Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «morto», il significato, curiosità, forma del verbo «morire», aggettivo qualificativo, associazioni, sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Morto

Forma verbale
Morto è una forma del verbo morire (participio passato). Vedi anche: Coniugazione di morire.
Aggettivo
Morto è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: morta (femminile singolare); morti (maschile plurale); morte (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di morto (estinto, deceduto, finito, defunto, ...)
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
defunto (21%), vivo (18%), sepolto (7%), deceduto (5%), bara (3%), parla (3%), cassa (3%), tomba (2%), infarto (2%), mare (2%), cimitero (2%), cadavere (2%). Vedi anche: Parole associate a morto.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Parole Monovocaliche [Morso « * » Mosco]

Foto taggate morto

Deposizione

Processione dei 5 Misteri

Grandi suggestioni!
Informazioni di base
La parola morto è formata da cinque lettere, due vocali (tutte uguali, è monovocalica) e tre consonanti. Divisione in sillabe: mòr-to. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche le pagine frasi con morto e canzoni con morto per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Quel progetto, sebbene fosse importante, è rimasto morto perché nessuno l'ha portato avanti.
  • Questo vagone, parcheggiato su un binario morto, si sta arrugginendo e presto sarà inutilizzabile.
  • Quando si è solo in tre, si può giocare a poker con il "morto", ossia si danno le carte anche a una quarta persona che, ovviamente, non giocherà.
Citazioni da opere letterarie
L'Isola dell'Angelo Caduto di Carlo Lucarelli (1999): – Ohé, – disse il commissario, – ohé! – scuotendogli una spalla perché riaprisse gli occhi, – lascia stare che lo vedo di persona, il morto. Chi è? Un pastore? – Poi si ricordò di Valenza, ma quando si voltò per comandargli di starsene lontano, di rientrare a casa e di non parlare con nessuno, libero, confinato o fascista che fosse, Valenza non c'era più. Il brigadiere, intanto, faceva "no" con la testa e poi "no no", più forte. – Guai, Eccellenza, guai. Non è un pastore, il morto, è un fascista. Una camicia nera.

Il fu Mattia Pascal di Luigi Pirandello (1904): M'ero infatti portata via la chiave della biblioteca: alla notizia della mia sparizione, avevano dovuto certo scassinare la porta, per orordine della questura: e, non trovandomi là entro, morto, né avendosi d'altra parte tracce o notizie di me, quelli del Municipio avevano forse aspettato, tre, quattro, cinque giorni, una settimana, il mio ritorno; poi avevano dato a qualche altro sfaccendato il mio posto.

Sino al confine di Grazia Deledda (1910): — Hanno trovato il prete morto, oggi. C'è chi dice che s'è ucciso, ma c'è chi dice che è stato ucciso. Io vi consiglio di correre, zio mio! Su, che fate? Piangete? Piangono le donne, zio mio! In questi casi l'uomo deve correre, non piangere. Meglio fuori che dentro. Voi sapete che quando l'uomo è legato, anche un moscherino può pungerlo.
Proverbi
  • Meglio un asino vivo che un dottore morto.
  • Morto un papa se ne fa un altro.
  • Orto, uomo morto.
  • L'uomo senza denari è un morto che cammina.
  • Uomo morto non fa più guerra.
  • Meglio un morto in casa che un pisano all'uscio di casa.
Espressioni e Modi di Dire
  • Maramaldo, tu uccidi un uomo morto
  • A babbo morto
Titoli di Film
  • Dillinger è morto (Regia di Marco Ferreri; Anno 1969)
Canzoni
  • Vivo morto o X (Cantata da: Ligabue; Anno 1996)
  • La prima volta (che sono morto) (Cantata da: Simone Cristicchi; Anno 2013)
  • Dio è morto (Cantata da: I Nomadi; Anno 1967)
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per morto
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
»» Vedi tutte le definizioni
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: corto, mirto, molto, monto, morbo, mordo, morfo, morso, morta, morte, morti, mosto, motto, porto, sorto, torto.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: aorta, aorte, corta, corte, corti, forte, forti, porta, porte, porti, sorta, sorte, sorti, sortì, torta, torte, torti.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere i vocaboli: orto, moto, moro.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: smorto.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si può avere: potrò.
Parole con "morto"
Iniziano con "morto": mortori, mortorio.
Finiscono con "morto": smorto, rimorto, premorto, semimorto, babbomorto, beccamorto, cascamorto.
Parole contenute in "morto"
orto. Contenute all'inverso: rom.
Incastri
Inserendo al suo interno set si ha MORsetTO; con ori si ha MORToriO; con mora si ha MORmoraTO; con bidet si ha MORbidetTO; con tifica si ha MORtificaTO; con aleggia si ha MORaleggiaTO.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "morto" si può ottenere dalle seguenti coppie: moa/arto, mosca/scarto, mosco/scorto, mosto/storto, moto/torto, mou/urto, moraleggia/aleggiato, morali/alito, moralità/alitato, morbidona/bidonato, morchiosa/chiosato, morda/dato, mordevo/devoto, mordi/dito, mordo/doto, morfo/foto, mori/ito, moria/iato, morimmo/immoto, morirà/irato, moriva/ivato...
Usando "morto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: como * = corto; fumo * = furto; mimo * = mirto; * tofi = morfi; * tofo = morfo; * torà = morra; * tosa = morsa; * tosi = morsi; * toso = morso; pomo * = porto; tomo * = torto; assumo * = assurto; infamo * = infarto; * tomone = mormone; * tomoni = mormoni; * toserò = morsero; * totale = mortale; * totali = mortali; squamo * = squarto; antifumo * = antifurto; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "morto" si può ottenere dalle seguenti coppie: morena/aneto, moriva/avito, morra/arto.
Usando "morto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * otite = morite; * ottale = mortale; * ottali = mortali.
Cerniere
Usando "morto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * sim = ortosi.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "morto" si può ottenere dalle seguenti coppie: morfi/tofi, morfo/tofo, mormone/tomone, mormoni/tomoni, morra/torà, morsa/tosa, morsero/toserò, morsi/tosi, morso/toso.
Usando "morto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: furto * = fumo; mirto * = mimo; * dato = morda; * dito = mordi; * doto = mordo; * foto = morfo; * iato = moria; * sito = morsi; * scarto = mosca; assurto * = assumo; infarto * = infamo; * alito = morali; * irato = morirà; * ivato = moriva; * osato = morosa; * aio = mortai; squarto * = squamo; * mortale = totale; * mortali = totali; * devoto = mordevo; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "morto" (*) con un'altra parola si può ottenere: dia * = dimorato; * dea = moderato; * sta = mostrato; amba * = ammorbato; iper * = importerò; * aria = moratoria; * arie = moratorie; * orma = mormorato; sema * = smemorato; amala * = ammalorato; copta * = comportato; dista * = dimostrato; * onore = monorotore; * onori = monorotori; distare * = dimostratore.
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Defunto, Morto, Trapassato, Estinto - Defunto contiene in sè l'idea di ufficio compiuto di fare, ed è meno triste che Morto; e qui è da notare la ridicola frase giornalistica rendersi defunto, per Morire. - Morto vuol dire semplicemente che ha cessato di vivere: dove il defunto, è dal latino vita functus, che suona: egli ha compiuta la sua giornata, cioè quello per che era venuto al mondo. - Trapassato, che si usa più spesso in plurale, accenna morte avvenuta da lungo tempo, ed in certo modo anche alla immortalità, considerata la morte come passaggio da questa a un'altra vita. - Estinto accenna solo, così in genere, alla cessazione delle funzioni vitali, e si usa, più che altro, in plurale nello stile nobile. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Uccidere, Ammazzare, Accoppare, Trafiggere, Trucidare; Ucciso, Morto - Uccidere è più generico; è il fine fatale di tutti gli altri; si uccide di coltello, con veleno, con un'arma da fuoco, con una parola, e va dicendo; però l'uccidere sembra significare proprio più la morte data con arma pungente e tagliente assieme, come coltello o spada: trafiggere è passare con spada o arma somigliante da parte a parte; può per altro il trafiggere non esser sempre mortale: così nel senso traslato il più sovente, poiché parole o cose che trafiggono l'anima non danno vera morte. Trucidare ha del barbaro, è uccidere con tormenti, con istrazii, tagliando, rompendo; ed esprime nei trucidatore un compiacimento crudele dell'opera sua. Ammazzare si è con mazza o con altro corpo pesante ed ottuso che ne faccia le veci, cioè clava, bastone, pietra e simili: accoppare è dare di queste armi grosse e pesanti sulla coppa o nuca, cioè sulla testa, presa la parte per il tutto. Ucciso è chi vien fatto morire in qualche modo violentemente: chi muore di morte naturale non è ucciso, se non talvolta dal medico o dalle medicine; ma gli uccisi in ogni maniera sono poi morti, e ben morti, abbenchè malamente uccisi. Un uomo morto al mondo, morto civilmente, sono un uomo morto, e simili frasi, si dicono di continuo, ove ucciso non entrerebbe. Però si dice bene il dolore m'uccide: un noioso mi ammazza; i dispiaceri trafiggono l'anima; e gli altri affini non istanno bene in coteste frasi. [immagine]
Trapassato, Defunto, Morto - Colla parola trapassato si accenna al passo appunto che morendo si fa da una ad altra vita; con defunto si allude alla cessazione delle funzioni della vita presente alle quali bene o male si sarà dato opera; morto è l'opposto di vivo senz'altro; onde si dice: gl'illustri trapassati; le anime dei defunti; i vivi e i morti. Morto, ha sensi traslati, gli altri no; perciò morto al mondo, alla società, alla speranza, alla grazia; è un uomo morto, dicesi di chi è minacciato di gravissimo, imminente pericolo; ovvero di chi nulla più vuole o può nelle cose di questo mondo. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: mortificherò, mortifichi, mortifichiamo, mortifichiate, mortifichino, mortificò, mortifico « morto » mortori, mortorio, mortuari, mortuaria, mortuarie, mortuario, mosaicata
Parole di cinque lettere: morta, morte, morti « morto » mosca, mosce, mosci
Lista Aggettivi: mortificante, mortificato « morto » mortuario, moscato
Vocabolario inverso (per trovare le rime): scorto, confortò, conforto, riconfortò, riconforto, sconfortò, sconforto « morto (otrom) » beccamorto, cascamorto, premorto, semimorto, rimorto, babbomorto, smorto
Indice parole che: iniziano con M, con MO, parole che iniziano con MOR, finiscono con O

Commenti sulla voce «morto» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze