = cupo; * aio = curai; * dio = curdi; * citerò = cucite; * menerò = cumene; * ateo = curate; * avio = curavi; * netterò = cunette; * astio = curasti; * marinaro = cumarina; * marinerò = cumarine.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "curo" (*) con un'altra parola si può ottenere: ai * = acuirò; sci * = scucirò; sir * = scurirò; * atei = cauterio; * mani = cumaroni; * arno = curarono; * atre = curatore; * atri = curatori; meri * = mercurio; rise * = ricuserò; soie * = scuoierò; siam * = scuriamo; * linai = culinario; desse * = decusserò; prore * = procurerò; assire * = assicurerò; * manica = cumaronica; * manici = cumaronici; * manico = cumaronico; ricino * = ricucirono; ...
Quiz - indovina la soluzione
Definizioni da Cruciverba: La... pietra del curling, Il Paese di origine del curry, Un episodio curioso, Non si effettua in curva, I curiosi pupazzetti del film Cattivissimo me.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: curiosone, curiosoni, curiosucce, curiosucci, curiosuccia, curiosuccio, curling « curo » curricolare, curricolari, curriculum, curry, cursore, cursori, curtense
Parole di quattro lettere: cura, cure, curi « curo » cute, czar, daca
Vocabolario inverso (per trovare le rime): capotamburo, carburò, carburo, idrocarburo, fluorocarburo, clorofluorocarburo, politburo « curo (oruc) » enicuro, sicuro, malsicuro, insicuro, assicuro, assicurò, riassicuro
Indice parole che: iniziano con C, con CU, parole che iniziano con CUR, finiscono con O

Commenti sulla voce «curo» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze