Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «tela», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Tela

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia

Foto taggate tela

Macinino in legno

Angelo o demone

ancora aria e volerò...
Tag correlati: ragnatela, ragno, fili, zampe
Giochi di Parole
La parola tela è formata da quattro lettere, due vocali e due consonanti.
È una parola bifronte senza capo, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (alé), un bifronte senza capo né coda (le).
Divisione in sillabe: té-la. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: alte, tale (scambio di vocali).
Componendo le lettere di tela con quelle di un'altra parola si ottiene: +bio = abolite; +[agi, gai] = agliate; +[sai, sia] = alesati; +osa = alesato; +ani = aliante; +[ari, ira, ria] = alitare; +tai = alitate; +[ari, ria] = aliterà; +[ori, rio] = aliterò; +ala = alleata; +alé = alleate; +[ali, ila, lai] = alleati; +[lao, ola] = alleato; +alt = alletta; +[ali, ila, lai] = allieta; +ili = allieti; +[ilo, oli] = allieto; +[ari, ira, ria] = alterai; +sir = altresì; ...
Vedi anche: Anagrammi per tela
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: bela, cela, gela, mela, pela, teca, teda, tele, teli, telo, tema, tesa, teta, vela.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: beli, belo, belò, celi, celo, celò, geli, gelo, gelò, help, mele, meli, melo, peli, pelo, pelò, relè, selz, vele, veli, velo, velò, zeli, zelo.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: tea.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: telai, tesla.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: cale, gale, male, pale, sale, tale, vale.
Parole con "tela"
Iniziano con "tela": telai, telaio, telata, telate, telati, telato, telacce, telaggi, telaini, telaino, telaccia, telaggio, telaione, telaioni, telamone, telamoni, telatura, telature, telaietti, telaietto, telangettasia, telangettasie.
Finiscono con "tela": antela, fatela, intela, tutela, cautela, dartela, dirtela, fartela, fattela, unitela, andatela, apritela, bevetela, curatela, punitela, tenetela, baciatela, bagnatela, clientela, lamentela, mettetela, parentela, portatela, protutela, ragnatela, seguitela, autotutela, avvisatela, chiamatela, corruttela, ...
Contengono "tela": intelai, tutelai, cautelai, intelaia, intelaio, intelare, intelata, intelate, intelati, intelato, tutelano, tutelare, tutelari, tutelata, tutelate, tutelati, tutelato, tutelava, tutelavi, tutelavo, autotelai, cautelano, cautelare, cautelari, cautelata, cautelate, cautelati, cautelato, cautelava, cautelavi, ...
»» Vedi parole che contengono tela per la lista completa
Parole contenute in "tela"
Contenute all'inverso: alé.
Incastri
Inserito nella parola turi dà TUtelaRI; in tuta dà TUtelaTA; in tute dà TUtelaTE; in cauta dà CAUtelaTA; in caute dà CAUtelaTE; in cauti dà CAUtelaTI; in cauto dà CAUtelaTO.
Inserendo al suo interno eri si ha TELeriA; con qui si ha TEquiLA; con rap si ha TrapELA; con estesi si ha TELestesiA; con trasti si ha TEtrastiLA.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "tela" si può ottenere dalle seguenti coppie: tea/ala, tebeo/beola, teca/cala, teche/chela, tediasti/diastila, tediavo/diavola, teglie/gliela, teina/inala, tema/mala, teme/mela, temetti/mettila, temo/mola, temuti/mutila, tenero/nerola, tenevo/nevola, tesa/sala, teso/sola, testi/stila, testo/stola.
Usando "tela" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: alte * = alla; gote * = gola; mate * = mala; mete * = mela; mute * = mula; note * = nola; paté * = pala; pite * = pila; * lama = tema; * lame = teme; * lami = temi; * lari = teri; amate * = amala; beote * = beola; calte * = calla; carte * = carla; celte * = cella; colte * = colla; folte * = folla; molte * = molla; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "tela" si può ottenere dalle seguenti coppie: team/mala.
Usando "tela" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * alca = teca; * alma = tema; * alta = teta; * alche = teche; * altra = tetra; * altre = tetre; * altri = tetri; * altro = tetro; * albana = tebana; * albane = tebane; * albano = tebano; * alletta = teletta; * alletti = teletti; * alletto = teletto; * allaccia = telaccia; * allearmi = telearmi.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "tela" si può ottenere dalle seguenti coppie: cerate/lacera, gote/lago, mate/lama, maturate/lamatura, mete/lame, mentite/lamenti, mettete/lamette, mite/lami, minate/lamina, minavate/laminava, nate/lana, nettate/lanetta, piste/lapis, rete/lare, rote/laro, sciate/lascia, scialate/lasciala, sciavate/lasciava, strinate/lastrina, torite/latori, travate/latrava...
Usando "tela" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: lago * = gote; * gote = lago; * mate = lama; * mete = lame; * mite = lami; * nate = lana; * rete = lare; * rote = laro; * vate = lava; * vite = lavi; lama * = mate; lame * = mete; lami * = mite; lana * = nate; lare * = rete; laro * = rote; lava * = vate; lavi * = vite; * piste = lapis; * trite = latri; ...
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "tela" si può ottenere dalle seguenti coppie: tedino/ladino, tema/lama, teme/lame, temette/lamette, temi/lami, temini/lamini, temino/lamino, tempi/lampi, tempista/lampista, tempiste/lampiste, tempisti/lampisti, tempo/lampo, tenda/landa, tende/lande, tenuta/lanuta, tenute/lanute, tenuti/lanuti, tenuto/lanuto, tepidari/lapidari, tepidario/lapidario, teppa/lappa...
Usando "tela" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: alla * = alte; cola * = cote; gola * = gote; mala * = mate; mula * = mute; nola * = note; pala * = paté; pila * = pite; * cala = teca; * mala = tema; * mola = temo; * sala = tesa; * sola = teso; amala * = amate; beola * = beote; bea * = betel; calla * = calte; carla * = carte; cella * = celte; colla * = colte; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "tela" (*) con un'altra parola si può ottenere: ai * = atelia; * gi = teglia; * il = tiella; * gin = teglina; slat * = stellata; * gita = tegliata; * gite = tegliate; * erma = telearma; * onta = telonata; * rapi = trapelai; vili * = vitellai; filai * = filatelia; * uteri = tutelerai; * rapite = trapeliate; accolli * = accoltellai; collier * = coltelliera.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "tela"
»» Vedi anche la pagina frasi con tela per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Nel Palazzo Ducale di Venezia si trova il dipinto su tela più grande del mondo: è il "Paradiso", opera del Tintoretto.
  • Non pensavo che potessero cadere così tanti insetti nella tela del ragno.
  • Penelope, di giorno tesseva la tela, di notte la disfaceva, sperando nell'arrivo dell'amato Ulisse.
Proverbi
  • Né donna né tela al lume di candela.
Espressioni e Modi di Dire
  • È come la tela di Penelope
  • Finire in braghe di tela
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Tela

Persiana (Tela) - Chiamansi in Francia persiennes o perses certe tele dipinte che vi giungono dall'Oriente; eppure non si fabbricano in Persia, ma nell'Indie. Avanti la scoperta del passaggio dal capo di Buona Speranza, quelle tele andavano in Europa per terra, e traversavano la Persia, e perciò furono dette perses o persiennes. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Tela - S. f. Lavoro di fila tessute insieme; e si prende anche per Tutto quello che in una volta si mette in telajo; e più comunemente s'intende Quella fatta di lino o canapa. Aureo. Pass. 360. (C) La donna buona massaja sogna lino e 'l buon filato, e la tela ordita e tessuta. Bocc. Nov. 3. g. 3. Veggendo lui ancora con tutte le sue ricchezze da niuna altra cosa essere più avanti, che da saper divisare un mescolato, o fare ordire una tela,… E nov. 10. g. 8. Li cinquecento, che mi rendesti, incontanente mandai a Napoli a investire in tele. Dant. Inf. 17. Nè fûr tai tele per Aragne imposte. Buon. Fier. 5. 5. 2. Da' fondachi vi s'offre il drappo a fiamme, Il panno verde, e le tele d'Olanda. Bellin. Disc. 1. 239. (M.) Aviam determinato esser la tela un intessimento di fila. Ora e' bisogna che voi sappiate che questo intessimento si fa con disporre per lo lungo due ordini di filamenti, che si chiama ordito, e attraverso di questi due ci si conduce un altro filo, che si chiama il ripieno.

[Pol.] Chiabr. Poemett. prof. 1. Sedere al subbio ed ordinar le tele. T. Fag. Commed. 4. 342. Io pure ho insegnato (a una ragazza)… accerrare i tovagliolini, saper ordinare una tela.

[G.M.] Tessere la tela; Curarla, Imbiancarla. Un ruotolo di tela. – Camicie di tela. – Lenzuola di tela.

T. Prov. Tosc. 71. Uno ordisce la tela, e l'altro la tesse E 144. Nè donna nè tela non guardare al lume di candela. E 277. A tela ordita Dio manda il filo.

2. [Cont.] Varii nomi di tele diverse per materia, o per modo di tesserle, o perchè provenienti da varii paesi. Spet. nat. XI. 139. Numero per così dire infinito di spezie tutte differenti di tele, di stamigne, di rasce, di panni, di cambelloti, di zendadi, di damaschi, di velluti, e di altri drappi. G. Suor. M. C. Lett. 15. Di grazia V. S. ci mandi un poco di tela batista, acciò gliene possiamo cucire (dei collari). Bandi Fior. XIV. 6. Ciascuno, che averà tele batiste, bissi, cambraie, mussolini, e simili telerie sottili fuori di dogana per rivendere, deva farle bollare… Tele line e canapine d'ogni sorte soldi cinque… Tele mussoline, bambagine, rense, e batiste: lire una, soldi dieci. [G.M.] Tela svizzera. – Tela d'Olanda. – Tela bianca. – Tela in colori. – Tela grezza.

T. Tela di renso o di lino alessandrino. Garg. Frescob. Viag. p. 45. I vestimenti delle donne sono drappi, il forte e di sotto sono tele di renso o di lino (le più nobili).

[Cont.] Cit Tipocosm. 410. Tela nostrana, padovana, bresciana, cremasca, San Gallo, o d'altro paese. Doc. Arte San. M. III. 103. Un saio di scoto fodarato di tela tedesca.

T. Libro legato in mezza tela.

3. T. Per simil. La tela di Penelope. – Ritessere la tela di Penelope; quando si va rifacendo o disfacendo quello che s'è fatto, senza mai condurlo a fine. Cic. Penelopes telam retexere.

4. Del tessuto corporeo. Cavalc. Frutt. ling. 329. (C) La tela della vita tua (il tua manca alla stampa) spesse volte è tagliata per morte in sul telajo. Boez. G. S. prol. La nostra cognizione, velata dalla corporea tela, a discerner la veritade de' singulari effetti e le loro cagioni per se medesima è insofficiente. [Val.] Fortig. Capit. 1. 10. La bocca, Padre mio, e la brachetta Son le forbici strane, onde si taglia La vital tela, o si tesse imperfetta.

Sensi fig.

5. Di opera che uno vada ideando o compiendo. Petr. cap. 10. (C) Poi con gran subbio e con mirabil fuso Vidi tela sottil tesser Crisippo. E Son. 32. part. I. S'Amore o Morte non dà qualche stroppio Alla tela novella ch'ora ordisco.

[G.M.] E per estens. Segner. Incred. 1. 8. 3. Tale è il talento del caso: non sa mai tessere una tela continua di operazioni fra sè concordi.

6. Per Narrazione, Racconto, Discorso. Nov. ant. 83. 5. (C) A dire come fu temuto, sarebbe gran tela. T. D. 3. 17. Poi che tacendo si mostrò spedita L'anima santa di metter la trama In quella tela ch'io le porsi ordita, Io cominciai… = Sassett. Lett. 119. (Man.) E poi tanti altri Duchi, Marchesi, e Conti, che lunga tela sarebbe il riferire E 268. Quel pericolo particolare passò, ma ne successero tanti degli altri, che a contarli tutti sarebbe lunga tela. [Val.] Buonarr. Ajon. 2. 43. Ma mi convien, per condur questa tela, Saltare a ritrovar quell'altro ordito.

Onde il modo, non più usit. La tela è sull'ultimo del subbio; Il racconto è per finire. [Val.] Vit. Bertold. 20. 1. La tela è omai sull'ultimo del subbio.

7. Tela giudiciaria, fu detto l'Andamento di una causa, la Norma prescritta per la formazione di un processo. Fir. Disc. an. 42. (M.) Le preste animavversioni, ovvero giustizie de' rettori generano più spavento nelle menti de' popoli, che quelle che si fanno secondo la tela giudiciaria.

8. Imbroglio, Ambagi, Raggiro. [Val.] Pucc. Centil. 19. 10. Carlo rispose senza lunghe tele Che a tutti il capo tagliar si dovesse. [G.M.] Segner. Mann. Giugn. 7. Lo vuol fare con una tale superficialità che gli basti a ingannar se medesimo, e persuadersi di essersi confessato. Nel resto, a snodare i viluppi più faticosi, a spiegare le tele, a sbrigare le trame, aspetta tempo migliore.

9. Insidia, Trama. Varch. Stor. 8. 187. (C) Giano fuggì, come si dice, la tela, e fece vista o di non sapere, o di non curare quello ch'aveva di lui sparlato Lorenzo. [G.M.] Hanno ordito una gran tela contro di voi. – Bisogna rompere questa tela. – È una tela tessuta d'iniquità.

10. Tela, vale altresì Quadro, Pittura, Dipinto in tela. Baldin. Voc. Dis. 162. (M.) E perchè di questo panno lino o canapino si fanno i quadri per dipignere, perciò fra' pittori si piglia bene spesso questa voce tela per lo stesso quadro. [Cont.] Vas. Pitt. XX. Usavano nello ingessare delle tavole questi maestri vecchi, dubitando che quelle non si aprissero in su le commettiture, mettere per tutto con la colla di carnicci tela lina, e poi sopra quella ingessavano per lavorarvi sopra. [Pol.] Chiabr. Serm. 7. I pennelli, Onde onori le tele. – Le tele di Raffaello. – Una tela del Murillo. [G.M.] Borghin. Raff Rip. Si può ancora far la tempera di colla di limbellucci per tutti i colori, siccome s'usa oggi in Fiandra, d'onde ne vengono tante belle tele di paesi, fatte con simil tempera. Segner. Incred. 1. 8. 6. Se un pittore fortunatissimo,… gittando per dispetto la spugna carica di colori sulla sua tela, può figurare casualmente una rosa; conviene adunque che con quei colori medesimi possa figurarsi su quella tela una rosa tale anche ad arte. T. Not. Malm. 343. Dicono (i pittori) Bozze, e Abbozzare, quelle prime pennellate che danno in una tela.

11. [Cont.] Tela d'amianto. Imp. St. nat. XXV. 5. Le tele, che di esso (amianto) si tessono, stanno invitte al fuoco, e perciò dalle lor brutture col fuoco si nettano: si fanno anco di esso lucigni per l'istessa causa, perciocchè, senza consumarsi, possono sostener continua fiamma.

12. [Cont.] Tela d'oro. Cart. Urb. Arch. St. It. IX. 294. Fra le robe che sono in vendita del duca d'Ossuna è una carrozza, di fuora di velluto piano nero, di dentro di tela d'oro, e guarnita tutta d'argento, con le colonne di argento e altri ornamenti bellissimi.

13. [Cont.] Tela incerata. Imp. St. nat. XIX. 2. La boccia si coprirà con vescica, o con tela incerata, sì che non esali. Roseo, Agr. Her. 210. Queste finestre abbino uno sportello con tela incerata, perchè vi possa entrar lume, ma non freddo, nè aere alcuno.

14. [Cont.] Tela di ragno, e anche ass. Ragna, Ragnatelo. Tela di bruchi, e sim. V. TELARAGNO. Bocc. Museo fis. 107. Tesse questo animale tele ragne molto più vaste di quel che faccino altre specie di ragni terrestri. Dalla Croce. G. Cir. 129. 40. 1. La tela di aragno. Sod. Arb. 211. Del mese di gennaio altri diligentemente levan via tutte le tele dei bruchi dai rami dove han fatto nidio, cavandoglieli con le mani, o tagliando quelle vette dove sono aggrovigliolate.

[G.M.] Cresc. Tratt. Agr. Quando i pastori vedranno la mattina le tele de' ragnateli cariche d'acqua, non lascino pascere i pecugli. E: Le tele de' ragni distese dall'uno all'altro ramo dell'arbore. T. Prov. Tosc. 70. I mosconi rompon le tele de' ragni.

15. (Mar.) [Fin.] Per Vela, in senso esteso e metaforico.

Parte d'una vela. [Cont.] Cr. B. Naut. med. I. 41. L'altra tela, che seguita dal ferzo dell'entrata, fin all'angolo della vela, ove comincia il cratillo da basso legato al carro, si fa di cannavaccio.

[G.M.] Onde il modo volg. Far tela; Andarsene, Svignarsela. Quando vide che poteva succedere un parapiglia, prese il suo cappello e fece tela.

16. (Mus.) [Ross.] Tela. Specie di tappezzeria che serviva a coprire il teatro degli antichi, e che chiamasi più propriamente Sipario.

17. [Fanf.] † Correre a tela. Correre al saracino, essendovi tirata una tela per lo lungo. Ceccherell. Descriz. Battes. 2. (1567.) L'Ill. mo Signor Duca, essendosi prima buona parte del giorno corso a tela, e sotto lance, e dato nel segno al Saracino…

18. Tela senza fine. (Ar. e Mes.) [Sel.] Dicesi di quella tela che sempre si svolge essendone continua la fabbricazione, ovvero di quella che cucita sui due lembi estremi, forma un tutto continuo, che stirato fra due subbii, si aggira sempre col girare dei subbii.

19. Tela metallica. (Ar. e Mes.) [Sel.] Specie di tessuto fatto di fili sottili di rame, ottone o ferro, intralciati a modo di una tela rara di canapa, lino, ecc.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: teiste, teisti, teistica, teistiche, teistici, teistico, tek « tela » telacce, telaccia, telaggi, telaggio, telai, telaietti, telaietto
Parole di quattro lettere: tedi « tela » tele
Vocabolario inverso (per trovare le rime): procurarsela, cavarsela, trovarsela, vedersela, prendersela, godersela, permettersela « tela (alet) » attaccatela, andatela, fatela, baciatela, pigliatela, frullatela, chiamatela
Indice parole che: iniziano con T, con TE, iniziano con TEL, finiscono con A

Commenti sulla voce «tela» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze