Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «destare», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Destare

Verbo
Destare è un verbo della 1ª coniugazione. È un verbo regolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è destato. Il gerundio è destando. Il participio presente è destante. Vedi: coniugazione del verbo destare.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di destare (svegliare, risvegliare, interrompere il sonno, ridestare, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola destare è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: de-stà-re. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: ardeste, dareste, deserta, desterà (scambio di vocali), detersa, radeste, stadere.
destare si può ottenere combinando le lettere di: set + [arde, dare, rade]; [ter, tre] + seda; tede + ras; sede + tra.
Componendo le lettere di destare con quelle di un'altra parola si ottiene: +[agi, gai, già] = adageresti; +rei = aderireste; +rii = aderiresti; +oca = adescatore; +poa = adoperaste; +[ero, reo] = adorereste; +[ori, rio] = adoreresti; +[leu, lue] = adulereste; +lui = aduleresti; +uni = aduneresti; +[sai, sia] = assiderate; +osé = assoderete; +cin = candireste; +zen = danzereste; +col = decloraste; +[csi, ics, sci, ...] = decretassi; +tic = decretasti; +giù = degusterai; +gin = denigraste; ...
Vedi anche: Anagrammi per destare
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: destate, dettare, distare, mestare, pestare, restare, testare.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si può avere: sestari.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: destre.
Altri scarti con resto non consecutivo: deste, dare.
Parole con "destare"
Finiscono con "destare": ridestare, spodestare.
Parole contenute in "destare"
are, est, sta, tar, star, tare, desta, stare. Contenute all'inverso: era.
Incastri
Si può ottenere da dare e est (DestARE); da dee e star (DEstarE).
Inserendo al suo interno reggi si ha DESTreggiARE.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "destare" si può ottenere dalle seguenti coppie: degu/gustare, deride/ridestare, desco/scostare, devi/vistare, desta/tatare, destri/tritare, destai/ire, destata/tare.
Usando "destare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: codesta * = core; modesta * = more; spodesta * = spore; * arerà = destra; * arerò = destro; code * = costare; * areata = destata; * areate = destate; * areati = destati; * areato = destato; lide * = listare; ride * = ristare; sode * = sostare; tede * = testare; vide * = vistare; * rendo = destando; * evi = destarvi; * resse = destasse; * ressi = destassi; * reste = destaste; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "destare" si può ottenere dalle seguenti coppie: destavo/ovattare, desterà/areare, destra/arare, destrezza/azzerare, destro/orare, destata/atre, destato/otre.
Usando "destare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erari = destri; * erta = destata; * erte = destate; * erti = destati; * erto = destato; lied * = listare.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "destare" si può ottenere dalle seguenti coppie: mode/staremo, rade/starerà, rode/starerò, tede/starete, codesta/reco, modesta/remo.
Usando "destare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: starerà * = rade; * codesta = reco; * modesta = remo; reco * = codesta; remo * = modesta; * mode = staremo; * rade = starerà; * rode = starerò; * tede = starete.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "destare" si può ottenere dalle seguenti coppie: desta/area, destata/areata, destate/areate, destati/areati, destato/areato, deste/aree, destra/arerà, destro/arerò, destagionalizzata/regionalizzata, destagionalizzate/regionalizzate, destagionalizzati/regionalizzati, destagionalizzato/regionalizzato, destagionalizzazione/regionalizzazione, destagionalizzazioni/regionalizzazioni, destai/rei, destando/rendo, destasse/resse, destassero/ressero, destassi/ressi, destaste/reste, destasti/resti...
Usando "destare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * gustare = degu; * vistare = devi; listare * = lide; sostare * = sode; vistare * = vide; * scostare = desco; * tritare = destri; core * = codesta; more * = modesta; destri * = tritare; contrastare * = contrade; * mie = destarmi; * tiè = destarti; * vie = destarvi; desco * = scostare; spore * = spodesta; * deste = stareste; * desti = staresti.
Sciarade incatenate
La parola "destare" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: desta+are, desta+tare, desta+stare.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "destare" (*) con un'altra parola si può ottenere: * poi = depositare.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "destare"
»» Vedi anche la pagina frasi con destare per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Le sue condizioni di salute continuavano a destare preoccupazione.
  • Bisogna agire con circospezione in modo da non destare sospetti.
  • Per destare interesse occorre esporre argomentazioni valide.
Proverbi
  • Non destare il can che dorme.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Risvegliare, Svegliare, Destare, Dissonnare - Risvegliare è svegliare di nuovo; o svegliare da sonno più profondo: chi ha bisogno di essere risvegliato non cura o non sente una prima chiamata. Risvegliarsi dicesi e di antichi mali o di pretese o d'altro che sia stato per lunga pezza sopito. Dissonnare non è tanto scuotere altrui dal sonno, quanto levarsi, dormendo, la voglia di dormire, o, scuotendosi, farsela altrimenti passare. Destare dicesi e dal sonno e da qualunque altra letargía. Poi, svegliati si è appena che si sono aperti gli occhi; desti, quando si è scosso affatto quel torpore che il lungo sonno lascia in noi: l'uomo appena svegliato non potrebbe nè pensare aggiustatamente, nè lavorare; per ciò fare è duopo sia ben desto. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Destare - V. a. Svegliare, Rompere il sonno. T. Che venga da Eccitare, lo prova anche Virg. Ugurg. 87., che rende excitat in desta, aggiunta la D come Desso, Decco per Ecco. V. anco DESTO. = Petr. son. 8. (C) La donna che colui, ch'a te ne invia, Spesso dal sonno lagrimando desta. Dant. Inf. 4. Ruppemi l'alto sonno nella testa Un grave tuono sì ch'io mi riscossi, Come persona che per forza è desta. Bocc. Nov. 21. 15. Lui destò, ed egli incontanente si levò in piè. Sen. Ben. Varch. 5. 23. Alcuni, per fargli destare, non bisogna dar loro, ma basta scuotergli.

E N. pass. Svegliarsi, Riscuotersi dal sonno. Bocc. Nov. 86. 14. (C) Pinnuccio, déstati; torna al letto tuo… Alla fine, pur sentendosi dimenare, fece sembiante di destarsi.

[Cont.] Dei bachi da seta. Garz. T. Piazza univ. 392. Dormono poi (i bachi) da tre, o quattro giorni, che non mangiano niente, e questo s'addimanda dormire della bruna: e poi si destano, e mangiano per altri otto, overo dieci giorni; e poi dormono un'altra volta.

2. T. Fig. Destare il desiderio, ammirazione, pietà, dolore, sospetto, ira, odio; qualsiasi affetto o passione.

T. Senso intell. Destare l'attenzione, la curiosità. – Destare l'imaginazione, l'estro. – Certe letture e esercizii destano la mente.

T. E Rifl. La mente si desta dal suo letargo. – Ingegno che comincia a destarsi.

T. Senso soc. Ragazzo mogio, che si desta, prende nuova vivacità in tale o tal atto, o per abito. – Quella ragazza si è desta (dice anche un po' più del bisogno).

T. Popolo che si desta dall'ignoranza, dall'inerzia; Che acquista coscienza de' proprii diritti, e par che cominci a voler provarsi a parere d'esercitarli.

T. Fig. corp. I fiori si destano al primo saluto del dì. Tass. Ger. Già l'aura messaggera erasi desta Ad annunziar che se ne vien l'aurora. – La natura si desta dal sonno invernale. – Le forze nel convalescente si destano. – Si desta il vento, la procella, un rumore, un tumulto.

3. Trasl. Far vivo, Ravvivare, Eccitare. Petr. canz. 8. 6. (C) Che 'l mio cuore a virtute Destar solea con una voglia accesa. Bocc. Nov. 12. 15. Il concupiscibile appetito avendo desto nella mente, ricevuto l'avea. Dant. Purg. 18. L'animo, ch'è creato ad amar presto, Ad ogni cosa è mobile che piace, Tosto che dal piacere in atto è desto. Sen. Ben. Varch. 5. 12. Tentano come uno ha sottile ingegno, destano l'animo, e lo fanno attento.

4. Detto del. Ravvivare i tramorliti. Med. Vit. Crist. 183. (Man.) Allora la madre cadde tramortita intra le braccia della Maddalena… E la Maddalena con quegli altri destaro la madre.

5. Detto del Fuoco, o sim. Petr. son. 26. (C) Levata era a filar la vecchierella Discinta e scalza, e desto avea il carbone.

6. Per Commovere. Poliz. Ballat. (M.) (I'mi trovai…) Che tutto mi sentii destare il cuore Di dolce voglia, e d'un piacer divino.

7. Destar la zampogna, o altro istrumento, vale Cominciare a sonarlo. Poliz. stanz. 1. 18. (M.) E il montanaro all'ombra più conserta Destar la sua zampogna e 'l verso inculto.

8. Destare, per simil., si dice del Rendere morbida una cosa. Cresc. lib. 9. cap. 103. (M.) Facciasi fummo di galbano e di secca bovina, la quele nel polmentario con accesi carboni si convien destare.

9. Destare il can che dorme. V. CANE, § 65.

10. [Lamb.] Smuovere un peso o sollevarlo un poco, perchè ceda alla forza di chi lo strascina. Così un tronco di querce resistendo alla forza d'un pajo di buoi, che col mezzo d'una fune doveano tirarlo innanzi, un contadino disse all'altro: Destalo un poco; e l'altro lo smosse con una lieva. Lat. Excitare vien da Ciere.

11. Destarsi al bene vale Muoversi a consequirlo. Benv. Cell. Vit. 2. (M.) In questo modo Voi, Signori, sarete molto meglio serviti, e non torrete l'animo alla virtuosa scuola, e vedrete chi si desta al bene, io dico al bel modo di questa mirabile arte.

12. [Giust.] Destarsi a studio di cantela. Andar cauto, Por mente a ciò che si fa. – Om. 1. Gre. Queste cose diciamo noi, fratelli carissimi, perchè le menti vostre si destino a studio di cautela.

13. E Destare col Si sottint.; fig., per Svegliarsi nell'anima; detto di affetto, desiderio, appetito. Bocc. Nov. 96. 10. (C) Si sentì nel cuor destare un ferventissimo disiderio di piacer loro.

14. Nol desterebbero i tuoni. Dicesi di persona che dorma profondamente. Tass. Ger. 14. 65. (Mt.) Nè i tuoni omai destar, non ch'altri, il ponno Da quella queta immagine di morte. Pergam.

15. E usato anche come Sost. Bocc. Nov. 16. 1. (Mt.) Quante volte alcuna cosa si parla, tante è un destare delle nostre menti.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: destagionalizzazioni, destai, destammo, destando, destano, destante, destarci « destare » destarlo, destarmi, destarono, destarsi, destarti, destarvi, destasse
Parole di sette lettere: dessert, dessimo, destano « destare » destata, destate, destati
Lista Verbi: desistere, destabilizzare « destare » destinare, destituire
Vocabolario inverso (per trovare le rime): tastare, catastare, accatastare, ritastare, guastare, riguastare, devastare « destare (eratsed) » ridestare, spodestare, manifestare, infestare, disinfestare, molestare, mestare
Indice parole che: iniziano con D, con DE, parole che iniziano con DES, finiscono con E

Commenti sulla voce «destare» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2021 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze