Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «sesto», il significato, curiosità, aggettivo numerale, associazioni, sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Sesto

Aggettivo
Sesto è un aggettivo numerale. Forme per genere e per numero: sesta (femminile singolare); sesti (maschile plurale); seste (femminile plurale).
Parole Collegate
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
senso (39%), settimo (10%), acuto (8%), quinto (5%), arco (5%), giorno (3%), papa (3%), grado (3%), comandamento (2%), paolo (2%), numero (2%), sei (2%), calende (2%). Vedi anche: Parole associate a sesto.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia
Informazioni di base
La parola sesto è formata da cinque lettere, due vocali e tre consonanti. Divisione in sillabe: sè-sto. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche la pagina frasi con sesto per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Vidi fare un'arrampicata libera del sesto grado con molte difficoltà.
  • Con poco impegno non poteva che arrivare sesto, ma si aspettava di più.
  • Rimasi incantato dalla bellezza di quell'arco a tutto sesto.
Citazioni da opere letterarie
Una sfida al Polo di Emilio Salgari (1909): Al primo colpo l'orso aveva spalancato maggiormente le mascelle: al secondo aveva mandato un urlo ferocissimo che si era ripercosso sinistramente dentro il carrozzone; al terzo le sue zampe, aggrappate all'orlo del finestrino, si erano staccate; al quinto tutto il suo corpo gigantesco si era alzato sotto la spinta delle zampe deretane, mostrando il petto, ed al sesto era stramazzato, affondando nell'alto strato di neve.

I Viceré di Federico De Roberto (1894): E il duca, non solo approvò quella decisione, ma indusse il nipote a tornarsene definitivamente con la famiglia in città, giacché non c'era pericolo di sorta, e quell'ostinata lontananza, quelle dimostrazioni di paura potevano esser prese in mala parte dal popolo. Arrivarono tutti dopo qualche giorno, il marchese e la marchesa soli e gongolanti nella loro carrozza che andava al passo, per riguardo della gravidanza di Chiara finalmente confermata ed arrivata al sesto mese; Lucrezia che metteva il capo ogni minuto allo sportello quando i posti di guardia facevano sostare la vettura, parendole di riconoscere Giulente in ogni soldato.

L'isola del giorno prima di Umberto Eco (1994): Ora un uomo come Bligh, se avesse trovato la Daphne appena in stato ragionevole, poiché era arrivato sin lì su di una semplice barca, avrebbe fatto il possibile per rimetterla in sesto. Ma era ormai passato quasi un secolo e mezzo. Qualche tempesta aveva ulteriormente scosso quello scafo, lo aveva disancorato, la nave era andata a rovesciarsi sulla barriera corallina - oppure no, era stata presa dalla corrente, trascinata verso nord e buttata su altre secche o sulla scogliera di un'isola vicina, dove era rimasta esposta all'azione del tempo.
Espressioni e Modi di Dire
  • Sesto senso
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per sesto
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
»» Vedi tutte le definizioni
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: cesto, desto, gesto, lesto, mesto, nesto, pesto, resto, sento, serto, sesso, sesta, seste, sesti, setto, sosto, testo, vesto.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: cesta, ceste, cesti, desta, deste, desti, festa, feste, gesta, geste, gesti, gestì, lesta, leste, lesti, mesta, meste, mesti, nesti, pesta, peste, pesti, resta, reste, resti, testa, teste, testi, vesta, veste, vesti, vestì.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: svesto.
Parole con "sesto"
Iniziano con "sesto": sestogenita, sestogenite, sestogeniti, sestogenito, sestogradista, sestogradiste, sestogradisti.
Finiscono con "sesto": assesto, assestò, bisesto, dissesto, dissestò, caposesto, riassesto, riassestò, palinsesto, controsesto.
»» Vedi parole che contengono sesto per la lista completa
Parole contenute in "sesto"
est, sto.
Incastri
Si può ottenere da so e est (SestO).
Inserendo al suo interno sua si ha SESsuaTO; con ari si ha SESTariO; con pod si ha SpodESTO.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "sesto" si può ottenere dalle seguenti coppie: secata/catasto, seco/costo, sede/desto, sedete/detesto, sedeva/devasto, sedi/disto, segua/guasto, seme/mesto, semi/misto, semole/molesto, separate/paratesto, sere/resto, seta/tasto, sete/testo, sesia/iato, sessi/sito.
Usando "sesto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * stoma = sema; * stomi = semi; * stoni = seni; * stono = seno; * store = sere; base * = basto; case * = casto; cose * = costo; fase * = fasto; fuse * = fusto; lese * = lesto; lise * = listo; mese * = mesto; mise * = misto; pese * = pesto; pose * = posto; rese * = resto; * stocca = secca; * stocco = secco; * stoini = seini; ...
Lucchetti Riflessi
Usando "sesto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * ottile = sestile; * ottili = sestili; * ottante = sestante; * ottetti = sestetti; * ottetto = sestetto; * ottupla = sestupla; * ottuple = sestuple; * ottupli = sestupli; * ottuplo = sestuplo; * ottuplica = sestuplica; * ottuplico = sestuplico; * ottuplicai = sestuplicai; * ottuplichi = sestuplichi; * ottuplicano = sestuplicano; * ottuplicare = sestuplicare; * ottuplicata = sestuplicata; * ottuplicate = sestuplicate; * ottuplicati = sestuplicati; * ottuplicato = sestuplicato; * ottuplicava = sestuplicava; ...
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "sesto" si può ottenere dalle seguenti coppie: lese/stole, mise/stomi, rese/store, riaccese/storiacce.
Usando "sesto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: stole * = lese; stomi * = mise; store * = rese; * lese = stole; * mise = stomi; * rese = store; storiacce * = riaccese; * riaccese = storiacce.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "sesto" si può ottenere dalle seguenti coppie: secca/stocca, seccai/stoccai, seccammo/stoccammo, seccando/stoccando, seccano/stoccano, seccante/stoccante, seccanti/stoccanti, seccare/stoccare, seccarono/stoccarono, seccasse/stoccasse, seccassero/stoccassero, seccassi/stoccassi, seccassimo/stoccassimo, seccaste/stoccaste, seccasti/stoccasti, seccata/stoccata, seccate/stoccate, seccati/stoccati, seccato/stoccato, seccatore/stoccatore, seccatori/stoccatori...
Usando "sesto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * disto = sedi; * misto = semi; * tasto = seta; * guasto = segua; * iato = sesia; * sito = sessi; * catasto = secata; * devasto = sedeva; * ileo = sestile; * ilio = sestili.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "sesto" (*) con un'altra parola si può ottenere: * van = svestano; asta * = assestato; * sari = sessatori; dista * = dissestato.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
† Sesto - S. m. Compasso, Seste. Dittam. 1. 6. (M.) Più e più luoghi alpestri, oscuri e cavi Poi mi mostrò, formando col suo sesto, Che al mondo son pericolosi e gravi, Così quel padre e lume d'Almagesto. [Cont.] Serlio, Arch. V. 5. v. La forma esagona, cioè di sei faccie, è assai perfetta perciochè la metà del suo diametro è una di esse faccie: e di qui è venuto che 'l compasso in molti luoghi d'Italia si adimanda sesto, il quale avendo fatto un circolo, senza allargarlo nè stringerlo viene ad essere la sesta parte d'essa rotondazione. Biring. Pirot. VI. 5. Lavorare a faccie,… partendo col sesto gli spazii, e levando del tondo dove si deve la terra. Manzini, Diop. prat. 97. Alla fabbrica poi delli piatti o forme sferiche, le quali vogliono essere di segmenti o porzioni di sfere la lunghezza dei semidiametri delle quali si porranno qui sotto, è necessario l'aversi preparato un compasso o sesto che si chiami, per descrivere le porzioni de' cerchi o centine sopra di una lastretta sottile di ferro.

2. E fig. Dant. Par. 19. (C) Poi cominciò: colui (Dio) che volse il sesto Allo stremo del mondo, e dentro ad esso Distinse tanto occulto e manifesto. (Accenna a quello della Sap., che dice lei circonvallare con certa legge gli abissi, librare la terra, e pesarne le fondamenta.)
Sesto - Avv. In sesto luogo. Sexto, aureo. Gal. Sagg. 39. (M.) Secondo, doveva mostrar che…, sesto che ei non è un farle rigonfiare (le stelle), onde ingrandite divengano più visibili.
Sesto - S. m. Misura, Modo. T. Forse da Sedeo, che valeva anco Assettare, Star bene, Stare fermo, negli aurei. Fr. Seoir, Bienséance. = Car. Lett. 1. 106. (C) Intendo che la bocca torna al suo sesto, e l'orecchio fa l'ufizio suo. Buon. Fier. 3. 1. 9. Oh che fronte! oh che occhi fuor di sesto! Bellin. Disc. 1. 155. Io veddi che era possibile che l'ossa stessero fuori di sesto fra di loro, e col terreno.

2. Vale anche Ordine. Buon. Fier. 1. 4. 6. (C) Giacchè quel tanto, Che di sesto può darsi Alla confusion di questo luogo…, Per me s'è messo in ordine.

Dav. Scism. 63. (M.) Per dare qualche sesto alla religione, gl'Imperiali fecero dieta in Ratisbona.

3. Per Forma. Baldin. Vit. Bern. 93. (Man.) Non fu mai architetto per debole ch'e' si fusse, che non sapesse non esser possibile alzare un edifizio di quel sesto e di quella grandezza senz'armarlo in più luoghi.

[Cont.] Fiorav. Spec. sci. I. 11. Al buon navigante è necessario di intendere se il navilio ha nessun diffetto nella navigazione, se il sesto è ben fatto, e se ha troppo o poca stella, e se pesca troppo. E I. 46. Tirare il corpo di detti strumenti di bellissimo sesto, acciò piaccia all'occhio.

4. Per Riparo, Rimedio, Via, Modo. Ar. Fur. 23. 85. (M.) Come può il Saracin ritrovar sesto Di finir con su' onore il fiero invito? Salv. Granch. 2. 1. (C) Granchio, ell'ha mille Difficultà. Gr. Noi le mozzerem tutte, Non dubitar; noi ci troverem sesto. Lasc. Gelos. 2. 4. Se voi mi aveste da principio conferito questa vostra pratica, ci piglierei io qualche sesto.

T. Dei sensi preced. è vivo e com. Dar sesto alle cose; anche fig. [G.M.] Magal. Lett. fam. Venni a Roma per dare qualche sesto alle cose mie; e mi veggo in cimento, non dirò di sconcertarle, ma di precipitarle. Fag. Commed. Darò sesto anche a questa faccenda. (In una voce sola, Assestare.)

5. Frasi. Fig. Levare, Cavare altrui di sesto. Far perdere altrui il filo del discorso, dell'operare, Bottar. Lez. Trem. 10. (Man.) Seguono altresì stragi e diroccamenti così formidabili, che levano di sesto anche i più giusti e più regolati pensatori. [G.M.] Baldovin. Compon. dramm. Certa risoluzione Che m'ha fatta sentire or' ora il vecchio, m'ha cavato di sesto.

[G.M.] Uscir di sesto. Fag. Rim. Il saggio non esce mai di sesto Per nuova buona o fella. (Men bene, Non si sbilancia.)

6. Modi avverb.

[Cont.] A sesto o In sesto. Giorgi, Spir. Er. 22. v. Bene appareggiate a sesto una con l'altra, poliscasi e rendasi bene liscia la superficie di esse (pianelle), talchè si bacino di maniera che nè aria, nè acqua, possa entrare fra di loro.

Co' verbi Mettere, Porre, e sim., valgono In ordine, In assetto, o sim. Car. Lett. ined. 1. 80. (M.) Si pratica di porre a sesto la casa. Malm. 1. 15. Ma quanto aveva tolto Di quella cassa, ei rende, e mette in sesto.

T. Mettere a sesto casa, cosa, o faccenda qualunque, In ordine In punto. Ma suppone spesso disordine precedente; e dicesi piuttosto di cose le quali abbiano a rimanere così, che di quelle ch'abbiano a muoversi di luogo per essere maneggiate. – Mettere in, aceenna ordine più stabile che A.

7. A sesto, vale anche Opportunamente. Car. Lett. Farn. 3. 7. (M.) Vostra Signoria ha due figliuoli, un maschio e una femmina:… e alfine mi son risoluto, che maritandoli con due altri, che si ha messer Jacomo Jacobacci, non potrebbe far cosa che tornasse più a sesto.
Sesto - S. m., dall'Agg., nel senso di Sesta parte, o sim., term. d'Architettura, per la Curvità o Rotondità degli archi, e delle vôlte. (C) [Cont.] Biring. Pirot. VII. 1. A un quarto di braccio che il maestro ha tirato alto il muro gli ho fatto cominciare a dar principio al sesto della vôlta per coprire del forno. Vas. V. Pitt. Scul. Arch. III. 122. Ed intorno alla loggia, ne gli angoli che fanno il sesto del tondo, sono quattro scale a chiocciola che vanno dal fondo del palazzo per fino in cima.

Archi di grande, o di piccol sesto, diconsi gli Archi grandi, o piccoli, cioè di lurgo o corto semidiametro; e dicesi Sesto dal distendersi sei volte sulla circonferenza. Quindi è che alcuni archi si chiamano A tutto sesto o Sesto di mezzo tondo, cioè d'un solo arco di circonferenza, e per conseguenza con un sol centro. Alcuni si dicono A sesto acuto, cioè di due archi che s'incontrano, fatti in due centri. (M.) [Cont.] Doc. Arte San. M. II. 309. Voltare sopra l'arco acuto uno arco tondo di marmoro di tutto sesto, impostato ne li pilastri de la medesima grossezza che è l'aguto; la quale grossezza è onze VII. Vas. V. Pitt. Scul. Arch. II. 275. Nella qual (loggia) avendo girati gli archi sopra le colonne strette nella faccia dinanzi e nelle teste, perchè volle seguitare i medesimi e non fare un arco solo gli avanzò da ogni banda spazio, onde fu forzato fare alcuni risalti ne' canti di dentro; quando poi volle girare l'arco della vôlta di dentro, veduto non potere dargli il sesto del mezzo tondo che veniva stiacciato e goffo, si risolvette a girare in su i canti da un risalto all'altro certi archetti piccioli. Mart. Arch. V. Es. 38. Nella parte che maggiore nocumento può ricevere si faccia nei due angoli propinqui all'estremo angolo due torroni massicci, eccetto le offese laterali, ed in figura di sesto acuto.

T. Il sesto acuto, denota anco quel gen. d'architettura.

2. Sesto, per Imposizione. Che sarà cominciata cal pagare il sesto di una certa rendita; come Decima, il decimo. [Fanf.] Lorenzi, Ricordi, ecc. (Cod. Maruc. c. 26.) 29. A' dì 2 di maggio vinsono dieci sesti e una decima, e feciono 3000 fiorini di sgravo, e 1000 d'aggravo. E pag. 30. Mandarono al Duca di Calavria 30000 fiorini per volta, più volte: pensa se bisogna de' sesti e delle decime.

3. Sesto, per Sestiere, nel signif. del. § 2. Dant. Par. 16. (C) Gli antichi miei, ed io nacqui nel loco, Dove si truova pria l'ultimo sesto Da quel che corre il vostro annual gioco (il palio). G. V. 3. 2. 5. Era la detta città partita a quartieri, e ciò sono le dette quattro parti, ma poi quando si crebbe la cittade, si recò a sei sestora, come numero perfetto, perocchè vi s'aggiunse il sesto d'oltr' Arno quando s'abitò. T. Sestora plur., come Pratora. E 323. E 155. = E 10. 16. 1. (C) Si trasse in Firenze un nuovo estimo ordinato per lo Duca, e fatto con ordine per un giudice forestiero per sesto. E 11. 16. 1. In ogni sesto della città ne stava uno, e nel sesto d'oltr'Arno due. Cron. Vell. 74. Si mossono grande parte di que' del quartiere di santo Spirito, che allotta era sesto, ed era divisa la città per sesti: l'uno sesto di qua da Arno, e chiamavasi sesto d'oltr'Arno;…

4. (Eccl.) Il sesto chiamasi Uno dei libri del diritto canonico; così detto perchè è una raccolta di Decretali che Bonifacio VIII aggiunse a quelle che Gregorio XI avea raccolte e pubblicate in cinque libri. (Mt.)

5. Sesto di braccio, o sim. Lat. Sextum. Ar. Len. 3. 7. (C) Appunto mancano Due sesti, che tre piedi non ponno essere.

6. Sesto, è anche term. degli Stampatori e Librai, e vale la Dimensione di un libro in altezza e in larghezza, la quale si desume dal numero delle pagine che ciascun foglio contiene. [Cont.] Fiorav. Spec. sci. I. 26. Quando vogliono stampare alcun libro li compositori tengono la copia avanti, e vanno componendo tutte quelle parole a una per una mettendole in riga, e fanno una forma in foglio, in quarto, overo in ottavo, in dodici, o in sedici, o in ventiquattro, o in altro sesto secondo che vogliono loro. = Red. Lett. 111. (M.) Il vocabolario finalmente si è cominciato a stampare, e viene bellissimo di carattere, di sesto, e di fogli. Magal. Lett. Strozz. 118. Non sarebbe egli bene che voi mi mandaste in un foglio il sesto del libro, ove vanno inseriti i Santini?
Sesto - Agg. Nome numerale ordinativo di Seí. (Fanf.) Aureo lat. T. D. 1. 33. Vid'io cascar li tre a uno a uno Tra 'l quinto dì e il sesto. = E 3. 18. (C) Per lo candor della temprata stella Sesta, che dentro a sè m'avea ricolto. Petr. Son. 62. part. III. Il dì sesto d'Aprile in l'ora prima, Del corpo uscìo quell'anima beata.

Divisione. Cron. Vell. 74. (C) Avevano i detti due sesti (d'Oltr' Arno e di S. Piero Scheraggio) più gravezza che per sesta parte, e gli uficii solamente per sesta parte.

2. † Sesto, aggiunto di Compagnia, o sim., vale Di sci. Dant. Inf. 4. (M.) La sesta compagnia in duo si scema (cioè, la compagnia di sei, che eravamo, si scema e resta in due, essendo partiti Dante e Virgilio, lasciando li qualtro poeti). T. In senso sim. Arrighet. Settima compagnia (di sette).

3. T. Sesto caso, L'abl. lat.

4. T. Sesto comandamento del Decalogo, Non fornicare.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: sestighe, sestile, sestili, sestina, sestine, sestini, sestino « sesto » sestogenita, sestogenite, sestogeniti, sestogenito, sestogradista, sestogradiste, sestogradisti
Parole di cinque lettere: sesta, seste, sesti « sesto » setta, sette, setti
Lista Aggettivi: sessuale, sessuofobo « sesto » setoso, settantenne
Vocabolario inverso (per trovare le rime): ripresto, imprestò, impresto, apprestò, appresto, arrestò, arresto « sesto (otses) » bisesto, palinsesto, caposesto, controsesto, assesto, assestò, riassesto
Indice parole che: iniziano con S, con SE, parole che iniziano con SES, finiscono con O

Commenti sulla voce «sesto» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze