Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «ombra», il significato, curiosità, associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Ombra

Parole Collegate
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
sole (21%), luce (19%), lunga (6%), albero (5%), scura (4%), buio (3%), cinese (3%), fresco (2%), cono (2%), dubbio (2%), linea (2%), proiettata (2%), proiezione (2%), vino (2%), propria (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia

Foto taggate ombra

la cannella

A passeggio

yellow shadows
Tag correlati: ombre, muro, alberi, luce, finestre, acqua, colonne, strada, archi, porta, sabbia, ferro, finestra, due, portico, prato, panchina, legno, lampione, numeri, albero, vetro, arco, meridiana, mare, pietre, foglie, uomo, spiaggia, mattoni
Giochi di Parole
La parola ombra è formata da cinque lettere, due vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: óm-bra. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: bramo, bramò, romba (spostamento di una lettera).
Componendo le lettere di ombra con quelle di un'altra parola si ottiene: +mie = ambiremo; +noi = ambirono; +sai = ambrosia; +sei = ambrosie; +[ami, mai, mia] = ammorbai; +[sai, sia] = arabismo; +dee = baderemo; +dai = bardiamo; +ree = bareremo; +ira = barriamo; +[csi, ics, sci] = biscroma; +dio = bordiamo; +[dan, dna] = bramando; +mai = bramiamo; +[csi, ics, sci] = bramisco; +sai = bramosia; +sei = bramosie; +cui = bruciamo; +lui = burliamo; +[ciò, coi] = coriambo; +sei = ebraismo; ...
Vedi anche: Anagrammi per ombra
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: ambra, ombre, umbra.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: ambre, umbre, umbri, umbro.
Parole con "ombra"
Iniziano con "ombra": ombrato, ombratura, ombrature.
Finiscono con "ombra": adombra, sgombra, ingombra, penombra.
Contengono "ombra": adombrai, sgombrai, adombrano, adombrare, adombrata, adombrate, adombrati, adombrato, adombrava, adombravi, adombravo, ingombrai, sgombrano, sgombrare, sgombrata, sgombrate, sgombrati, sgombrato, sgombrava, sgombravi, sgombravo, adombrammo, adombrando, adombrante, adombrarci, adombrarmi, adombrarsi, adombrarti, adombrarvi, adombrasse, ...
»» Vedi parole che contengono ombra per la lista completa
Incastri
Inserito nella parola adì dà ADombraI.
Inserendo al suo interno regge si ha OMBreggeRA (ombreggerà).
Lucchetti
Usando "ombra" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: ciò * = cimbra.
Lucchetti Riflessi
Usando "ombra" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: como * = cobra; fimo * = fibra; limo * = libra; calamo * = calabra; sgommo * = sgombra.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "ombra" (*) con un'altra parola si può ottenere: re * = romberà; pie * = piomberà; rei * = romberai; badi * = bombardai; cine * = combinerà; lici * = lombricai; pala * = palombara; aderì * = adombrerai; adite * = adombriate; licio * = lombricaio; ingerì * = ingombrerai; strazze * = strombazzerà; strette * = strombetterà.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "ombra"
»» Vedi anche la pagina frasi con ombra per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Nelle giornate assolate e afose l'ombra di un albero può essere molto salutare.
  • In primavera, all'ombra di un pino, leggo libri interessanti.
  • In quella giornata di sole rovente, non c'era ombra sotto cui ripararsi.
Proverbi
  • La donna è come l'ombra: se l'insegui ti scappa, se scappi t'insegue.
Espressioni e Modi di Dire
  • Aver paura della propria ombra
Libri
  • Passaggio in ombra (Scritto da: Mariateresa Di Lascia; Anno 1995)
  • L'ombra del cerro (Scritto da: Silvia Di Natale; Anno 2006)
  • La linea d'ombra (Scritto da: Joseph Conrad; Anno 1917)
  • I confini dell'ombra (Scritto da: Alessandro Spina; Anno 2006)
  • L'ombra delle colline (Scritto da: Giovanni Arpino; Anno 1964)
  • Staccando l'ombra da terra (Scritto da: Daniele Del Giudice; Anno 1994)
Titoli di Film
  • L'ombra del dubbio (Regia di Alfred Hitchcock; Anno 1943)
  • L'uomo ombra (Regia di W.S. Van Dyke; Anno 1934)
Canzoni
  • L'ombra (Cantata da: Jula De Palma e Marisa Colomber; Anno 1955)
  • L'ombra del gigante (Cantata da: Eros Ramazzotti; Anno 2001)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Impennarsi, Aombrare, Pigliar ombra, Ombrare - Impennarsi è quando il cavallo, o per mala sofferenza del freno o per altra cagione, si alza ritto sulle gambe di dietro. - Aombrare è quando esso, vedendo dinanzi a sé qualche cosa, ne piglia sospetto, ritrosisce e anche s'impenna.-[L'uso familiare preferisce Pigliar ombra ad Aombrare. Ombrare, che si legge anche in Dante, è antiquato. G.F.] [immagine]
Fantasma, Ombra, Spettro - Fantasma è ombra gigantesca o incutente timore o terrore per le strane forme, o per atti minacciosi. - L'Ombra è per sè più fugace, cosa più sciolta, inoffensiva e qualche volta meno terribile. Chi vede in sogno l'ombra del padre, di un amico o d'altra persona cara, non ne sarà al certo spaventato: il pusillanime si crea fantasmi; allo scellerato appajono in sogno fantasmi, creati dai proprii rimorsi, che gli turbano perfino la quiete del sonno. - Spettro è ombra esagerata e sformata della cosa: illusione o no, lo spettro è sempre sotto forma spaventevole. Lo spettro della figlia atterrisce il per altro coraggioso Aristodemo: il fantasma che si presenta a Bruto lo fa dubitare della vittoria; l'ombra di Samuele maledice a Saulle. (Zecchini). [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Oscurità, Barlume, Ombra, Buio, Tenebre, Orrore, Tenebrore, Tenebrìa, Tenebrosità - All'ombra è meno luce che dove il sole batte direttamente; l'ombra può fare oscuro alquanto, ma non produrre il buio: nell'oscurità può ancora trapelare un barlume di luce, ma nel buio sono tenebre
perfette: tenebrore dice tenebre folte; tenebrìa, tenebre persistenti; tenebrosità, il modo di essere dell'aria e del luogo nel tempo delle tenebre: nel traslato, tenebrore direi dell'animo non rischiarato dalla luce della verità; tenebrìa dello spirito, invaso dall'ignoranza e precluso all'istruzione; tenebrosità delle macchinazioni e delle opere: ma queste differenze sottilissime, e perciò le loro applicazioni, s'intende che non sono, nè puonno essere assolute. [immagine]
Fantasma, Ombra, Spettro, Simulacro - Fantasma è ombra gigantesca o incutente timore o terrore per le strane forme, o per espressione minacciosa. L'ombra è per sè più fugace, cosa più sciolta, inoffensiva e qualche volta meno terribile: chi vede in sogno l'ombra del padre, di un amico o d'altra persona cara non ne sarà certo spaventato: il pusillanime si crea fantasmi, allo scellerato appaiono in sogno fantasmi, creati dai proprii rimorsi, che gli turbano perfino la quiete del sonno. Ombre o fantasmi, che però tali non erano, non appariscono più, ora che la polizia sa metter la mano su chi volesse ancora in tal modo attentare alla pubblica tranquillità. Simulacro è apparenza del vero, è ombra del reale: nel creare vani simulacri ha parte la mano dell'uomo, e non sono soltanto figli della esaltata fantasia. Spettro è ombra esagerata e sformata della cosa: illusione o no, lo spettro è sempre sotto forma spaventevole. Lo spettro della figlia atterrisce il per altro coraggioso Aristodemo; il fantasma che si presenta a Bruto lo fa dubitare della vittoria; l'ombra di Samuele maledice a Saulle. [immagine]
Barlume, Bagliore, Ombra, Oscurità - Barlume è una luce o principio di luce che può farsi maggiore, e può guidare: bagliore può essere luce più viva di barlume ma fuggitiva e perciò fallace, come p. es. quella de' lampi: le voci lume e baglio cioè abbaglio, da cui sono composte, danno la ragione della differenza: nei sensi traslati che puonno avere, la differenza di buono e cattivo significato rimane. Un corpo opaco ci toglie la vista del corpo luminoso, intercetta i raggi diretti della luce, ma non toglie la luce affatto; in quell'ombra si vede ancora assai bene; gli alberi, le case ci danno ombra contro i cocenti raggi del sole; che se il corpo opaco è talmente esteso o ripiegato in modo su d'un oggetto da intercettare ogni luce, allora succede l'oscurità. [immagine]
All'ombra, A bacio - All'ombra è ovunque non batte il sole; in modo ironico vale in prigione; a bacìo diconsi i luoghi posti verso tramontana. [immagine]
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Ombra - « Secondo l'opinione degli antichi, (dice Rivarol) l'ombra differiva dall'anima, in quanto che conservava la figura e l'apparenza del corpo. Era di questo lo spettro, il simulacro, la larva; e sebbene fosse di materia assai tenue per isfuggire al tatto, pure era visibile, e manteneva le idee, le inclinazioni e gli affetti che vivendo aveva avuti il defunto. I nomi di ombra, spettro, simulacro e larva significano dunque tutti immagine e rappresentanza dell'uomo. Le ombre (in francese manes) valgono resti, ed accennano ciò che all'uomo sopravvive, ciò che dopo di esso è permanente. »

Non sono concordi gli autori sopra l'etimologia della detta voce francese manes; alcuni la fanno venire dal latino manare (uscire, derivare); altri dall'antica parola latina manus (buono); parecchi dalla radice orientale mouu, nel significato di figura, immagine, larva ec: Un autore tedesco la trae da mann (uomo). Checchè ne sia di siffatte opinioni, gli antichi davano quel nome alle anime dei morti, che supponevano andassero quà e là erranti, come lievi ombre, ed a cui rendevano in certe circostanze un culto religioso. Fra tutti gli antichi, Apulejo è quegli che nel suo libro de deo socratis ci parla più chiaro della dottrina delle ombre. Sembra manifesto, da una quantità di autori, che i nostri antenati attribuissero alle anime dei defunti certe specie di corpi sottilissimi, della natura dell'aria, ma bensì organizzati e capaci di diverse funzioni della vita umana, come vedere, parlare, udire, comunicarsi, passare da un luogo all'altro ec:

L'usanza di avocare le ombre venne introdotto in Grecia da Orfeo. Omero narra le cerimonie che si facevano in tali occasioni. I Romani osservarono fedelmente la legge delle dodici tavole in quanto risguardava al culto delle ombre. Numa consacrò ad esse il secondo mese dell'anno, che ebbe il nome di febbrajo da februare, lustrare, a cagione delle lustrazioni e dei sacrifizi alle ombre. Le seconde feste delle ombre, le quali avevano luogo nel 9 di maggio, chiamate in principio remuriae, furono per qualche tempo neglette, e quindi ripristinate col nome di lemuria. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: omanite, omaniti, omasi, omaso, ombelicale, ombelicali, ombelico « ombra » ombrato, ombratura, ombrature, ombre, ombreggerà, ombreggerai, ombreggeranno
Parole di cinque lettere: omaso « ombra » ombre
Vocabolario inverso (per trovare le rime): cambra, cembra, membra, smembra, sembra, cimbra, timbra « ombra (arbmo) » adombra, ingombra, sgombra, penombra, umbra, cobra, cra
Indice parole che: iniziano con O, con OM, iniziano con OMB, finiscono con A

Commenti sulla voce «ombra» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


foto vincitrice contest ombra


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze