Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «pesca», il significato, curiosità, forma del verbo «pescare» associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Pesca

Forma verbale
Pesca è una forma del verbo pescare (terza persona singolare dell'indicativo presente; seconda persona singolare dell'imperativo presente). Vedi anche: Coniugazione di pescare.
Parole Collegate
Nomi Alterati e Derivati
Diminutivi: peschina, peschetta.
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
sportiva (9%), subacquea (8%), frutto (7%), amo (6%), canna (6%), rete (4%), pesce (4%), albicocca (3%), frutta (3%), pesci (3%), miracolosa (3%), caccia (3%), sub (2%), beneficenza (2%), lenza (2%), lago (2%), altura (2%), sport (2%), mela (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Colori [Pervinca « * » Porpora]
Frutta [Pera « * » Pistacchio]

Foto taggate pesca

capanna di pescatori

Ritorno a casa

Composizione di frutta
Tag correlati: mare, acqua, pescare, pescatore, rete, barca, reti, pescatori, canna, scogli, tramonto, fiume, uomo, onde, canne, molo, sabbia, galleggianti, lago, corda, due, spiaggia, frutta, peschereccio, porto, bambino, pali, barche, persone
Giochi di Parole
La parola pesca è formata da cinque lettere, due vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: pè-sca / pé-sca.
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: pasce (scambio di vocali), pascé (scambio di vocali).
Componendo le lettere di pesca con quelle di un'altra parola si ottiene: +uri = aruspice; +alt = calpesta; +mas = campasse; +mat = campaste; +tir = capestri; +sta = captasse; +ozi = capziose; +cri = carpisce; +sir = carpisse; +tir = carpiste; +[ilo, oli] = ciaspole; +rom = comparse; +rom = compresa; +osi = copiasse; +ito = copiaste; +sir = crepassi; +[ter, tre] = crepaste; +tir = crepasti; ...
Vedi anche: Anagrammi per pesca
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: mesca, pasca, pecca, pesce, pesci, pesco, pesta.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: desco, mesce, mesci, mesco, mescé, vesce.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere le seguenti parole: esca, pesa.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: pescai.
Parole con "pesca"
Iniziano con "pesca": pescai, pescano, pescara, pescare, pescata, pescate, pescati, pescato, pescava, pescavi, pescavo, pescammo, pescando, pescante, pescanti, pescarli, pescarlo, pescasse, pescassi, pescaste, pescasti, pescaggio, pescanoce, pescarese, pescaresi, pescarono, pescatina, pescatine, pescatona, pescatone, ...
Finiscono con "pesca": lupesca, papesca, ripesca, yuppesca, capipesca, capopesca, nocepesca, guardapesca, principesca, vattelapesca, vattelappesca.
Contengono "pesca": ripescai, ripescano, ripescare, ripescata, ripescate, ripescati, ripescato, ripescava, ripescavi, ripescavo, ripescammo, ripescando, ripescante, ripescanti, ripescasse, ripescassi, ripescaste, ripescasti, ripescaggio, ripescarono, ripescavamo, ripescavano, ripescavate, ripescassero, ripescassimo, principescamente.
»» Vedi parole che contengono pesca per la lista completa
Parole contenute in "pesca"
esca.
Incastri
Inserito nella parola rii dà RIpescaI; in rita dà RIpescaTA; in riti dà RIpescaTI; in rito dà RIpescaTO; in riva dà RIpescaVA; in rivo dà RIpescaVO; in risse dà RIpescaSSE.
Inserendo al suo interno dante si ha PEdanteSCA.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "pesca" si può ottenere dalle seguenti coppie: pedante/dantesca, pela/lasca, peli/lisca, pelo/losca, pena/nasca, pepa/pasca, pepante/pantesca, pepati/patisca, peto/tosca, pesanti/antica, pesare/areca, pesarti/artica, pesavo/avoca, peso/oca, peste/teca, pestoni/tonica.
Usando "pesca" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * scala = pela; * scali = peli; * scalo = pelo; * scapi = pepi; * scapo = pepo; * scari = peri; * scaro = pero; * scacco = pecco; * scalai = pelai; * scandi = pendi; * scanna = penna; * scansa = pensa; * scansi = pensi; * scanso = penso; * scarda = perda; * scardi = perdi; * scardo = perdo; * scarni = perni; * scarno = perno; * scarsa = persa; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "pesca" si può ottenere dalle seguenti coppie: peserà/areca.
Usando "pesca" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * acaro = pesaro; * acero = peserò; * acino = pesino; * acanti = pesanti; * accetti = pescetti; * accetto = pescetto; * accettino = pescettino.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "pesca" si può ottenere dalle seguenti coppie: pipe/scapi, pope/scapo, ripe/scari.
Usando "pesca" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: scapi * = pipe; scapo * = pope; scari * = ripe; * pipe = scapi; * pope = scapo; * ripe = scari; * rap = escara.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "pesca" si può ottenere dalle seguenti coppie: pecchi/scacchi, pecco/scacco, pela/scala, pelai/scalai, pelammo/scalammo, pelando/scalando, pelandrone/scalandrone, pelandroni/scalandroni, pelano/scalano, pelante/scalante, pelare/scalare, pelarono/scalarono, pelasse/scalasse, pelassero/scalassero, pelassi/scalassi, pelassimo/scalassimo, pelaste/scalaste, pelasti/scalasti, pelata/scalata, pelate/scalate, pelati/scalati...
Usando "pesca" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * lasca = pela; * lisca = peli; * losca = pelo; * nasca = pena; * pasca = pepa; adisca * = adipe; * teca = peste; volsca * = volpe; * patisca = pepati; * areca = pesare; * avoca = pesavo; * antica = pesanti; * artica = pesarti; * anoa = pescano; * area = pescare; * atea = pescate; * cinica = pescini; * tonica = pestoni; * cantica = pescanti.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "pesca" (*) con un'altra parola si può ottenere: * cene = pescecane; * ceni = pescecani; * siti = pesistica; * ricopi = periscopica.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "pesca"
»» Vedi anche la pagina frasi con pesca per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • La sua pelle era vellutata e profumata come un pesca.
  • Mela, pera, pesca o banana: cosa vuoi oggi per colazione?
  • Ieri sera ho partecipato alla pesca di beneficenza nella sala parrocchiale.
Canzoni
  • Pesca tu che pesco anch'io (Cantata da: Gino Bramieri e Rocco Torrebruno; Anno 1962)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
»» Vedi tutte le definizioni
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Pesca - E' frutto originario della Persia [immagine]
Pesca (e stretta) - L'esercizio della pesca è antico quanto quello della caccia. I primi uomini che si stabilirono lungo le coste del mare, o sulle rive de' fiumi, vissero solo di conchiglie e di pesci; ma quando la necessità, madre dell'industria, ebbe ridotta ad arte la pesca, comunicarono a' loro vicini i quali erano lontani da' fiumi e dal mare di frutto delle proprie fatiche, onde trarre da essi in iscambio le cose bisognevoli alla vita.

Se prestiamo fede ad Eusebio, i Fenicj furono i primi a porre in uso quell'arte. In Grecia v'era un gran numero di pescatori che portavano il pesce nelle città e lo vendevano al mercato. Si pescava in mare, ne' fiumi, col tramaglio, con le lenze di varie sorta, ed ogni specie di reti come si fa attualmente. Presso i Romani, la pesca era un esercizio dilettevole; lo preferivano alla caccia, perchè non credevano di avere un buon pasto se in quello non si trovava il pesce di cui erano molto ingordi.

Esisteva in Roma una festa de' pescatori, e giuochi detti ludi piscatorii, che celebravansi tutti gli anni nel mese di giugno al di là dal Tebro. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Pesca - e PERSICA. S. f. (Agr.) Sorta di grosso frutto assai sugoso, ed ha nocciolo in cui è chiusa una mandorla per lo più amara; e ve ne sono di molte specie. Persica malus, Plin.; Persicum malum, Colum. – Pallad. Nov. 7. (C) Due sono generazioni di pesche: duracini, o armeniche. T. Cresc. Agr. volg. 188. Chiarificano il vino con noccioli di pesche. [Cont.] Cit. Tipocosm. 208. Il persico con le persiche sue, e con tutte le specie di esse; cioè pesche duracine, pesche cotogne, sanguigne, pesche noci, pesche mandole, e partitoie. Matt. Disc. Diosc. I. 198. Le persiche, le quali noi in Toscana chiamiamo pesche, sono di più e di diverse sorti; perciocchè delle rosse, delle gialle, delle verdi, delle bianche, e delle vermiglie simili al sangue, delle partitoie, delle duracine, delle cotogne, delle amare, delle brusche, delle saporite, e delle sciocche se ne ritrovano.

T. Pesca duracine, con la polpa aderente al nocciolo. Spicca, che se ne leva facile anche con mano, e si parte in due da sè. A Siena: Pesche partitoje. – Pesche poppe di Venere.

[G.M.] Pesca burrona; che ha la polpa morbida; Pesca moscadella; Pesca della Maddalena.

[Cont.] Pesca scritta. Pall. R. Agr. XII. 7. Dicono i greci, che nascono le pesche scritte, se quando è posto il nocciolo… aprasi, e scrivasi nello spicchio con cinabro quelle lettere che ti piace; e poi racconcio, ristringi i gusci e risotterra.

Volg. Mes. (C) Le persiche condite confortano lo stomaco. Tes. Pov. P. S. cap. 9. Olio di mandorla amara, e di noccioli di persiche apre molte l'orecchie. Franc. Barb. 163. 8. Son noci acerbe con persiche pure.

Cr. 5. 22. 6. (C) Le pesche son fredde e umide nel secondo grado E num. 7. Le pesche si dividono in due maniere; imperocchè certe sono grosse, e molli, ovvero morbide, e queste sono più acquidose, cioè fredde, e umide; certe son piccole,… Nov. ant. 73. 2. Messere perch'io fui incorato di recar pesche.

Da questa novella ha forse origine il proverbio: Manco male che elle non furon pesche, o sim.; che vale: E' ne poteva incoglier peggio. Pataff. 6. Ma lodo Cristo, che non furon pesche.

Prov. Volere, o Avere o sim. la pesca monda, vale Volere, o Avere l'utile senza fatica o pericolo; che anche si dice l'uovo mondo. Morg. 18. 182. (C) E dicea pure: o forche sventurate, Ecco che boccon ghiotto, o pesca monda. Salv. Spin. 4. 4. Noi abbiamo stasera la pesca monda, e 'l boccone smaltito affatto.

Prov. Questa pesca oramai avrà il nocciolo. Cecch. Prov. 41. (M.) Pesche sono quelle frutte che son dette persiche: il nocciolo è quell'osso che hanno dentro; e quando si vuol dire che una cosa è fatta, o che ella riuscirà a perfezione si dice: la pesca avrà il nocciolo. E Servig. 3. 9. Questa pesca avrà il nocciolo: qui dentro sono i trecento ducati.

2. Pesca, fig. dalla forma e dal colore si dice a Quel livido che resta sul volto per percossa, ed anche alla Percossa medesima. Morg. 18. 32. (C) E pesche senza nocciolo appiccava, Che si ritrasse ognun che n'assaggiava. Ciriff. Calv. 3. 104. Ma dava col baston pesche duracine, Che non che gli elmi, avrian rotte le macine. Cecch. Prov. 53. Se La fosse stata mia moglie, alle due Parole sue io le avrei fatto nascere Una voglia di pesca in sur un occhio. E Mogl. 4. 3. Il povero corpo ha una pesca sì fatta sur un occhio, e un piè svolto. Buon. Tanc. 2. 4. So ch'egli ha avuto la pesca nel muso.

[G.M.] Aver le pesche agli occhi; per mal essere; per aver pianto. – Stamani s'è levato colle pesche agli occhi, perchè nella notte ha dormito pochissimo.

3. Dar le pesche, vale Percuotere, e per lo più colle pugna. Busin. Lett. 30. (Man.) V'era, credo, uno de' Boni, che poi si disse che s'era fatto dare le pesche, e ne fu condannato ed ammonito. [Fanf.] Rim. burl. (Allegri). 107. Quante castagne mi cadder in seno Prima che le toccassero il terreno Per te, che dar le pesche M'avresti fatto a mille imperadori. (Parla di un bastone.)
Pesca - S. f. Pescagione. Bern. Rim. 1. 127. (M.) E quante reti son gittate in mare. Quante nei fiumi, e quante nei pantani, Per potersi alle pesche esercitare. Car. Eneid. l. 4. v. 838. (Gh.) In quella guisa che marino augello D'un'alta ripa a nuova bessa inteso Terra terra sen va tra rive e scogli Umilmente volando

[G.M.] La pesca del tonno, del merluzzo, delle acciughe.

T. Prov. Tosc. 243. Al levar delle nasse si vede la pesca (alla riuscita si giudica).

2. [Val.] Far pesca in un tonfano, Prov. Perdere il tempo. Non usit. Soldan. Sat. 2. Qui ripiego le reti, e non vo' più Con quelle al collo in tonfano far pesca, Ond'io non possa ad otta tornar su.

3. Si dice anche del Diritto di pescare. Segner. Penit. instr. cap. 4. (Man.) Chi ha pigliato l'appalto d'una pesca dal principe, bisogna o che trovi modo di tirare i pesci nella rete, o che renunzi l'appalto.

4. Dicesi anche delle perle, e dei coralli che si pigliano in certi mari; ed anche del Luogo dove si pigliano. Magal. Operett. 41. (Man.) Sotto quest' isola è quella di Daleco, dove è una pesca di perle.

T. Pesca di spugne.
T. Pesche infelici.
T. Ricca, buona pesca.

[Cont.] Il diritto di tal pescagione. Brig. St. sempl. Indie Dall' Orto, 191. Si generano anco le perle dal promontorio di Corin per infino all'Isola di Zeilan. La qual pesca è rendita del re di Portogallo; ma queste per la maggior parte sono minute.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: pesature, pesava, pesavamo, pesavano, pesavate, pesavi, pesavo « pesca » pescaggio, pescai, pescammo, pescando, pescano, pescanoce, pescante
Parole di cinque lettere: pesai « pesca » pesce
Vocabolario inverso (per trovare le rime): baronesca, ladronesca, cialtronesca, bernesca, faunesca, claunesca, clownesca « pesca (acsep) » guardapesca, vattelapesca, papesca, nocepesca, principesca, capipesca, ripesca
Indice parole che: iniziano con P, con PE, parole che iniziano con PES, finiscono con A

Commenti sulla voce «pesca» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2020 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze