Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «cara», il significato, curiosità, forma dell'aggettivo «caro», associazioni, sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Cara

Forma di un Aggettivo
"cara" è il femminile singolare dell'aggettivo qualificativo caro.
Parole Collegate
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
amica (17%), costosa (15%), mamma (10%), dolce (7%), caro (6%), amata (5%), mia (5%), vita (4%), amore (3%), lettera (2%), adorata (2%), moglie (2%), esosa (2%), persona (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Parole Monovocaliche [Captcha « * » Caracal]
Informazioni di base
La parola cara è formata da quattro lettere, due vocali (tutte uguali, è monovocalica) e due consonanti.
È una parola bifronte senza capo, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (ara). Divisione in sillabe: cà-ra. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche le pagine frasi con cara e canzoni con cara per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Cara amica mia, ti scrivo queste poche righe per ringraziarti di quanto hai fatto.
  • Cara è la vita, nel senso che è preziosa e bisogna gustarla a pieno!
  • La frutta fuori stagione non è affatto buona, oltre che cara.
Citazioni da opere letterarie
Leila di Antonio Fogazzaro (1910): Egli la baciò in fronte, lievemente, con una espressione di beatitudine. Le prese quindi una mano, dicendo: «Vieni, cara», la trasse con sè. Ella intese ch'egli avesse interpretato il suo atto come un principio di consenso ai proprii desideri, ebbe un momento di esitazione, lo seguì, battendole il cuore.

Gli Uomini Rossi di Antonio Beltramelli (1904): — Leggete reverendo — disse la contessa Gilarda Liturgico porgendo a Monsignor Rutilante una lettera sgualcita: — Leggete e ditemi se non ho ragione! — Comunque sia... — aggiunse Monsignor Rutilante scrollando il capo — ... basta, vediamo. Inforcati gli occhiali, spiegò il foglietto, e cominciò lentamente, con voce roca e nasale: Cara mamma, «scrivendoti, il peccato che sto per commettere mi appare in tutta la sua gravità e ne chiedo umilmente perdono a Dio.

Il deserto dei tartari di Dino Buzzati (1940): «Eh, sì» disse allora. «Ma i giorni passano così presto!» Si udiva il suono del pianoforte, ma perché quegli accordi continuavano a salire senza concludere mai? Scolasticamente nudi, essi ripetevano con rassegnato distacco una vecchia storia già cara. Parlavano di una sera di nebbia fra i fanali della città e di loro due che se ne andavano sotto gli alberi spogli, per il viale deserto, improvvisamente felici, tenendosi per mano come bambini, senza capire il perché.
Espressioni e Modi di Dire
  • Vender cara la pelle
Canzoni
  • Ciao cara come stai? (Cantata da: Iva Zanicchi; Anno 1974)
  • Piccola bambina cara (Cantata da: Kriss and Saratoga; Anno 1975)
  • Cara terra mia (Cantata da: Al Bano e Romina Power; Anno 1989)
  • Mia cara Napoli (Cantata da: Nilla Pizzi; Anno 1951)
  • Cara (Cantata da: Christian; Anno 1984)
  • Mia cara (Cantata da: Robertino e Danyel Gérard; Anno 1965)
  • Cara amica mia (Cantata da: Gens; Anno 1973)
  • Cara amica (Cantata da: Bassano; Anno 1973)
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per cara
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
»» Vedi tutte le definizioni
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: bara, cada, caia, cala, card, care, cari, caro, casa, cava, cera, cora, cura, darà, farà, gara, mara, para, rara, sara, tara, vara, zara.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: bare, bari, baro, barò, dare, dark, darò, fard, fare, fari, faro, farò, gare, hard, kart, lare, lari, laro, mare, mari, marò, pare, pari, paro, parò, rare, rari, raro, sari, sarò, tare, tari, taro, tarì, tarò, vari, varo, varò, yard.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere i vocaboli: ara, cra.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: cadrà, cafra, capra, carda, caria, carla, carpa, carta.
Antipodi (con o senza cambio)
Antipodi inversi: se si sposta l'ultima lettera all'inizio (con eventuale cambio) e si inverte il tutto si può avere: rack.
Testacoda
Togliendo la lettera iniziale e aggiungendone una alla fine si ottengono: arai, arak.
Parole con "cara"
Iniziano con "cara": carabi, carabo, carati, carato, caracal, caracca, caracea, caracee, caracul, caraffa, caraffe, caraibi, caramba, carasau, carassi, caravan, carabide, carabidi, carabina, carabine, caracche, carapace, carapaci, carassio, caratare, caratura, carature, caracalla, caracalle, caracolla, ...
Finiscono con "cara": escara, baccara, baccarà, calcara, mascara, pescara, porcara, rincara, vaccara, discotecara.
Contengono "cara": baccarat, rincarai, scarabei, scarabeo, cucaracha, jacaranda, jacarande, nicaragua, rincarano, rincarare, rincarata, rincarate, rincarati, rincarato, rincarava, rincaravi, rincaravo, roccaraso, saccarasi, rincarammo, rincarando, rincarante, rincarasse, rincarassi, rincaraste, rincarasti, scarabeide, scarabeidi, scarafaggi, scaramucce, ...
»» Vedi parole che contengono cara per la lista completa
Parole contenute in "cara"
ara.
Incastri
Inserito nella parola sventa dà ScaraVENTA; in sventi dà ScaraVENTI; in svento dà ScaraVENTO; in sbocchi dà ScaraBOCCHI; in sventai dà ScaraVENTAI; in sventano dà ScaraVENTANO; in sventare dà ScaraVENTARE; in sventata dà ScaraVENTATA; in sventate dà ScaraVENTATE; in sventati dà ScaraVENTATI; in sventato dà ScaraVENTATO; in sventava dà ScaraVENTAVA; in sventavi dà ScaraVENTAVI; in sventavo dà ScaraVENTAVO; in sventerà dà ScaraVENTERA (scaraventerà); in sventerò dà ScaraVENTERO (scaraventerò); in sventino dà ScaraVENTINO; in sbocchino dà ScaraBOCCHINO; in sventammo dà ScaraVENTAMMO; in sventando dà ScaraVENTANDO; ...
Inserendo al suo interno par si ha CAparRA; con ace si ha CARaceA; con din si ha CARdinA; con sic si ha CARsicA; con tai si ha CARtaiA; con glie si ha CAglieRA (caglierà); con lume si ha CAlumeRA (calumerà); con pite si ha CApiteRA (capiterà); con tace si ha CARtaceA; con tari si ha CARtariA; con enti si ha CentiARA; con libre si ha CAlibreRA (calibrerà); con muffe si ha CAmuffeRA (camufferà); con tacci si ha CARtacciA; con trame si ha CAtrameRA (catramerà); con ville si ha CAvilleRA (cavillerà); con pilette si ha CApiletteRA; con cinologi si ha CARcinologiA.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "cara" si può ottenere dalle seguenti coppie: cab/bra, cabale/balera, cablate/blatera, caco/cora, cada/darà, cadeste/desterà, cadette/detterà, cadi/dirà, cado/dora, caf/fra, caì/ira, caid/idra, calamine/laminerà, calavo/lavora, calesse/lesserà, calette/lettera, cali/lira, calotte/lotterà, camite/mitera, camuni/munirà, cane/nera...
Usando "cara" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: arca * = arra; * rada = cada; * rade = cade; * radi = cadi; * rado = cado; * raia = caia; * raid = caid; * raie = caie; * rane = cane; * rapi = capi; * rapo = capo; * rasa = casa; * rase = case; * rasi = casi; * raso = caso; * rave = cave; ceca * = cera; coca * = cora; daca * = darà; dica * = dirà; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "cara" si può ottenere dalle seguenti coppie: caco/ocra, cadi/idra, caid/dirà, caie/eira, capoc/copra, cava/avrà.
Usando "cara" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * arco = caco; * arda = cada; * arde = cade; * ardi = cadi; * ardo = cado; * aria = caia; * arie = caie; * arsa = casa; * arse = case; * arsi = casi; * arso = caso; * arche = cache; * archi = cachi; * arino = caino; * ardano = cadano; * ardere = cadere; * ardete = cadete; * ardeva = cadeva; * ardevi = cadevi; * ardevo = cadevo; ...
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "cara" si può ottenere dalle seguenti coppie: cerca/racer, daca/rada, dermica/radermi, dica/radi, maiolica/ramaioli, mica/rami, moca/ramo, monica/ramoni, pica/rapi, pitica/rapiti, poca/rapo, reca/rare, roca/raro, sierica/rasieri, spastica/raspasti, teca/rate.
Usando "cara" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: rada * = daca; radi * = dica; rami * = mica; ramo * = moca; rapi * = pica; rapo * = poca; * daca = rada; * dica = radi; * mica = rami; * moca = ramo; * pica = rapi; * poca = rapo; * reca = rare; * roca = raro; * teca = rate; rare * = reca; raro * = roca; rate * = teca; * tac = arata; * tic = arati; ...
Lucchetti Alterni
Usando "cara" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: arra * = arca; * dirà = cadi; * dora = cado; * idra = caid; * lira = cali; * nera = cane; * pira = capi; * vira = cavi; dirà * = dica; dura * = duca; fora * = foca; mira * = mica; mora * = moca; pira * = pica; * care = rare; urrà * = urca; arerà * = areca; barra * = barca; * prora = capro; * dea = carde; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "cara" (*) con un'altra parola si può ottenere: * di = cadrai; * pi = caprai; * di = cardai; * ni = carnai; * ti = cartai; * il = ciarla; * lei = calerai; * ani = canaria; * pii = capirai; * pil = capirla; * pia = capraia; * pie = capraie; * pio = capraio; * pin = caprina; * dio = cardaio; * ire = cariare; * ito = cariato; * ria = carraia; * rio = carraio; * tiè = cartaie; ...
Rotazioni
Slittando le lettere in egual modo si ha: mici.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
† Cara - S. f. Figura, Aspetto, Viso. Dal gr. Κάρα, Testa. È in Corippo. – Dant. Majan. 2. 455. (Man.) Non doglio eo già, perch'eo sovraggiojosa, Distretto sia da vostra gentil cara.
Cara - S. f. (Bot.) [D. Pont.] Genere di piante della classe delle Acotiledoni o Crittogame, e dell'ordine delle Caracee, assai frequenti negli stagni, e nei fossi, conosciute sotto il nome di Putere dal loro odore sgradevole. La specie più nota, e la Chara comune, detta anche Erba calcinaja o Cinevaja, stante che i suoi fusti si mostrano sempre incrostati di materie terrose. Chara, in Ces., un'erba.

[Tor.] Cara fetida. Targ. Ar. Vald. 1. 295. Dove mai ha egli trovato, che le care fetide, i potamogeti, i triboli, i ranuncoli aquatici, le ninfee, e le lenticole palustri, nascano ed allignino nelle acque corsíe de' fiumi?
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: caput, capziosa, capziosamente, capziose, capziosi, capziosità, capzioso « cara » carabattola, carabattole, carabi, carabide, carabidi, carabina, carabinata
Parole di quattro lettere: capì, capi, capo « cara » card, care, cari
Vocabolario inverso (per trovare le rime): palombara, isoallobara, isallobara, isobara, barbara, santabarbara, semibarbara « cara (arac) » baccara, baccarà, vaccara, discotecara, calcara, rincara, porcara
Indice parole che: iniziano con C, con CA, parole che iniziano con CAR, finiscono con A

Commenti sulla voce «cara» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze